Pinterest LinkedIn

Ci sono percorsi che una volta intrecciatisi è difficile separare, come quello di Acqua S.Bernardo, l’acqua minimamente mineralizzata nata nel 1926, e Slow Food Italia. I punti di contatto condivisi che consolidano l’unione scorrono in profondità: cura per il territorio, protezione della biodiversità, rispetto per l’ambiente e per le persone. Sono questi solo alcuni dei valori che accomunano le due realtà, la cui sinergia sarà celebrata alla 14ª edizione di Terra Madre Salone del Gusto.

 

 

La manifestazione si svolgerà in presenza negli spazi ex-industriali di Parco Dora, a Torino dal 22 al 26 settembre ed avrà come tema portante la rigenerazione, declinato per cinque giorni in agricoltura, allevamento e produzione alimentare. Acqua S.Bernardo si farà interprete di questo spirito innovativo e rigenerativo presentando la sua visione sul futuro da qui al 2026, anno in cui si celebrerà il centenario dell’azienda e, cosa ancora più importante, il raggiungimento dell’impatto zero.

La mappa per il viaggio sarà tracciata a mano libera dall’abile calligrafa Nadia Leo di Torino, che all’apertura della manifestazione, nello stand di Acqua S.Bernardo, scriverà su un’enorme tela di cotone il manifesto “Un impegno fermo: impatto zero entro il 2026”, in cui sarà descritto come S.Bernardo intende dare il suo contributo nel preservare il territorio con azioni concrete e tangibili.

Tutti gli amici di S.Bernardo, i visitatori dello stand, e chiunque percepisca una comunanza di intenti con l’iniziativa, potrà lasciare un segno simbolico del suo supporto, firmando la tela e divenendo così sostenitore spirituale del progetto. A tutti i firmatari sarà dedicato uno degli alberi piantati da S.Bernardo nell’ambito delle iniziative presentate a Terra Madre.

L’impegno di S.Bernardo per l’ecosostenibilità scorrerà attraverso tre corsi principali, che insieme incarnano l’approccio “agroforestry” che anima il progetto:

– La realizzazione di un bosco di città con piantumazione di alberi in un contesto di periferia metropolitana;

– La tutela di aree di prato stabile;

– La riqualificazione di un’area boschiva incolta e inefficiente.

È questo il progetto che Acqua S.Bernardo insieme a Slow Food presenta a Terra Madre, la decisa volontà nel realizzarlo nasce dall’esigenza di tutela della biodiversità e del territorio e dall’urgenza sempre più viva di compensare le emissioni di CO2 attraverso pratiche sane e coscienziose e che pongano al centro il ruolo imprescindibile della natura nell’equilibrio di ogni ecosistema.

S.Bernardo ha già intrapreso un percorso in questo senso da tempo, promuovendo lo sviluppo e l’utilizzo di packaging sostenibili, come alluminio, plastica riciclata, e, soprattutto, vetro a rendere – al centro di ogni campagna comunicativa del brand – , ed utilizzando con grande attenzione e parsimonia la risorsa idrica che è chiamata a custodire.

Inoltre, da svariati anni lo stabilimento di Garessio è alimentato dall’energia pulita proveniente da un parco eolico. Ed è proprio questa particolarità ad essere rappresentata nello stand, attraverso aquiloni e speciali opere di upcycling dell’artista siciliana Lucy Fenech, che ha trasformato bottiglie di vetro che avevano finito il loro corso in suggestive pale eoliche alimentate ad energia solare.

L’ultimo tocco che rende irrinunciabile una visita allo stand S.Bernardo è l’utilizzo di vera erba come pavimentazione, a suggello di un legame con la natura che scorre forte in S.Bernardo, così come in Slow Food e Terra Madre.

«Slow Food ci rappresenta per più versi: nella nostra storia imprenditoriale pensiamo spesso in maniera Slow. S.Bernardo mette quotidianamente in atto scelte di sostenibilità e ha investito anni fa in energie rinnovabili. Si impegna nella promozione di packaging rispettosi dell’ambiente, sino al sostegno di iniziative che sostengono la biodiversità» dichiara Antonio Biella direttore generale di Acqua S.Bernardo, che aggiunge: «Siamo al fianco di Slow Food perché condividiamo la medesima cultura e nutriamo la medesima visione sulle sfide del futuro, in particolare quelle della sostenibilità e del rispetto del territorio».

Acqua S.Bernardo è italiana al 100% e fa parte del Gruppo Montecristo dal 2015: «Acqua S.Bernardo è il fiore all’occhiello del nostro gruppo, nato dall’unione di due famiglie, Biella e Colombo, da generazioni impegnate nel settore delle acque minerali e del beverage» dice il direttore generale. «La sinergia con Slow Food per S.Bernardo rappresenta il coronamento di un percorso: condividiamo gli stessi valori e visione. La nostra azienda sta, infatti, compiendo un importante percorso di valorizzazione della biodiversità nostra e nostri territori».

 

+ info: + info: www.sanbernardo.it
Facebook: Acqua S.Bernardo
Instagram: Acqua S.Bernardo

Scheda e news: San Bernardo S.p.A.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Nino Negri Vigna Francia - Valtellina Superiore - Vite di Roccia - Segui su Instagram

Scrivi un commento

19 − dieci =