Pinterest LinkedIn

Rocca dei Forti, azienda spumantistica del Gruppo Togni, chiude il 2013 con un importante incremento delle vendite, pari ad un +11,1% in valore e +8,9% nei volumi nel canale moderno rispetto l’anno precedente, nel quadro di una ripresa del mercato delle bollicine che segna un + 4,7% in valore e un +3,4% nei volumi (dati SymphonyIri Group). L’azienda marchigiana ha fatto registrare la migliore performance di crescita per il secondo anno consecutivo fra le realtà leader del settore.

 

Grossisti importatori distributori bevande alimentari Banchedati Database excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Tabella Campi records Industria Alimentare e Ingrosso

 

Annuario Acquitalia Acque Minerali Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Nel segmento “altro secco” Rocca dei Forti si conferma ampiamente leader, con una quota a volume del 26,1%: qui il Brut Rocca dei Forti, il più venduto in Italia in questa fetta di mercato, si conferma il prodotto che da sempre contraddistingue l’azienda in termini di risultati e di riscontro a livello di consumatore.“Abbiamo centrato le esigenze del consumatore, che continua a premiarci e che negli anni sempre di più apprezza il nostro spumante – commenta Paolo Togni, alla guida del Gruppo –; il successo di Rocca dei Forti è costruito sulla credibilità del marchio; anche in anni di congiuntura non favorevole per i consumi, abbiamo scelto di investire e di innovare, dando prima di tutto valore al prodotto. Siamo un’azienda fortemente orientata al mercato e puntiamo ad essere sempre propositivi, apportando novità in uno schema solitamente tradizionale come quello degli spumanti”.

Positivo il bilancio delle festività, che ha visto l’azienda marchigiana protagonista con i suoi prodotti consolidati nella tradizione della spumantistica italiana e con la special edition appositamente realizzata: Rocca dei Forti Festivity, un prodotto pensato per emozionare, valorizzando la capacità insostituibile delle bollicine di animare la festa. Tra i fattori vincenti, una presenza molto incisiva sui punti vendita con packaging innovativi e investimenti in comunicazione; in particolare, una campagna pubblicitaria trasmessa sulle principali emittenti televisive e incentrato sullo slogan ‘brinda italiano’: un messaggio di positività ma anche il segno di un’azienda profondamente legata al proprio territorio. Rocca dei forti è oggi la terza azienda spumantistica per volumi di vendita nel canale moderno in Italia. Tra le principali strategie di sviluppo per il 2014, l’attenzione ai mercati esteri, in particolare Russia, Cina, Usa, Canada, India e alcuni paesi del continente africano, come Kenya, Nigeria e Sudafrica.

 

INFOFLASH GRUPPO TOGNI
Il Gruppo Togni sviluppa le sue attività in tre aree di business: spumanti, acque oligominerali, vini. L’esperienza nella produzione delle bollicine nasce negli anni ’50 del secolo scorso a Serra San Quirico, nelle Marche, con la prima azienda a gestione familiare; oggi uno stabilimento da 20mila metri quadri vede Rocca dei Forti come marchio di punta. Nel 2005, con l’acquisizione della Cantina CasalFarneto di Serra de’ Conti, Togni avvia la produzione di vini, con il Verdicchio come vitigno principe. Accanto a spumanti e vini, le acque Togni: Frasassi, Gocciablu, San Cassiano, Gaia e Fonte Elisa, che sgorgano dalle sorgenti del Parco Naturale Gola della Rossa, Grotte di Frasassi e Parco Naturale del Monte Cucco. I prodotti Togni vengono distribuiti su territorio nazionale ed internazionale, sia nel canale Ho.Re.Ca che della Grande Distribuzione Organizzata. Il Gruppo Togni, con sede a Serra San Quirico (An), impiega oltre 100 addetti ed ha raggiunto nel 2013 un fatturato di oltre 47 milioni di euro.

 

+info:
www.togni.it – www.roccadeiforti.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

10 + 13 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina