Pinterest LinkedIn

Nescafé, il più grande marchio di caffè di Nestlé e uno dei caffè preferiti al mondo, ha delineato oggi il suo vasto piano per contribuire a rendere la coltivazione del caffè più sostenibile: il Piano Nescafé 2030. Il marchio sta lavorando con i coltivatori di caffè per aiutarli a passare all’agricoltura rigenerativa accelerando il suo decennio di lavoro (pdf, 8,65Mb) nell’ambito del Piano Nescafé. Il marchio sta investendo oltre un miliardo di franchi svizzeri entro il 2030 nel Piano Nescafé 2030. Questo investimento si basa sul Piano Nescafé esistente mentre il marchio espande il suo lavoro di sostenibilità (pdf, 8,65Mb). È supportato dal finanziamento dell’agricoltura rigenerativa di Nestlé in seguito all’impegno del Gruppo ad accelerare la transizione verso un sistema alimentare rigenerativo e all’ambizione di raggiungere zero emissioni nette di gas serra .

 

 

“Il cambiamento climatico sta mettendo sotto pressione le zone di coltivazione del caffè. Basandosi su 10 anni di esperienza del Piano Nescafé , stiamo accelerando il nostro lavoro per aiutare ad affrontare i cambiamenti climatici e affrontare le sfide sociali ed economiche nelle catene del valore di Nescafé ” ha dichiarato David Rennie, Responsabile dei marchi di caffè Nestlé. 

L’aumento delle temperature ridurrà l’area adatta alla coltivazione del caffè fino al 50% entro il 2050. Allo stesso tempo, circa 125 milioni di persone dipendono dal caffè per il proprio sostentamento e si stima che l’80% delle famiglie di coltivatori di caffè viva al livello o al di sotto della soglia di povertà. È necessaria un’azione per garantire la sostenibilità a lungo termine del caffè.

 

“In qualità di marchio leader mondiale di caffè, Nescafé mira ad avere un impatto reale sulla coltivazione del caffè a livello globale”, ha affermato Philipp Navratil, capo della Coffee Strategic Business Unit di Nestlé. “Vogliamo che i coltivatori di caffè prosperino tanto quanto vogliamo che il caffè abbia un impatto positivo sull’ambiente. Le nostre azioni possono aiutare a guidare il cambiamento nell’industria del caffè”.

Sostenere la transizione degli agricoltori verso la coltivazione rigenerativa del caffè

L’agricoltura rigenerativa è un approccio all’agricoltura che mira a migliorare la salute e la fertilità del suolo, nonché a proteggere le risorse idriche e la biodiversità. I suoli più sani sono più resistenti agli impatti dei cambiamenti climatici e possono aumentare i raccolti, contribuendo a migliorare i mezzi di sussistenza degli agricoltori.

Nescafé fornirà agli agricoltori formazione, assistenza tecnica e piantine di caffè ad alto rendimento per aiutarli a passare a pratiche di coltivazione rigenerativa del caffè. Alcuni esempi di pratiche di agricoltura rigenerativa includono quanto segue:

  • Piantare colture di copertura aiuta a proteggere il suolo. Aiuta anche ad aggiungere biomassa al suolo, che può aumentare la materia organica del suolo e quindi il sequestro del carbonio nel suolo.
  • L’integrazione di fertilizzanti organici contribuisce alla fertilità del suolo, essenziale per una buona salute del suolo.
  • L’aumento dell’uso dell’agroforestazione e della consociazione contribuisce alla conservazione della biodiversità.
  • Potare le piante di caffè esistenti o sostituirle con varietà resistenti alle malattie e ai cambiamenti climatici aiuterà a ringiovanire le parcelle di caffè e ad aumentare i raccolti per gli agricoltori.

