Pinterest LinkedIn

Dopo il calo nel 2023 e le continue sfide nel 2024, si prevede che la ripresa globale delle bevande alcoliche inizierà nel 2025, secondo nuovi dati e previsioni completi dell’IWSR, l’autorità globale sui dati e sull’intelligence delle bevande alcoliche.

Per la prima volta in quasi 30 anni, l’IWSR ha registrato un calo (-2% nel 2023) del volume degli alcolici venduti nel mercato chiave degli Stati Uniti. Nel frattempo, il totale globale delle bevande alcoliche (TBA) è diminuito del -1% in volume ed è aumentato del +2% in valore ($ USA, tasso di cambio variabile) nel 2023. Escludendo gli alcolici nazionali come baijiu e shochu, i volumi globali sono diminuiti del -1% e valore aumentato del +3%.

Sebbene alcuni segnali più positivi stiano iniziando ad emergere nel 2024, il mercato globale TBA rimane debole dopo diversi anni di crescita superiore al trend, con sfide che dovrebbero continuare fino al 2025 con il riequilibrio della spesa delle famiglie dopo le forti pressioni inflazionistiche degli ultimi due anni. Si prevede che quest’anno i volumi TBA aumenteranno solo del +0,4%. Quando arriverà la ripresa, si prevede che la crescita sarà relativamente modesta, con volume e valore in aumento a un CAGR del +1% tra il 2023 e il 2028, con la principale crescita del valore proveniente da India, Cina e Stati Uniti.

Il principale mercato in crescita in termini di volume nel 2023 è stato l’India. Altrove, mercati tra cui Colombia, Filippine e Tailandia hanno registrato aumenti di volume e valore. Nel 2023, il mercato statunitense degli alcolici (volumi in calo del -2%) è diminuito per la prima volta in quasi 30 anni e tutte le principali categorie TBA hanno registrato un calo dei volumi, ad eccezione della tequila, di alcuni segmenti di whisky statunitense e dei prodotti RTD. La Cina ha registrato cali di volume in una serie di categorie, tra le preoccupazioni per il rallentamento della crescita economica e l’aumento della disoccupazione tra i consumatori più giovani.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web


RALLENTAMENTO PREMIUMIZZAZIONE

La premiumizzazione ha subito un ulteriore rallentamento, con cali di volume nella fascia di prezzo premium sia per gli alcolici (-3%) che per il vino (-3%), sebbene i livelli di prezzo super-premium e superiori abbiano mostrato una maggiore resilienza (0% e -2% rispettivamente ). La birra premium ha sovraperformato, guadagnando il +2% in volume e il +5% in valore, poiché i consumatori danno sempre più priorità alla convenienza oltre alla qualità. La premiumizzazione è continuata nel travel retail globale, nonostante un notevole aumento dell’attività promozionale tra le fasce di prezzo più elevate.

CRESCITA CONTENUTA PER I SUPERALCOLICI

Gli alcolici hanno avuto un 2023 poco brillante, con volumi stabili rispetto al 2022. Si prevede che una crescita contenuta ritornerà negli anni a venire, con CAGR 2023-28 previsti del +1% (volume) e +2% (valore) esclusi gli alcolici nazionali. Includendo gli alcolici nazionali (come baijiu e shochu), i volumi dovrebbero rimanere stabili, con un valore in aumento del +1% CAGR. L’universo della premiumizzazione degli alcolici si sta restringendo: mentre l’agave è stata il motore principale della crescita premium e superiore in un’ampia gamma di aree geografiche nel 2023, il boom del gin si è concluso ancora più rapidamente di quanto previsto, con marcati cali rispetto ai massimi pandemici in chiave mercati come Regno Unito (volumi 2022-23 -14%) e Spagna (-11%).

