Tag

biodiversità

Browsing

Nescafé, il più grande marchio di caffè di Nestlé e uno dei caffè preferiti al mondo, ha delineato oggi il suo vasto piano per contribuire a rendere la coltivazione del caffè più sostenibile: il Piano Nescafé 2030. Il marchio sta lavorando con i coltivatori di caffè per aiutarli a passare all’agricoltura rigenerativa accelerando il suo decennio di lavoro (pdf, 8,65Mb) nell’ambito del Piano Nescafé. Il marchio sta investendo oltre un miliardo di franchi svizzeri entro il 2030 nel Piano Nescafé 2030. Questo investimento si basa sul Piano Nescafé esistente mentre il marchio espande il suo lavoro di sostenibilità (pdf, 8,65Mb). È supportato dal finanziamento dell’agricoltura rigenerativa di Nestlé in seguito all’impegno del Gruppo ad accelerare la transizione verso un sistema alimentare rigenerativo e all’ambizione di raggiungere zero emissioni nette di gas serra .

Levissima con Issima, la bottiglietta di acqua minerale pensata per i più piccoli, fa un ulteriore passo in avanti a sostegno della biodiversità e lancia l’edizione limitata con il Parco Nazionale dello Stelvio e Trudi, l’azienda italiana produttrice di peluches tra i più famosi al mondo, che da sempre mette al centro il mondo del bambino, il suo benessere e il suo ambiente. Protagonisti della limited edition, gli animali del Parco Nazionale dello Stelvio, uno tra i Parchi più importanti d’Italia e d’Europa nonché il luogo ai cui margini sgorga l’acqua minerale Levissima.

Si chiama FIVI4FUTURE il progetto lanciato dalla Federazione dei Vignaioli Indipendenti focalizzato sulla ricerca e sull’agricoltura, per formare i vignaioli del futuro e mettere al centro della loro azione la sostenibilità ambientale. Prima azione concreta aumentare la biodiversità dei vigneti, all’interno del programma in linea con il piano decennale Farm to Fork, messo a punto dalla Comunità Europea per guidare la transizione verso un sistema alimentare equo, sano e rispettoso dell’ambiente e che prevede in ambito agricolo di ridurre del 50% l’utilizzo di fitofarmaci entro il 2030.

Promuovere una gestione sostenibile del suolo in viticultura, attraverso lo sviluppo, la sperimentazione e scale-up di una tecnologia per la concimazione organica del vigneto: questo è il principale obiettivo di Life Vitisom, progetto – a cui Casa Paladin ha aderito come partner con tutte le sue aziende (Bosco del Merlo in Veneto, Castello Bonomi in Lombardia, Premiata Fattoria di Castelvecchi in Toscana) – curato dal dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali dell’Università degli Studi di Milano in collaborazione con il Consorzio Italbiotec, l’Università degli Studi di Padova e Sata Studio Agronomico.