Pinterest LinkedIn

Alla soglia del primo centenario, S.Bernardo viaggia speditamente verso il raggiungimento CO2 impatto zero e si appresta a brindare con un drink, analcolico e frizzante, che arriva dritto dritto dalla memoria del territorio.

Antonio Biella di S.Bernardo a Beer&Food Attraction 2024

Grazie alla collaborazione con l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo nasce così una nuova idea dell’aperitivo piemontese, il “Bernardin” parola che vuole giocare con il dialetto piemontese e con il nome del brand.

L’occasione per assaggiare in anteprima “Bernardin” si propone a Rimini, durante l’edizione 2024 di Beer & Food Attraction: dal 18 al 20 febbraio visitando lo stand Pad.C1_Stand 200 del quartiere fieristico riminese, sarà possibile scoprire e assaggiare questo nuovo, irresistibile aperitivo firmato S.Bernardo.

<I valori alla base del progetto – spiega il direttore generale di Acqua S.Bernardo Antonio Biellasono l’autenticità il territorio e la condivisione. Grazie all’Università di Scienze Gastronomiche siamo riusciti a realizzare un prodotto fatto di erbe esclusivamente coltivate e raccolte in Piemonte>.

La ricetta di Bernardin si basa sulle erbe autoctone: aghi di pino mugo, menta peperita, matricaria camomilla e camomilla romana provenienti rigorosamente da agricoltura biologica. Le aromatiche vengono essiccate a freddo e poi, dopo essere state tritate, vengono inviate all’aromatiere che ne estrae l’infuso. <L’ingrediente segreto di “Bernardin” – dice il direttore Biellaè S.Bernardo, acqua minimamente mineralizzata, che sgorga dalle Alpi Marittime al confine tra Piemonte e Liguria>.

Il gusto è quello di una volta, ma anche l’occhio è importante. <Per questo – dice il direttore grafico di S.Bernardo Gabriele Gioriaabbiamo voluto creare un’immagine che riportasse alla memoria un prodotto del passato, e abbiamo utilizzato il logo originale dell’azienda, quello del 1926>.

<Per Bernardin ci siamo ispirati alla nostalgia: abbiamo voluto creare un prodotto che vivesse allo stesso tempo nel passato, nel presente e nel futuro> dice il direttore artistico di S.Bernardo Lorenzo Zirilli. <Invitiamo così tutti a prendersi il giusto tempo per fare un buon aperitivo, magari ascoltando la breve storia raccontata da una poesia, composta ad hoc in dialetto piemontese>.

S.Bernardo produce Bernardin a Garessio, in provincia di Cuneo nello stabilimento alimentato ad energia eolica. L’azienda si impegna a raggiungere l’impatto zero entro il 2026, anche grazie a SlowFood e all’Università di Pollenzo con cui ha individuato tre progetti: i prati stabili, i boschi di città e l’efficientamento dei castagneti.

 

+info: www.sanbernardo.it

Scheda e news:
Beer&Food Attraction

Scheda e news:
S. Bernardo S.p.A.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia 23-24 Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

10 − otto =