Annuario Birre Italia Birritalia 2023-24 Beverfood.com
Annuario Birra Italia Birritalia 2023-24 beverfood.com
LA BIRRA RIMANE STABILE, CON OPPORTUNITÀ DI CRESCITA

Nonostante un calo del -1% nei volumi globali di birra nel 2023, la categoria ha registrato un aumento in valore del +4% e si prevede che registrerà una crescita CAGR del +1% sia in volume che in valore tra il 2023 e il 2028. Il Sudafrica è stato un anno positivo nel 2023, con volumi di birra in aumento del +9% grazie a una combinazione di convenienza in un’economia difficile e investimenti da parte dei proprietari dei marchi. Si prevede che il mercato continuerà a crescere ad un CAGR in volume del +3% fino al 2028. Il Brasile è un altro fattore chiave per il futuro, poiché aggiunge la crescita più incrementale da un singolo mercato e si prevede che si espanderà a un CAGR del + 3% fino al 2028 (sia in volume che in valore).

IL DECLINO DEL VINO RAVVIVATO DAL ROSATO

Il declino strutturale del mercato globale del vino è continuato nel 2023, con volumi in calo del -4% rispetto al 2022. Si prevede che i cali dei volumi persisteranno fino al 2028 – a un CAGR del -1% – con una crescita del valore piatta. L’oscurità generale che avvolge la categoria è risollevata dal forte appeal dei rosé premium in mercati chiave come Stati Uniti, Regno Unito e Australia. La popolarità del rosato è alimentata da una serie di fattori, tra cui la sua consistenza e bevibilità; un’immagine divertente e allegra associata a occasioni sociali come brunch senza fine e intrattenimenti estivi all’aperto; e una miriade di marchi ambiziosi, riconoscibili ed eleganti.

Ricevi le ultime notizie! Iscriviti alla Newsletter


GLI RTD CONTINUANO A BRILLARE

Nel 2023, i prodotti di ristorazione sono stati i protagonisti del mercato globale delle bevande alcoliche, l’unica grande categoria a registrare una crescita in termini di volume (+2%), insieme a un forte aumento del valore del +6%. Si prevede che questa crescita continuerà, con una previsione di crescita sia in termini di volume che di valore ad un CAGR del +3% tra il 2023 e il 2028. Man mano che si espandono, i prodotti di ristorazione stanno diventando sempre più sofisticati: cocktail e long drink continuano a prendere quota mentre i consumatori esplorano più opzioni premium, oltre a cercare alternative più convenienti e convenienti alle tradizionali categorie di bevande alcoliche.

GLI ALCOLICI DI AGAVE GUADAGNANO TERRENO

Gli Stati Uniti continuano a dominare il mercato globale degli alcolici di agave – registrando una crescita del +4% (volume) e del +7% (valore) nel 2023 – con una solida crescita nelle fasce di prezzo premium-plus. Rappresenterà la stragrande maggioranza della futura crescita del valore della categoria, che si prevede si espanderà a livello globale a un CAGR del +6% tra il 2023 e il 2028. Ma gli alcolici di agave continuano a guadagnare terreno al di fuori degli Stati Uniti e del Messico, con un aumento del 13% in volume e del 25% in valore nel 2022-23. Oltre a sottrarre spazio sugli scaffali alla categoria in declino del gin in mercati come il Regno Unito e la Spagna, l’agave sta guadagnando quote di alcolici in altre destinazioni chiave, tra cui Canada e Australia.

Guida Guidaonline Bibite e Succhi Beverfood.com 2023 bevande analcoliche energy sport drink thè caffè freddi succhi nettari
GuidaOnline Bibite e Succhi Beverfood.com 2023 Bevande Analcoliche bibite mixology thè e caffè freddi energy sport drinks Succhi Nettari Bevande Frutta Funzionali Horeca Concentrati
IL NO-ALCOL È SOSTENUTO

Tutte le categorie analcoliche hanno registrato guadagni impressionanti nel 2023: i volumi globali di birra analcolica sono aumentati del +6%, il vino fermo/spumante è cresciuto del +7% e gli alcolici analcolici hanno continuato la loro recente crescita a doppia cifra con un +15% aumento del volume. In termini di valore la crescita è stata ancora più elevata. Man mano che la moderazione diventa mainstream, viene abbracciata dai consumatori per ragioni finanziarie e di salute, portando a cambiamenti dello stile di vita a lungo termine. Le pressioni normative in numerosi mercati globali rafforzano queste tendenze, così come l’influenza delle linee guida sul consumo di alcol da parte di governi e agenzie mondiali.

+ INFO: www.theiwsr.com/

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia 23-24 Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

3 × uno =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina