Pinterest LinkedIn

Si chiama Sintesi, la nuova linea di Molini Fagioli, con le due nuove referenze Sintesi e Sintesi con Segale (SinTre), presentate in anteprima al Congresso di cucina Identità Golose andato in scena a Milano dal 9 all’11 marzo. Prodotti speciali, frutto di macinazione integrata®, con cereali macinati insieme per la prima volta. Una novità Sintesi che unisce grano tenero e grano duro mentre Sintesi con Segale (SinTre), unisce grano tenero, duro e segale. Il molino umbro porta avanti l’importanza di una materia espressione della tutela del territorio, rispetto della tradizione agricola, con l’uso della tecnologia solo per ottenere i migliori risultati.

Un progetto innovativo diffuso anche Identità Golose con masterclass dedicate agli addetti ai lavori durante l’edizione del prestigioso congresso internazionale di cucina. Un’occasione di formazione e confronto, per agronomi agricoltori, pizzaioli, panificatori, pasticceri e grandi chef. Una sintesi della filiera, che parte dal campo e arriva fino alle sapienti mani dei maestri dell’arte bianca e della cucina, con ingredienti di alta qualità e la passione di un molino autentico. Un incontro inusuale quello tra le materie prime che compongono Sintesi, ma che si trasforma in un prodotto all’avanguardia e dalla resa ottimale. Sintesi e Sintesi con Segale (SinTre) sono infatti macinati innovativi, capaci di fondere con grande equilibrio cereali diversi in un abbraccio armonioso. Prodotti unici nel proprio genere, che grazie a una studiata combinazione dei cereali, conferiscono ai due prodotti una speciale versatilità e performance rendendole così adatte a tantissime lavorazioni.

Molini Fagioli ha proposto un elogio alle materie prime genuine, esaltate da un racconto che parla di territorio e grande attenzione alla tracciabilità. Ci hanno pensato i professionisti del settore a mostrarne le grandi potenzialità, con masterclass che hanno visto protagonisti tra gli altri il presidente della associazione JRE – Jeunes Restaurateurs d’Europe, Alberto Basso, Lorenzo Di Bari, Roberto Tonola e Alessandro Bellingeri – panettieri, pizzaioli e pasticceri pluripremiati come Alessandro Spoto, Jacopo Mercuro, Francesco Capece, Francesco Oppido, Mario Cipriano e Andrea Sacchetti, e agronomi come Daniele Paci e i Docenti dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo.

 

La conferma del lavoro di Molini Fagioli, che da oltre settant’anni opera nel settore delle farine artigianali di qualità. Il molino agricolo, nato nel 1947 a Magione in provincia di Perugia, porta avanti un processo di crescita e sviluppo insieme agli agricoltori del territorio, l’Umbria – il cuore verde d’Italia – con cui ha stipulato accordi di filiera, processo che gli permette oggi di collocarsi tra le realtà artigianali più importanti del panorama molitorio italiano. Nell’ampia offerta di Molini Fagioli si distingue la linea Filiera Oirz, realizzata con grani di filiera certificata (Origine Italiana a Residuo Zero), la prima e unica farina in Italia certificata a Residuo Zero. Nella gamma, anche una birra, una 100% Blanche umbra da 4,5 gradi firmata Oirz in collaborazione con il Birrificio Altotevere.

+ info molinifagioli.it/

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

20 − diciannove =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina