Pinterest LinkedIn

Più di venti medaglie che nel 2023 sono andate ad accrescere il palmares dei riconoscimenti e le prime stime di un anno che si chiude con un andamento positivo. Non si ferma il settore dei distillati che anche nel 2023 fa registrare il segno “più” per Mazzetti d’Altavilla, storica distilleria situata nel cuore delle colline Unesco del Monferrato che traccia un bilancio entusiasmante dell’anno non senza importanti traguardi che riguardano la qualità e l’apprezzamento degli spirits made in Piemonte, in Italia come all’estero.

Se il Natale è tempo di buone notizie, dal mondo Mazzetti non mancano ottime ragioni per brindare, a cominciare dai primi dati – ancora sommari – del rendiconto aziendale, i quali confermano un trend di crescita riguardante anche l’estero con gli spirits che da Altavilla hanno raggiunto tutti i cinque continenti. Fra le curiosità figura ad esempio l’ingresso in nuovi mercati come l’Azerbaigian e il Kazakhstan mentre fra le grappe più vendute entra nella top three il vitigno Ruchè, una chicca tutta monferrina che ottiene un successo crescente ottenendo il terzo piazzamento fra i distillati di singolo vitigno piemontese alle spalle di Moscato Barricata e Barolo Riserva. Altro numero significativo è, durante il 2023, il superamento dei 100.000 accessi nei cinque Grappa Store creati da Mazzetti d’Altavilla nel Nord-Ovest, un dato di assoluto rilievo che evidenzia l’interesse del pubblico italiano e straniero che affolla le boutique del distillato (allo Store di Alba provenienze anche da Nuova Zelanda, Perù…). Ma un’altra buona novella che il 2023 regala a Mazzetti d’Altavilla è un nuovo record di riconoscimenti che sono giunti da concorsi italiani e mondiali: sono oltre venti le medaglie attribuite a spirits firmati Mazzetti d’Altavilla fra le quali spiccano, a livello nazionale, l’Alambicco d’Oro (Best Gold per la Grappa di Barbera e Gold per la Grappa di Moscato e la 1786 Grappa di Moscato perfezionata in botti usate per Vermouth di Torino, oltre all’attestato di fedeltà), Bibenda (5 Grappoli per Le Origini, Grappa di Ruchè Riserva Vigna del Parroco), Spirito Autoctono (Ampolla D’Oro per l’Amaro Forte), Mediterraneo Packaging (Le Origini e Oro di Mazzetti), Qualità Italia (Primo Premio per categoria Grappa Invecchiata per 7.0 – Grappa di Ruchè Barricata), Grappa Award (Oro per Le Origini e Argento per Riserva Vitae) e Barawards (Selezione di Le Origini per il Premio Innovazione dell’Anno di Bargiornale). A premiare la qualità degli spirits Mazzetti d’Altavilla nel 2023 sono stati anche le prestigiose competizioni internazionali come ad esempio l’“International Wine & Spirit Competition – IWSC 2023” che in Gran Bretagna ha premiato con l’Oro il Bitter Mazzetti, con l’Argento la Grappa di Moscato Barricata e con il Bronzo l’Amaro Forte mentre, in Germania l’”Internationaler Spirituosen Wettebewerb – ISW 2023” ha attribuito la Medaglia Gold al Bitter e la Silver al Gin Mazzetti.

Un Oro anche per l’aromatica Riserva Gaia Mazzetti alla Spirits Selection by Concours Mondial de Bruxelles mentre la Guida Falstaff, destinata al mercato in lingua tedesca, ha selezionato (attribuendo ben 94 punti) la Riserva 18.46, la Riserva Gaia Mazzetti e la Grappa di Barolo Riserva.

Le soddisfazioni non finiscono qui: il Grappa & Cioccolato Store di Alba, nato dalla partnership fra Mazzetti d’Altavilla e Baratti & Milano, è stato selezionato nell’ambito dell’“ADI Design Index 2023” (Categoria Exhibition Design) nel percorso di preselezione per l’edizione 2024 del Compasso d’Oro, fra i più antichi e autorevoli premi mondiali di design, istituito nel 1954 e prossimo alle sue prime 70 candeline. Il concept innovativo della boutique langarola di distillati e cioccolati la scorsa estate aveva già ottenuto la prima ribalta internazionale grazie al “Big See Interior Design” tenutosi in Slovenia.

“Vogliamo intendere queste gratificazioni – commentano brindando alle Feste Chiara, Silvia ed Elisa Belvedere Mazzetti, alias la settima generazione dei “Distillatori dal 1846” – come l’ennesimo punto di partenza e non di arrivo: anche nel 2024 continuerà l’impegno di comunicazione del distillato italiano di eccellenza in Italia e nel mondo lavorando costantemente, nella nostra sede, per attirare il pubblico di visitatori interessati a conoscere con consapevolezza il mondo degli spirits km0 e ad approfittare dei nostri spazi per eventi ed esperienze multisensoriali.”

Chiaro il riferimento al “PianoRamico” ovvero il piano più elevato della sede in cima ad Altavilla Monferrato, in cui i lavori di restauro hanno dato vita ad un’ambiente suggestivo con affaccio ai vigneti dai quali arrivano le vinacce distillate nella “Casa della Grappa”. A ulteriore conferma di come i distillati possano diventare anche calamita turistica.

+info: www.mazzetti.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

1 + 16 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina