Tag

vini doc

Browsing

Degustazioni guidate, blind tasting e incontri coi vigneron. Questa, la proposta del Consorzio di tutela vini Colline del Monferrato Casalese per la 61ma edizione della Festa del Vino di Casale Monferrato. Sei appuntamenti, distribuiti su tre fine settimana, organizzati in collaborazione con l’Ais (Associazione Italiana Sommelier) di Casale Monferrato e l’Enoteca Regionale del Monferrato, tutti presso il Castello Paleologo. Protagonisti unici degli incontri enoici saranno: il Grignolino del Monferrato Casalese doc (tradizionale, Riserva e Metodo Classico), la Barbera del Monferrato Superiore docg, il Gabiano doc (Riserva) e il Rubino di Cantavenna doc.

Una storia di famiglia fatta di passione per il vino e legame con il territorio: da 60 anni Giacobazzi è l’autentica espressione del DNA modenese, che ha conquistato l’Italia e i grandi mercati internazionali. L’innovazione, il saper osare, l’essere “fuori dal coro” sono i valori che da sempre caratterizzano l’Azienda vinicola, gli stessi che l’hanno resa unica in tutto il mondo.

Non si tratta di charme, di heritage o di espressione intuitiva, ma di esser un modello molto rappresentativo di un territorio specifico, quello dei Colli Tortonesi. A La Colombera, a pochissimi chilometri da Tortona, Elisa Semino (la terza generazione) è l’erede di un percorso destinato a diventare un successo con l’aiuto in vigna di babbo Piercarlo che non accenna a smettere di selezionare le migliori colline, ancora nascoste, per impiantare vigne, frutta e ceci. Perché l’azienda è di quelle agricole, nel miglior modo possibile, a conduzione familiare.

Negli ultimi 30 anni la produzione italiana di vino si è ridotta del 38% passando dai 76,8 milioni di ettolitri agli attuali 47,4 milioni di ettolitri che hanno però permesso la conquista del primato mondiale nella produzione davanti ai cugini francesi. E’ quanto affermano Coldiretti e la Fondazione Symbola sulla base del Dossier “Accadde domani. A 30 anni dal metanolo il vino e il made in Italy verso la qualità”.

Nel 2013 l’Italia ha prodotto 47,4 milioni di ettolitri, con una crescita del 15% rispetto all’anno precedente. Un settore, quello del vino, che conta, nel nostro Paese, circa 380 mila imprese vitivinicole produttrici (circa il 23% del totale della filiera agricola) e impiega 700 mila addetti (1,2 milioni con l’indotto primario) per una produzione che supera il milione di etichette. In crescita la qualità, con i vini doc (330 le denominazioni) e docg (73) arrivati al 40% del totale della produzione enologica e gli Igt (118) al 35%, a fronte di una riduzione dei vini da tavola.