Tag

Trieste Coffee Experts

Browsing

Il sostegno ai dipendenti contro il carovita, seppur prevalente nelle grandi aziende, vede impegnate anche molte delle imprese più piccole. È il caso della Bazzara, piccola e storica torrefazione sita nel cuore della città di Trieste, che nell’ambito delle politiche di welfare, ha distribuito ai suoi dipendenti dai 1.000 ai 3.000 euro a testa, per un totale di oltre 25.000 euro netti tra dipendenti e collaboratori, che sono stati erogati ai venti componenti del gruppo sotto forma di fringe benefits per voucher trasformabili in benzina o gasolio, buoni spesa, cesti natalizi e rimborsi per le bollette domestiche riguardanti i consumi elettrici.

Il Trieste Coffee Experts, come ormai risaputo, è l’evento grazie al quale la Bazzara Communication riesce a connettere e far parlare le numerose e diverse realtà italiane del caffè che ben rappresentano il bello, buono e ben fatto del settore, creando, anche fra aziende concorrenti, una fitta rete di conoscenze, competenze e collaborazioni.

Dal 18 al 22 gennaio 2020 Bazzara Academy sarà presente al Sigep di Rimini allo stand 72 del padiglione D1. Il salone internazionale, leader del foodservice dolce, rappresenta un panorama di stakeholder completissimo: le filiere presenti, difatti, sono quelle di gelato, pasticceria, panificazioni artigianali, cioccolato e caffè.

Se è vero che tutte le rivoluzioni cominciano dalla testa della gente, l’evento organizzato dai fratelli Bazzara lo scorso 7 ottobre potrebbe costituire il detonatore per un cambiamento non cruento, ma epocale. Perché a Coffee(R)Evolution di teste ce n’erano tante: una cinquantina nella bella accademia triestina, tanto da renderla gremita, e alcune centinaia che seguivano le relazioni in streaming.

Bazzara

è un nome noto nel distretto del caffè triestino. Grande afflusso e soddisfazione negli stand dei fratelli Franco e Mauro Bazzara, figure di riferimento tra le torrefazioni di qualità. Con il Ceo Mauro Bazzara abbiamo discusso di caffè, dell’importanza della formazione e della diffusione della cultura nel mondo. Tra le novità due volumi tradotti in lingua russa.