Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

La rivoluzione nel mondo del vino ha un marchio a fuoco tutto italiano. Un ponte diretto, immediato e leggerissimo, privo di scartoffie e pesi burocratici, che mette in contatto il produttore con il consumatore. Si chiama Air Wines (airwns.com) e come il suo ideale “progenitore” Air BnB ha fatto con gli alloggi, si prefigge di collegare tutti gli amanti del vino in pochissimi clic.

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

DAI MOTORI ALLA BOTTIGLIA“Abbiamo lavorato per anni, ognuno nel proprio campo, stupendoci di quanto semplici e a portata di mano potessero essere le innovazioni più grandi. Stavolta la chiave potremmo averla trovata noi”. A parlare è Matteo Casuccio, che insieme a Patrizio Dini è il socio fondatore di Air Wines, il primo portale dedicato al commercio di vini, senza intermediari. Originario di Follonica (GR), Matteo è, difficile a credersi, astemio. L’incontro con Patrizio avviene lontano mille miglia da vigneti, uve e calici: si parla di moto, insieme agli sport estremi una delle grandi passioni di Matteo, che nel 2015 lo portò a partecipare alla durissima Dakar: solo altri tre italiani portarono a termine la gara. A sponsorizzarlo fu proprio Patrizio, agente di una multinazionale di pneumatici. Dini stava già studiando il mercato del vino, e da lì a progettare un ingresso nel mercato il passo fu breve.

 

 

COME TI RIVOLUZIONO IL VINO“A Follonica avevo una struttura che destinavo a uso Air BnB. La adoravo e soprattutto amavo la possibilità di fare l’albergatore, di fatto, da remoto. Con Patrizio ho cominciato a pensare alla possibilità di adottare lo stesso business model nel mondo del commercio enologico”. Così nasce airwns.com, un marketplace a iscrizione gratuita nel quale qualsiasi produttore di vino può mettere a disposizione i propri prodotti e raggiungere i consumatori, abbattendo l’intera filiera intermedia. “Per quanto eticamente possa discutersi, come in ogni ambito, c’è una gratificazione di fondo non indifferente. La filiera dell’agroalimentare è estremamente gravosa per un produttore, perché i ricarichi dei distributori e dei venditori possono essere pesanti”. Grazie a Air Wines, chi produce può ottenere un margine maggiore, e chi acquista può risparmiare sui naturali costi che una filiera completa comporterebbe.

CRISTALLINO – Come su Air BnB quindi, gli iscritti potranno mettere in vendita i propri vini o acquistarli in una sorta di vetrina virtuale. Delle transazioni, Air Wines trattiene il 10% a carico del produttore. “Il passaggio termina direttamente al consumatore. Abbiamo voluto posizionare in maniera netta e distinta la piattaforma, in un mercato dove ci sono parecchi rumori di fondo e spesso si trovano situazioni fumose. Sebbene ci siano arrivate numerosissime richieste, Air Wines non è rivolto al settore Horeca, o alle partite IVA”. Una delle parole chiave nel progetto Air Wines è “scalabilità”, che in informatica determina la capacità che un sistema ha di crescere. L’interfaccia del sito è infatti già in una nuova fase di lavorazione con l’obiettivo di tradurla in francese, tedesco, spagnolo e cinese, oltre ai già esistenti italiano e inglese.

 

 

 

 

 

 

DESTINAZIONE MONDO“In questo modo l’estero può essere facilmente raggiunto”. Ed è un punto di forza inestimabile, che va a definire l’equazione perfetta: filiera corta e ampia scelta internazionale, che sono sostenute da un’altra intuizione fondamentale del duo Casuccio-Dini: “Abbiamo pensato a una logistica facilitata: al momento dell’ordine la piattaforma gestisce tutto il processo attraverso un mailing automatico, capace di minimizzare le operazioni a carico del produttore, compreso il ritiro presso i magazzini del venditore che avverrà entro 48 ore, ed allo stesso tempo garantire il cliente finale per una evasione rapida ed accurata”. Sfruttando inoltre un cavillo burocratico: il vino acquistato a scopi commerciali è soggetto a importanti trafile burocratiche. Quello che viaggia a uso personale, invece, sottostando a limiti di quantità, non è vincolato.

 

A PORTATA DI CLIC – La tracciabilità di ogni operazione è sinonimo di garanzia e controllo, oltre che di un’enorme opportunità di marketing e analisi geografica per il portale, che è destinato a crescere e implementare novità e possibilità. Al momento si contano già 110 iscritti e più di 500 etichette, solo in Italia. “Ma il futuro, e siamo piuttosto sicuri di riuscirci, approderemo anche oltre i confini nazionali. Entro settembre dovremmo sbarcare in Francia. Grazie anche a un aumento di capitale che prevede l’investimento di mezzo milione in internet marketing”. Casuccio e Dini propongono quindi una rivoluzione culturale, prima ancora che economica, nel mondo del vino. Per avere qualsiasi calice del mondo, a portata di clic.

 

www.airwns.com

 

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo: No. 3 London Dry Gin  - Food is The Key - distribuito in Italia da Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina