Pinterest LinkedIn

Per alcuni è una moda, una fascinazione temporanea, ma per i più è una vera e propria rivoluzione, che ricostruisce e rinforza il rapporto fra il vino e il suo territorio. Parliamo del vino naturale, un tema che divide gli appassionati di enologia.

vini-naturali-e-altri-vins-sains

Quello della naturalità dei vini è un argomento complesso, a partire dalla loro definizione: non esiste una designazione legale di vino naturale, quindi non ci sono regole precise che ne disciplinano la produzione. Ma questo non significa che ognuno fa come gli pare: i vignaioli naturali sono accomunati dall’essere tutti molto meno interventisti dei loro colleghi in tutte le fasi della produzione: in pratica, non usano prodotti chimici in vigna, poca o nulla solforosa in bottiglia, niente lieviti selezionati in laboratorio. In altri termini sono banditi diserbanti, fitofarmaci e fertilizzanti di sintesi (permessi solo rame e zolfo in minima quantità), e si usa pochissima anidride solforosa, convenzionalmente usata per conservare e disinfettare il vino (ma alcuni riescono anche a bandirla del tutto!); allo stesso modo, ai lieviti selezionati si preferiscono quelli indigeni, frutto di una selezione naturale avvenuta nel territorio di crescita.

Databank excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Aziende Beverage Bevande Tabella Campi records

Insomma è tutto meno calcolato, le uve sono accompagnate nella loro trasformazione in vino, non forzate ad assumere caratteri ben precisi. Con l’uso della tecnologia in cantina si possono ottenere vini perfetti, senza alcun tipo di difetto, ma uguali a tanti altri: quello che i vinificatori naturali vogliono fare è invece un vino che sia l’espressione del terroir di appartenenza, magari con qualche odore più particolare, ma di ottima qualità. Ci sono tanti vini naturali buoni quanto cattivi, ma questo vale per tutti i vini, anche quelli convenzionali.

Databank excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Aziende Beverage Bevande Tabella Campi records

A Terra Madre Salone del Gusto si potrò cogliere l’opportunità di approfondire questo argomento, partecipando al Laboratorio del Gusto I PADRI DEL VINO NATURALE. Per cercare di capirne di più, cosa c’è di meglio di ascoltare le storie di chi ogni giorno lavora per fare una produzione più libera e meno nociva per l’ambiente e il nostro corpo? Ovviamente accompagnando il racconto al piacere dell’assaggio di alcuni dei migliori prodotti delle loro cantine. Con I PADRI DEL VINO NATURALE sarà facile capirne di più e scoprire qual è la via verso un’enologia più sostenibile per tutti.. E se volete saperne di più su questo tema, non perdetevi gli altri appuntamenti che Terra Madre Salone del Gusto dedica ai vini naturali, per es. NATURALMENTE BEAUJOLAIS, oppure IL MUSCADET AL NATURALE, o ancora LA CATALOGNA FRANCESE: NATURALE ALLO STATO PURO e FORMAGGI A CAGLIO VEGETALE E VINI NATURALI.

 

A cura di Francesca Monticane

+ info: www.salonedelgusto.com/it/alle-radici-del-vino-naturale/

per il DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DI VINNATUR si rimanda a:
www.vinnatur.org/disciplinare-di-produzione-del-vino-vinnatur/

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

3 × 2 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina