Pinterest LinkedIn

Diageo, il noto produttore di bevande alcoliche di marchi come Johnnie Walker, Don Julio e Guinness, ha recentemente annunciato due ambiziosi programmi di agricoltura rigenerativa in Messico e Scozia, mirando a ridurre le emissioni di carbonio legate alla coltivazione di ingredienti chiave per le loro bevande. Questi programmi non solo perseguono l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale, ma anche di fornire benefici tangibili agli agricoltori coinvolti.

Coltivazione dell’agave

Il programma messicano si concentra sulla coltivazione dell’agave, l’ingrediente chiave per la tequila, e mira a migliorare la biodiversità, la gestione delle risorse idriche, la riduzione delle emissioni di carbonio e la salute del suolo. Saranno implementate pratiche locali come le colture di copertura, le coltivazioni ridotte e le rotazioni delle colture, con particolare attenzione alla pianta di agave e al suo ruolo nel ciclo del carbonio.

Nel frattempo, in Scozia, il programma riguarda l’orzo e il grano utilizzati nella produzione di whisky scozzese. Questo progetto si concentrerà inizialmente su circa 20 aziende agricole in regioni chiave per la fornitura di materie prime a marchi come Johnnie Walker, Talisker e The Singleton. Anche qui, l’obiettivo è migliorare la biodiversità, la gestione dell’acqua, la riduzione delle emissioni di carbonio e la salute del suolo attraverso pratiche agricole sostenibili.

Entrambi i programmi collaboreranno con esperti di agricoltura e carbonio del suolo per monitorare e valutare i progressi nel tempo. Si prevede che tali iniziative non solo ridurranno le emissioni di carbonio, ma anche accresceranno la resilienza delle catene di approvvigionamento, fornendo agli agricoltori le conoscenze necessarie per affrontare i cambiamenti climatici.

Ewan Andrew, Presidente di Global Supply Chain & Procurement e Chief Sustainability Officer di Diageo, ha dichiarato che questi programmi sono una parte importante degli sforzi dell’azienda per ridurre le emissioni di carbonio e migliorare l’impatto delle pratiche agricole su larga scala. Questi sforzi si inquadrano nel piano d’azione ESG decennale di Diageo, Society 2030: Spirit of Progress, e nel loro impegno a investire un miliardo di sterline nello sviluppo di un mondo a basse emissioni di carbonio.

FONTE: www.diageo.com/

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

diciotto − sedici =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina