Pinterest LinkedIn

La rivista statunitense «Wine Enthusiast», una delle più influenti riviste internazionali del vino, ha assegnato al Trentino il titolo di regione vitivinicola 2020 nel mondo. Contando 25.232 acri di vigneto, la provincia rappresenta appena l’1,6% della superficie vitata della nazione.

Molto lontano dagli Stati Uniti, ma vicino alla provincia italiana, altri riconoscimenti prestigiosi che premiano il vino trentino: alla degustazione organizzata dall’autorevole rivista austriaca Falstaff, sono stati ottenuti i seguenti punteggi (gli stessi del 2019) dagli Spumanti 600UNO, Trento DOC:

  • Brut 92 punti
  • Dosaggio Zero 91 punti
  • Rose’ 91 punti

600UNO brut è primo subito dopo millesimati o riserve Trento DOC che ottengono punteggi poco superiori: 93 punti a Rotari Flavio 2012, 94 a Piancastello Brut Riserva 2014 Endrizzi, 95 a Riserva Lunelli Extra Brut 2009 che hanno posizionamenti prezzo molto più alti. Un riconoscimento di qualità che premia il lavoro dei viticoltori trentini, dell’Enologo Giuseppe Secchi e del Presidente di Cantina Sociale di Trento, Alfredo Albertini.

“Con Le Selezioni e 600UNO Trento DOC stiamo aumentando la nostra penetrazione nella clientela particolarmente attenta. 600UNO Trento DOC Brut, a base di uve Chardonnay, al quale si affiancano la versione Dosaggio Zero e Rosè, da uve di Pinot Nero, ultimo uscito della linea, risultano particolarmente apprezzati nella mescita mentre Le Selezioni Concilio, enologicamente elaborate, sono inserite nelle carte vini più interessanti.” Dichiara il Direttore Vendite, Gianni Manega.

Alfredo Albertini, Giuseppe Secchi, Gianni Manega
Alfredo Albertini, Giuseppe Secchi, Gianni Manega

Un altro riconoscimento per 600UNO, al Merano Wine Festival, al via per la 29esima edizione, in digitale, dal 6 al 10 novembre. 600UNO Trento DOC Dosaggio Zero premiato con The Wine Hunter Award ROSSO

Cantina Sociale di Trento sarà inserita nella piattaforma The WineHunter HUB tramite uno spazio dedicato con le informazioni generali sulla cantina.

VITIGNI

Sono utilizzate le migliori uve di Chardonnay prodotte sulle colline attorno alla città di Trento ad almeno 600 m. di altitudine in vigneti con terreno prevalentemente calcareo dall’ottima esposizione.

VINIFICAZIONE E PRESA DI SPUMA

Le uve sono raccolte a mano verso la seconda metà di agosto e vinificate con la più idonea procedura tecnica: diraspatura, macerazione sulle bucce di 10/12 ore, decantazione naturale del mosto, aggiunta di lieviti selezionati e fermentazione a 14-16°C. In primavera viene preparata la cuvée per la seconda lenta fermentazione in bottiglia e affinamento sui lieviti di 24-28 mesi che donano al TrentoDOC delle note sensoriali caratteristiche, rese più evidenti nella tipologia nature o dosaggio zero.

Per saperne di più www.concilio.it/it/vini-del-trentino/spumante-trento-doc/

Rinaldi 1957, oltre a un ricco portafoglio di distillati e liquori vanta un importante portafoglio vini pari al 45% del fatturato.

Il numero di bottiglie di vino vendute nel 2019 è pari ad 1.250.000, con trend del +8% sulle bottiglie vendute nel 2018. Ci sono vini rappresentativi delle regioni italiane, tra cui alcuni 3 bicchieri Gambero Rosso.

 

RINALDI 1957

Rinaldi oggi ha superato i 61 anni di storia e rappresenta una società di sviluppo di Brand e di distribuzione specializzata nel canale On Trade, a cui si affidano oltre novemila clienti che ricercano qualità e servizio d’eccellenza.
Giuseppe Tamburi, Marcello de Vito Piscicelli, Valerio Alzani, Gabriele Rondani sono alla guida della società che, oltre a un ricco portafoglio di distillati e liquori, vanta un ingente portafoglio vini pari al 40% del fatturato.
Tra gli spirits che meglio rappresentano Rinaldi 1957, non mancano autentici leader internazionali d’immagine, quali i rum Don Papa, Centenario; il Brandy spagnolo di lusso Cardenal Mendoza, Porto Taylor’s, Cognac Hine, Armagnac Janneau, Calvados Boulard, Whisky Teeling, Glenfarclas, Douglas Laing, Batida de coco Mangaroca.  Negli ultimi anni a fianco delle pluripremiate grappe Nannoni e Pilzer, si sono aggiunti il gin Ginepraio, Amaro Formidabile, il Vermouth OSCAR.697 che compongono il “Negroni Formidabile”, un intramontabile cocktail rivisitato da Rinaldi. Kamiki, Kura Kirin Fuji Sonroku, Vodka Imperial Gold (la più venduta in Russia nel segmento premium), Tequila Viviana e Los Tres Tonos, mezcal Tier.

Dal 1999 l’azienda Rinaldi commercializza direttamente un qualificatissimo assortimento di vini italiani e stranieri, di medio-alto profilo ma anche di grande bevibilità, capaci di rappresentare il loro territorio, tra cui lo Champagne Jacquart, gli Spumanti Franciacorta La Montina e il Prosecco Valdobbiadene e DOC “Serre di Pederiva” e un ricco portafoglio di prodotti italiani d’eccellenza, tra cui si possono trovare i vini dell’azienda H.Lun, la più antica cantina privata dell’Alto Adige, i vini del cuore del Chianti di Castello Vicchiomaggio, il Verdicchio di Matelica della cantina Belisario, o il Barolo Monvigliero della cantina di Pietro Rinaldi. Questi sono solo alcuni dei preziosi prodotti distribuiti in Italia da questa importante realtà e se ne possono trovare molti altri consultando la parte dedicata del sito web dell’azienda: Concilio, Branko, Valpantena, Gaggioli, Villa di Corlo, Celli, Le Lupinaie, Poggio Rubino, Casa di Terra, Contesa, Marianna, Poderi Parpinello e le birre artigianali Apec.

Scheda e news: Rinaldi 1957 S.p.A.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

12 − quattro =