Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

La terza edizione non smentisce le aspettative e supera di quarantamila euro l’edizione precedente; in tre anni raccolti oltre 2 milioni e 300 mila euro per finanziare progetti a scopo benefico in Italia e nel mondo. “È un risultato eccezionale per un evento che si intreccia con uno dei grandi ambasciatori del made in Italy, il vino Barolo, ai valori della solidarietà, del radicamento territoriale e della partecipazione sociale. Una cifra straordinaria che ci incoraggia su questa strada nella certezza che Barolo en primeur potrà continuare a crescere ancora”, commenta Ezio Raviola, Presidente di Fondazione CRC.

Cristiano De Lorenzo
Cristiano De Lorenzo

L’asta, ancora una volta battuta da Christie’s Italia con l’irrefrenabile Cristiano De Lorenzo, che ha sottolineato come la Casa rinuncia alle commissioni, ha visto filantropi e investitori presenti al Castello di Grinzane Cavour, in diretta dalle sedi di Christie’s di New York e Londra e in collegamento dalla piattaforma Auction Collective.  Promossa e organizzata da Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione CRC Donare ETS in collaborazione con il Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, il successo della terza edizione conferma anche il livello di interesse per il Barolo, denominazione di successo, impegnata in quella che si conferma essere una delle più grandi e importanti gare di solidarietà italiane.

Agli 11 lotti associati alle barriques da 225 lt (270 bottiglie) di Barolo prodotti nel 2022 nella Vigna Gustava che abbraccia il Castello, si aggiungono la Barrique del Presidente da 550 litri (battuto per 280mila euro) e i 10 lotti comunali formati da 1.336 bottiglie di Barolo e Barbaresco della vendemmia 2022 donati da 95 Produttori del Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani. In definitiva, si parla 1.034 bottiglie da 0,75 litri, 242 magnum e 60 Jeroboam.

Tutto il ricavato, al pari delle precedenti edizioni, andrà in beneficenza, a favore di diversi progetti di respiro locale, nazionale e internazionale, nel campo dell’arte, della cultura e del sociale. Agli aggiudicatari dei lotti andranno in dono le relative bottiglie – in uscita non prima del 2026 – saranno etichettate con il disegno dell’opera “The Journey of a Sip” della celebre pittrice Otobong Nkanga; scelta dopo Giuseppe Penone e Michelangelo Pistoletto, l’opera esprime la relazione della terra con l’ambiente, l’artista da sempre è impegnata nell’approfondire i problemi legati alla crisi ecologica, allo sfruttamento delle risorse e alla sostenibilità. La bottiglia mette al centro le radici, i polmoni, il respiro della terra e il lavoro dell’uomo che le cura.

Otobong Nkanga - The Journey of a Sip
Otobong Nkanga – The Journey of a Sip

L’aggiunta della piazza di Londra, dopo New York, è un altro importante tassello per il progetto e per i vini che, vinificati da Donato Lanati nel suo Laboratorio ENOSIS Meraviglia, sono ancora una volta raccontati da Antonio Galloni, CEO di Vinous.

Non può non esser soddisfatto di questo risultato  Matteo Ascheri, Presidente del Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Langhe e Dogliani: “Fino a qualche anno fa, non avrei potuto immaginare che quasi 100 cantine del territorio collaborassero per un’iniziativa che unisce la promozione del Barolo e del Barbaresco alla finalità benefica; Barolo en primeur è diventato un evento con una risonanza internazionale, che sta contribuendo a sviluppare anche in Italia la cultura dell’en primeur, opportunità di grande valore per tutto il comparto vitivinicolo nazionale”.

Il ricavato dei lotti comunali andrà a finanziare la Scuola Enologica di Alba, il resto andrà invece a sostenere, tra gli altri, lAssociazione di Promozione Sociale Next-Level per un progetto a difesa del diritto allo studio dei minori, La Cascina Aquilone ETS che si occupa di ragazzi adolescenti e giovani adulti con difficoltà psicofisiche e comportamentali, la Fondazione Robert F. Kennedy Human Rights Italia che promuove l’educazione sui diritti umani, la giustizia sociale, la solidarietà e la sostenibilità, lAssociazione MondoQui che si pone lo scopo di favorire il dialogo tra le persone con diverse origini e culture e il China-Italy Philanthropy Forum per il dialogo inter-culturale tra realtà filantropiche europee e cinesi. Le restanti sei barrique andranno a sostenere progetti sociali scelti dai filantropi che si sono aggiudicati i rispettivi lotti.

