Pinterest LinkedIn

L’Associazione dei produttori di bevande analcoliche accoglie positivamente la decisione del Governo di rimandare l’entrata in vigore a gennaio 2022 ma ribadisce la necessità di trovare misure a sostegno di ricerca e innovazione, vero driver del settore.

 

Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Acquista

 

È stato accolto positivamente dalle aziende del comparto dei soft drink il rinvio a gennaio 2022 dell’entrata in vigore della Plastic Tax, contenuto nella bozza del Decreto Sostegni-bis. Una boccata di ossigeno per un comparto tra i più colpiti dalle misure restrittive attuate nei confronti dell’Horeca, ma l’obiettivo, come spiega Giangiacomo Pierini, Presidente ASSOBIBE, l’associazione di Confindustria che rappresenta le aziende produttrici di bevande analcoliche, è giungere all’abolizione di una tassa che drenerebbe ulteriore liquidità necessaria per la ripartenza.

“Bene il rinvio della Plastic Tax, è un segnale importante di attenzione da parte del Governo. Ma il problema è solo rinviato”, dichiara Giangiacomo Pierini, “A gennaio 2022 le aziende del comparto si troveranno ad affrontare una doppia tassazione con l’entrata in vigore di Plastic e Sugar Tax, con ripercussioni sulla domanda stimate nella misura del -10% e costi da nuovi tributi pari al 15% del fatturato. Una misura incoerente con i progetti di rilancio del settore che ha perso il 40% in valore nel 2020 e non ha goduto di alcun ristoro. Occorre, invece, lavorare insieme al Governo per individuare nuove strade che favoriscano gli investimenti in innovazione e ricerca, vero driver per la ripartenza e la crescita sostenibile.

 

+info: www.assobibe.it

Scheda e news: ASSOBIBE Associazione Italiana Industria Bevande Analcoliche

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

quattordici − dodici =