Tag

premi e riconoscimenti enologici – vino

Browsing

La Carpenè-Malvolti celebra il 120° anniversario dell’istituzione della “Medaglia d’Oro Antonio Carpenè” con una suggestiva cerimonia nell’Aula Magna del CIRVE – Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Viticoltura ed Enologia dell’Università di Padova presso il Campus Viticolo ed Enologico di Conegliano – svoltasi questa mattina alla presenza delle Istituzioni e dei vincitori dei due riconoscimenti attribuiti dalla stessa Carpenè-Malvolti agli Studenti più virtuosi dell’Istituto Cerletti e della Fondazione ITS Academy: la stessa “Medaglia d’Oro Antonio Carpenè” e la “Borsa di Studio Internazionale Etilia Carpenè Larivera.

Ferrari Trento balza all’undicesimo posto come miglior destinazione enoturistica secondo World’s Best Vineyards, la classifica che seleziona le più belle cantine al mondo, fondata da William Reed, storico editore inglese che organizza anche i prestigiosi “World’s 50 Best Restaurants” e “World’s 50 Best Bars”, assolute autorità nel mondo della ristorazione e della mixology.

I 130 membri della giuria internazionale del 31° Gran Premio Internazionale del Vino Mundus Vini dopo una serie di rigorose degustazioni alla cieca hanno assegnato i loro punteggi. Nella classifica delle migliori nazioni produttrici di vino, emerge che l’Italia, con 413 vini, è ancora una volta il Paese con il maggior numero di vini eccellenti. La Spagna segue al secondo posto con 334 premi, completata al terzo posto dalla Germania con 192 premi.

Continua il successo globale di Valdo confermato da riconoscimenti e premi internazionali. Con grande orgoglio e soddisfazione, l’azienda leader del Prosecco Superiore DOCG, annuncia che Cuvée di Boj ha ricevuto la medaglia d’oro al concorso Champagne&Sparkling Wine Championship presieduto da Tom Stevenson, la competizione di bollicine più attesa, prestigiosa e rigorosa al mondo, che nella sua giuria vanta nomi e personalità del calibro di Essi Avellan Mw e George Markus.

La “Medaglia d’Oro Antonio Carpenè” è stata consegnata oggi 13 Novembre, nell’Aula Magna del CIRVE (Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Viticoltura ed Enologia) dell’Università di Padova presso il Campus Viticolo ed Enologico di Conegliano, agli Studenti più meritevoli della Scuola di Viticoltura ed Enologia G.B. Cerletti che si sono distinti per l’eccellenza del proprio curriculum studiorum negli esercizi scolastici 2019-2020 e 2020-2021.

Vision, ma anche coerenza rispetto a uno spirito pionieristico iniziale che ha creato il fenomeno delle bollicine di Franciacorta. E’ tanta la soddisfazione nel quartier generale di Borgonato per il riconoscimento di Cantina dell’anno 2022 per il Gambero Rosso alla Guido Berlucchi. Un premio che arriva in un periodo speciale, nell’anno che celebra il 60°anniversario della prima bottiglia di Franciacorta, creata da Franco Ziliani nel 1961.

La 12ª edizione del prestigioso Gran Premio Internazionale del Vino Biologico MUNDUS VINI BIOFACH ha attribuito la medaglia d’oro e il premio Best Organic Sparkling Wine 2021 a Valdo Prosecco Bio DOC. Una grandissima soddisfazione per tutta la Valdo che segue ai molteplici riconoscimenti ricevuti lo scorso anno per la stessa etichetta: medaglia d’oro al Berliner Wein Trophy e all’AWC di Vienna; doppia medaglia d’oro al Sakura Awards; 91 punti al Falstaff Trophy – Tutto Prosecco e 90 punti al Vinitaly – Wine without walls.

I migliori vini dell’Emilia Romagna 2021

La varietà del panorama vitivinicolo dell’Emilia Romagna

L’area del Lambrusco, dove sono in corso le grandi manovre verso l’unificazione dei Consorzi prevista per il 2021, si rivela ancora una volta una terra dove il Sorbara fa la parte del leone. Inoltre, è da seguire con interesse lo sviluppo delle varianti “alternative” alla consueta rifermentazione in autoclave, vale a dire Metodo Classico e Ancestrale. Va detto comunque che anche dal mondo del Lambrusco di collina arrivano segnali interessanti, soprattutto dalle parti di Castelvetro e dintorni. Altra realtà molto dinamica è quella del Pignoletto, dove nel ginepraio delle denominazioni e delle tipologie riescono a farsi strada prodotti di un certo interesse, in particolar modo sul piano dei profili aromatici. Risalendo la Via Emilia, a Parma e Piacenza mancano a nostro avviso indicazioni chiare da parte dei rispettivi Consorzi circa i vini su cui puntare con decisione.

Montalcino sugli scudi con la 3^ posizione per il Brunello di Montalcino Le Lucére 2015 di San Filippo dalla top 100 di Wine Spectator, la speciale classifica sui migliori vini del pianeta redatta come ogni anno dalla rivista americana di settore tra le più influente al mondo. Un Brunello di Montalcino torna sul podio e si attesta al primo posto tra i vini italiani per Wine Spectator.

Vitae in diretta, una finestra aperta sulla viticoltura italiana, un balcone inteso come osservatorio permanente di un comparto del vino che non si è fermato anche se è stato uno di quelli maggiormente colpiti dalla pandemia Covid-19. Non si è fermato neanche il lavoro dell’Associazione Italiana Sommelier, che sabato 5 dicembre ce l’ha fatta a presentare in diretta Facebook la Guida Vitae 2021 con la consegna dei tanto attesi premi Tastevin. Dopo i problemi della scorsa settimana che avevano costretto a rimandare l’atteso appuntamento, il presidente Nazionale AIS Antonello Maietta insieme al giornalista Gianluca Semprini, hanno annunciato i nomi dei ventidue produttori, uno per regione, insigniti del prestigioso Tastevin AIS. Sono stati loro, insieme ai rappresentanti dell’Associazione, a parlare delle proprie etichette, e a descrivere le vicende affrontate durante un anno vinicolo peculiare come il 2020.