Tag

agricoltura

Browsing

Il presidente di Arezzo Fiere e Congressi, Ferrer Vannetti: «Agrietour, evento nazionale che da sempre Arezzo Fiere ospita con grande successo e che costituisce una della manifestazioni centrali nel nostro percorso espositivo per il rilievo centrale della Manifestazione, quest’anno si inserisce in un progetto molto ampio che arricchirà la due giorni con esposizioni e manifestazioni di altissimo livello».

Nescafé, il più grande marchio di caffè di Nestlé e uno dei caffè preferiti al mondo, ha delineato oggi il suo vasto piano per contribuire a rendere la coltivazione del caffè più sostenibile: il Piano Nescafé 2030. Il marchio sta lavorando con i coltivatori di caffè per aiutarli a passare all’agricoltura rigenerativa accelerando il suo decennio di lavoro (pdf, 8,65Mb) nell’ambito del Piano Nescafé. Il marchio sta investendo oltre un miliardo di franchi svizzeri entro il 2030 nel Piano Nescafé 2030. Questo investimento si basa sul Piano Nescafé esistente mentre il marchio espande il suo lavoro di sostenibilità (pdf, 8,65Mb). È supportato dal finanziamento dell’agricoltura rigenerativa di Nestlé in seguito all’impegno del Gruppo ad accelerare la transizione verso un sistema alimentare rigenerativo e all’ambizione di raggiungere zero emissioni nette di gas serra .

Scendono in piazza gli agricoltori della Coldiretti a Milano nel Parco Sempione all’Arco della Pace, dove è stato allestito il Villaggio Contadino. Animali e prodotti tipici al seguito per denunciare una situazione insostenibile che minaccia la sopravvivenza stessa del made in Italy a tavola, visto l’aumento esponenziale dei costi di produzione e della crisi nei consumi scatenate dalla guerra in Ucraina. I giovani agricoltori sono vestiti con gli indumenti da lavoro e gli attrezzi e sono schierati tra balle di fieno. Con loro c’è anche l’asinella “Terra”, simbolo della volontà di continuare a costruire il proprio futuro in campagna nonostante le difficoltà.

Il Gruppo Ferrero è sulla buona strada per raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi di sostenibilità, incluso il passaggio all’energia rinnovabile nei suoi impianti di produzione e il progresso verso gli obiettivi di approvvigionamento e confezionamento. Gli sviluppi sono documentati nel 13° Bilancio di Sostenibilità del Gruppo, che evidenzia i passi compiuti verso obiettivi ambientali e sociali nel corso del 2021, allineati a quattro aree chiave di intervento: tutela dell’ambiente, approvvigionamento sostenibile degli ingredienti, promozione del consumo responsabile e responsabilizzazione delle persone. Il Bilancio di Sostenibilità segue la pubblicazione del primo Rapporto sui Diritti Umani del Gruppo, che affronta il lavoro sulle questioni più salienti dei diritti umani lungo la catena del valore.

Senza canale Horeca è stop per filiera in forte crescita. Manca nel DL Ristori il codice Ateco, lo stesso per microbirrifici e grandi multinazionali.

La pandemia potrebbe uccidere la birra indipendente: è crisi nera per tutto il prodotto artigianale e agricolo, che lamenta un crollo del fatturato del 90%. Con la chiusura di pub e ristoranti e il blocco di fiere, eventi, sagre e di qualsiasi attività legata allo street food, Cia-Confederazione Italiana Agricoltori lancia l’allarme sul blocco totale di una filiera dalle grandi potenzialità, che va dalle aziende produttrici di luppolo e orzo distico (in forte crescita su tutto il territorio) ai 900 microbirrifici artigianali del Paese.