Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Un mercato senza pace quello dei succhi di Frutta. Dopo l’Ananas nel 2016 e l’Arancia nel 2017, è già tempo di preoccupazioni per il 2018.

Unijus (l’unione nazionale interprofessionale di succhi di frutta in Francia) ha già suonato l’allarme a causa delle condizioni meteorologiche di quest’annata, che hanno avuto un impatto importante sulle rese di varie categorie di frutti destinati, tra l’altro, alla fabbricazione di succhi.

Le mele e l’uva sono le categorie più colpite . Per la Francia, è stimata una  diminuzione media delle colture di mele del  -8%. Di conseguenza, i prezzi del succo è già aumentato del 50% e i prezzi dei concentrati sono raddoppiati in un anno. La stessa tendenza per l’uva, con una coltura europea meno abbondante rispetto all’anno scorso(le ultime stime parlano di  -16%)

Altro frutto molto colpito dal clima è il pompelmo rosa, la cui produzione in Florida continua a diminuire e il cui prezzo è raddoppiato, anche a causa del passaggio degli uragani che non hanno risparmiato le coltivazioni.

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Surgiva Acqua Minerale - Dalla purezza dei ghiacciai eterni alle tavole dei migliori ristoranti

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

venti − quindici =