Concentrandosi sulle origini da cui Nescafé ottiene il 90% del suo caffè

Nescafé lavorerà con i coltivatori di caffè per testare, apprendere e valutare l’efficacia di molteplici pratiche di agricoltura rigenerativa. Ciò avverrà con un focus su sette origini chiave, da cui il marchio si procura il 90% del suo caffè: Brasile, Vietnam, Messico, Colombia, Costa d’Avorio, Indonesia e Honduras.

Nescafé mira a raggiungere:

 

Pilotare un programma di sostegno finanziario in Messico, Costa d’Avorio e Indonesia per accelerare la transizione verso l’agricoltura rigenerativa

Nescafé si impegna a sostenere gli agricoltori che si assumono i rischi ei costi associati al passaggio all’agricoltura rigenerativa. Fornirà programmi che mirano ad aiutare gli agricoltori a migliorare il proprio reddito a seguito di tale transizione. In Messico, Costa d’Avorio e Indonesia, Nescafé sperimenterà un programma di sostegno finanziario per aiutare gli agricoltori ad accelerare la transizione verso l’agricoltura rigenerativa. Attraverso questo schema, Nescafé, insieme ai coltivatori di caffè, testerà e imparerà l’approccio migliore in ogni paese. Questi potrebbero includere misure come:

  • incentivi monetari condizionati per l’adozione di pratiche di agricoltura rigenerativa
  • protezione del reddito tramite l’assicurazione meteorologica
  • maggiore accesso alle linee di credito per gli agricoltori

Nescafé seguirà i progressi e valuterà i risultati dei suoi programmi sul campo con i coltivatori di caffè attraverso la sua partnership di monitoraggio e valutazione con Rainforest Alliance. I suoi sforzi saranno integrati da nuove partnership incentrate sulle competenze, come quella con Sustainable Food Lab per argomenti relativi alla valutazione del reddito, alla strategia e al monitoraggio dei progressi dei coltivatori di caffè.

Ridurre le emissioni di gas serra anche catturando e immagazzinando più carbonio nel suolo

L’agricoltura rigenerativa contribuisce anche all’abbattimento dell’anidride carbonica dall’atmosfera e alla riduzione delle emissioni di gas serra. Ecco perché l’agricoltura rigenerativa è una parte fondamentale della roadmap Zero Net di Nestlé. Nescafé mira a contribuire all’impegno Zero Net di Nestlé per dimezzare le emissioni di gas serra entro il 2030 e raggiungere zero emissioni nette di gas serra entro il 2050. Lavorerà con agricoltori, fornitori e partner per aiutare a proteggere i terreni agricoli, migliorare la biodiversità e aiutare a prevenire la deforestazione. Il marchio intende aiutare gli agricoltori a piantare più di 20 milioni di alberi nelle loro piantagioni di caffè o nelle loro vicinanze.

 

Andare avanti costruendo su solide fondamenta

L’annuncio di oggi si basa sugli sforzi di sostenibilità di Nescafé nella produzione di caffè. Dal 2010 il marchio ha investito nella sostenibilità attraverso il Piano Nescafé (pdf, 8,65Mb) e ha compiuto notevoli progressi:

  1. Caffè di provenienza responsabile: 82% del caffè di Nescafé è stato acquistato responsabilmente nel 2021.
  2. Piantine di caffè: 250milioni nuove piantine di caffè distribuite agli agricoltori dal 2010.
  3. Monitoraggio e valutazione: valutazione dell’impatto in collaborazione con Rainforest Alliance in tutto 14paesi.
  4. Emissioni di gas serra:46% riduzione delle emissioni di gas serra nelle nostre fabbriche di caffè solubili (2020 vs. 2010, per tonnellata di prodotto).
  5. Consumo di acqua: 53% minor prelievo di acqua nelle nostre fabbriche di caffè solubili (2020 vs 2010, per tonnellata di prodotto).

 

Fonte: www.nestle.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo: No. 3 London Dry Gin  - Food is The Key - distribuito in Italia da Pallini

Scrivi un commento

nove + 11 =