0

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Una volta disattivato l'AD Block se vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina
Pinterest LinkedIn

Nell’ottobre scorso la gestione dell’azienda vinicola Caldirola di Missaglia (LC) è passata ad una nuova società controllata dalla vinicola piemontese Morando. Il nuovo management dell’azienda brianzola ha varato un ambizioso programma di rilancio che prevede il potenziamento dello stabilimento di Gattinara (VC), un allargamento dell’offerta sulla GDO ed un forte sviluppo dei propri marchi sui mercati esteri. La società dovrebbe chiudere il 2008 con vendite per ca. 50 mio euro e per il 2009 punta ad un fatturato di 60 mio euro.


A causa del disaccordo fra i precedenti azionisti di riferimento, la gestione della vinicola Caldirola, leader nel segmento convenienza nel canale gdo, è passata di mano nell’ottobre scorso. E’ stata costituita una nuova società, controllata dalla casa vinicola astigiana Morando, che ha preso in affitto per 5 anni (con diritto di prelazione d’acquisto) l’azienda Caldirola, con le sue due strutture di produzione a Missaglia (LC) e Gattinara (VC) ed i vari marchi con cui opera sul mercato (Caldirola, La Cacciatora, Maestri Cantinieri, ecc.). Il nuovo management, guidato dall’Amministratore Delegato Michele Redaelli, ha tempestivamente varato un piano di riorganizzazione e sviluppo per riportare in crescita il fatturato dell’azienda e migliorare l’immagine sui mercati. I primi risultati sono già riscontrabili: la neo-proprietà ha assorbito tutti i dipendenti delle precedenti aziende vinicola Brianvini e Bellavita (già legate alla vecchia proprietà), in vista di una semplificazione della struttura, programmando, inoltre, 3 milioni di euro per migliorie allo stabilimento di Gattinara.

Ma le novità in casa Caldirola non finiscono qui e prevedono anche forti investimenti per valorizzare i marchi e qualificare la presenza nella grande distribuzione. A questo scopo, già nella prima parte del 2008, l’azienda aveva ampliato la gamma La Cacciatora e alla Barbera d’Asti Doc si sono aggiunti altri vitigni, tra cui Chianti Docg, Lambrusco di Modena Igt e Bonarda Oltrepò Pavese Doc. La società Caldirola ha deciso anche di lanciare dei nuovi formati: alle bottiglie da 0,75 e 1,5 litri della linea La Cacciatora si affiancherà il formato da 1 litro, mentre la linea Maestri Cantinieri a breve si presenterà con il nuovo packaging in brik da litro. Caldirola punterà, infine, sullo sviluppo in alcuni mercati dell’Est europeo ai quali accedere tramite accordi di fornitura con gli attuali partner della gd in Italia che operano anche su questi mercati (es. Billa, Metro, Carrefour).

Le proiezioni parlano di chiudere l’anno in corso con un fatturato di 50 milioni di euro e vendite a quantità per ca. cento milioni di litri. I dati confermano inoltre un equilibrio commerciale nei vari canali distributivi, dove permane la netta preponderanza della GDO che rappresenta infatti il 67% delle vendite. Leader incontrastato nella dama (mini-damigiana) da 5 litri – con 4 milioni di pezzi venduti – Caldirola vuole però migliorare le proprie quote anche negli altri segmenti di confezione. “Nella nostra decisione di rilevare l’azienda, garantendo la salvaguardia occupazionale a tutte le maestranza”, spiega Radaelli, “siamo stati incoraggiati dai nostri stessi partner della distribuzione moderna … che ci hanno fattivamente aiutato nella fase di ricodifica….È nostro obiettivo”, prosegue Radaelli, “rinsaldare i rapporti di partnership con la GDO, cui garantiamo elevata marginalità e prezzi competitivi sui vini a nostro marchio e su quelli private label. Allo stesso modo intendiamo rafforzare e stabilizzare il rapporto di partnership con le cantine sociali e con i viticoltori privati che ci forniscono la materia prima”.

Fonti: www.winenews.it/print.php?c=edicola&id=15100&dc=57
www.casateonline.it/2008/10/10/missaglia-la-caldirola-vini-rilevata-dalla-morando-tutti-salvi-i-posti-di-lavoro-la-societa-piemontese-preannuncia-nuovi-investimenti-e-altre-assunzioni/
www.distribuzionemoderna.info/content.php?id_sezione=7&id=181&colonna=1&vetrina=0

Uff. stampa CREA  Fabrizio Conti Riva – Stefania Casagranda    t. 051 2961230  f. 051 274598 press@creacomunicazione.com

INFOFLASH/CALDIROLA
Nata nel 1897, è negli anni quaranta che l’azienda avvia una vera e propria attività commerciale, pur nel ristretto ambito dei confini locali e provinciali. Quindi, sul finire degli anni settanta, la svolta decisiva: intuendo le enormi potenzialità di mercato espresse dalla Grande Distribuzione Moderna, l’azienda indirizza su questo settore i propri sforzi imprenditoriali realizzando un trend di crescita continuo che le ha consentito di consolidare la propria posizione sull’intero territorio nazionale, sino a conquistare posizioni leadership nel canale moderno. Caldirola è inoltre presente in 48 Paesi esteri. Elementi distintivi che caratterizzano la politica aziendale si fondano principalmente su: ampia gamma dei prodotti in grado di soddisfare ogni esigenza di consumo; rapporto qualità prezzo di ottimo livello; mix di servizi ad hoc per le unità di vendita della GDO. In termini produttivi la società si avvale delle due strutture produttive di Missaglia (LC) e Gattinara (VC). +info: Caldirola srl • Via San Bartolomeo, 8 • 23873 Missaglia (LC) www.caldirola.it

INFOFLASH/MORANDO
L’attività della Casa Vinicola Morando (CA.VI.M) è riconducibile alla fine dell’ottocento. Nel tempo l’attività produttiva si è trasformata da artigianale a tecnologicamente all’avanguardia, pur sempre con un occhio di riguardo alla tradizione. Situata strategicamente tra le province di Asti, Cuneo ed Alessandria, in una zona collinare tra le più rinomate al mondo per le coltivazioni viticole, la Morando produce e confeziona vini in bottiglia, brik e bag in box, superando, nell’anno, i quaranta milioni di unità. L’azienda si rivolge soprattutto alla grande distribuzione italiana ed estera; è presente sul mercato sia con marchi propri che con private labels ed è impegnata in collaborazioni di co-packer con importanti aziende nazionali del settore, La società è controllata e diretta dall’enolologo Ermanno Soria + INFO: Casa Vinicola Morando s.r.l. 14056 – Costigliole d’Asti, Fraz. Boglietto – P.zza Stazione, 41- Tel. +39 0141.96.85.55 – Fax. +39 0141.968612 – www.morando.com

Se volete ricevere con regolarità la segnalazione di tutte le nostre news sul settore del beverage, iscrivetevi gratuitamente alla nostra bevernews. –> ISCRIZIONE

LE ALTRE BEVERNEWS DELLA SEZIONE: —-> wine & spirits

LE ALTRE DOCUMENTI DELLA SEZIONE: —-> wine & spirits

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia - The Art of Perfection - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

sei − sei =