Pinterest LinkedIn

Fairtrade International, Fairtrade Africa e l’organizzazione no-profit Earthworm Foundation lavoreranno insieme per monitorare la deforestazione e valutare la vulnerabilità ambientale.

Piantagione di caffè in Africa

Utilizzando Starling, uno strumento di monitoraggio satellitare sviluppato da Earthworm Foundation e Airbus, il progetto acquisirà dati critici sulla deforestazione all’interno delle cooperative Fairtrade e dei loro piccoli coltivatori di cacao in Ghana e Costa d’Avorio per supportare queste comunità nella migliore gestione dei paesaggi forestali.

La partnership, che nasce dalla spinta della Commissione europea a vietare le importazioni di cacao, caffè e altri prodotti quando la produzione è associata alla deforestazione, rafforzerà l’accesso delle cooperative e dei loro piccoli proprietari ai dati sulla gestione del rischio, consentendo loro di mantenere l’accesso ai mercati più importanti, in Europa e non solo.

“Siamo entusiasti di annunciare questa partnership storica, che esplorerà come potenti set di dati possono essere sfruttati dalle cooperative e dai loro membri per i propri processi di analisi del rischio e per allinearsi alle normative governative previste contro la deforestazione, non solo nell’Unione Europea ma anche nel Regno Unito e negli Stati Uniti” ha affermato Jon Walker, Senior Advisor per Cocoa presso Fairtrade International.

 

 

Pur sostenendo la necessità di una legislazione sulla deforestazione, Fairtrade ha invitato l’Unione Europea a garantire che tutte le misure adottate contro la deforestazione includano equità e giustizia sociale come elementi fondamentali della legislazione. Il commercio equo e solidale ha espresso a lungo preoccupazione per l’impatto che la legislazione sulla deforestazione potrebbe avere sui piccoli agricoltori, sui loro mezzi di sussistenza e sulle loro comunità. In effetti, la stragrande maggioranza dei piccoli proprietari di cacao lavora in fattorie di dimensioni inferiori a cinque ettari, vive in contesti estremamente vulnerabili gravati dall’insicurezza economica e dal crescente impatto dei cambiamenti climatici e fa affidamento sul cacao per la maggior parte del reddito familiare. Perdere l’accesso ai mercati principali, come quello europeo, sarebbe devastante per questi agricoltori, che avrebbero ancora bisogno di guadagnarsi da vivere e di conseguenza potrebbero essere spinti alla deforestazione e al lavoro non regolamentato. Queste conseguenze indesiderate alla fine minerebbero la sostenibilità, la conservazione delle foreste e l’intenzione stessa di regolamentare la deforestazione.

Jon Walker ha osservato, tuttavia, che la partnership Fairtrade-Earthworm Foundation fornirebbe ai piccoli coltivatori di cacao alcuni degli strumenti necessari per aiutare a superare eventuali complicazioni legislative che minacciano i loro mezzi di sussistenza, fornendo al contempo una misura concreta per preservare l’ambiente.

 

 

“Questa partnership indirizzerà finalmente il trasferimento dei dati sul rischio di deforestazione in modo significativo alle cooperative e ai loro membri in Costa d’Avorio e Ghana, utilizzando i principi di FairData; in questo modo, siamo sicuri che i più poveri nella filiera siano sostenuti nell’accesso al mercato. Tuttavia, date le tempistiche dell’imminente regolamento e la sua portata globale, che avrà un impatto su milioni di piccoli proprietari di cacao e caffè, Fairtrade ha ritenuto urgente lanciare ora questo progetto pilota” ha concluso Jon Waker.

“Earthworm Foundation è entusiasta di iniziare questo progetto con Fairtrade International e Fairtrade Africa”, ha affermato Rob McWilliam, Direttore dei servizi tecnici presso Earthworm Foundation.

“Non vediamo l’ora di dimostrare la nostra esperienza e conoscenza nell’utilizzo dei set di dati sulla copertura del suolo e sul cambiamento della copertura forestale di Starling, in modo da monitorare la deforestazione e supportare le azioni per affrontare le vulnerabilità ambientali. Siamo anche felici di lavorare ulteriormente con gli agricoltori e le loro organizzazioni per sviluppare gli strumenti adatti a migliorare il loro lavoro sul campo” ha terminato McWilliams.

Per maggiori informazioni:
www.fairtrade.it
www.earthworm.org

Scheda e news: Fairtrade Italia Società Cooperativa Impresa Sociale

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo: No. 3 London Dry Gin  - Food is The Key - distribuito in Italia da Pallini

Scrivi un commento

nove + diciotto =