DALLE BASI D’ASTA AI DATI FINALI DI VENDITA

A seguire il dettaglio di ogni lotto per scoprire come si sono raggiunti gli 811mila euro: quali le barriques più contese e le loro caratteristiche. Ad esempio, 50 mila gli euro raccolti dalla vendita dei lotti 19 e 21, e 20mila per il lotto (20) comunale di Barolo. Da sottolineare, poi, l’exploit per quelli di Neive e Verduno. Ma sul finale, l’attenzione è tutta rivolta al tonneaux da 500 litri che, da una base d’asta di centomila euro è stata battuta per 280mila euro. E in occasione dell’imminente Asta del Tartufo, prevista il 14 novembre 2023, sarà battuta l’ultima barrique, è grazie a quest’ultima che Ezio Raviola, Presidente di Fondazione CRC, confida di arrivare a 900.000€. “Grazie di cuore, superare il risultato dello scorso con 3 barrique in meno non era cosa facile ma il cuore degli italiani è grande, abbiamo fato un regalo incredibile a chi ne ha più bisogno” – ha commentato in chiusura Raviola.

Lotto 1 – Barrique 1

Da una parcella di vigne vecchia, al centro della Vigna Gustava, per Galloni si presenta come un vino “aromatico, molto ben strutturato, ricco di sfumature, con forti sentori di bacche rosse premute, fiori, scorza d’arancia, pepe bianco: tutte quelle raffinate sfumature che rendono il Barolo così sensuale. È un vino di sobria eleganza e finezza, più che di potenza.”

Base d’Asta: 15.000€

Vendita: 35.000€

L’aggiudicatario del lotto potrà scegliere il progetto non-profit a cui devolvere il ricavato.

Lotto 2 – Lotto comunale con vini di Treiso

Aziende: Rizzi, Pelissero, Piazzo, Tenuta Barac – 54 bottiglie, 6 Magnum, 5 Jeroboam

Base d’Asta: 3.000€

Vendita: 5.000€

Ricavato devoluto interamente alla Scuola Enologica di Alba.

Lotto 3 – Barrique 2

Base d’Asta: 20.000€

Vendita: 40.000€

Prodotta da parcelle di vigne vecchie, per Galloni c’è “un profilo di frutta un po’ più scura, colore più scuro, più tannino e un’impronta più potente: è un vino meno morbido rispetto a quello della botte numero 1. Sono presenti aromi di ciliegie scure, un tocco di liquirizia e toni speziati più intensi. È un vino che richiederà più tempo per assestarsi, è un po’ più potente rispetto al primo. Ed è davvero affascinante confrontare queste due diverse espressioni della vigna vecchia: la maggiore finezza aromatica della botte numero 1, la spinta più intensa e potente della numero 2.”

Ricavato devoluto all’Associazione Next Level – Promozione Sociale Next-Level che progetta e realizza iniziative educative su scala nazionale rivolte principalmente ai minori con lo scopo di difendere il diritto allo studio e favorire l’assolvimento dell’obbligo scolastico e formativo.

Lotto 4 – Lotto comunale di Novello

Aziende: Franco Conterno, Vietto, Abrigo Fratelli, Abrigo Giovanni, Broccardo, Ca’Viola, Le Ginestre – 78 bottiglie, 30 Magnum

Base d’Asta: 4.000€

Vendita: 6.000€

Ricavato devoluto interamente alla Scuola Enologica di Alba.

Lotto 5 – Barrique 3

“Toni più scuri per questo vino, frutti e spezie, cuoio, tabacco, cedro e anche tannini piuttosto intensi, in un vino che oggi ha un bell’equilibrio. È sicuramente un vino strutturato, sempre un Barolo classico ma declinato in uno stile di medio corpo. Intensità, potenza, ma senza un peso eccessivo. Un po’ cupo, ma questo aggiunge un tocco di mistero al vino. Si mostra molto promettente.”

Base d’Asta: 30.000€

Vendita: 35.000€

L’aggiudicatario del lotto potrà scegliere il progetto non-profit a cui devolvere il ricavato.

Lotto 6 –  Lotto comunale di Barbaresco

Aziende: Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Gresy, Cascina Mocassino, Cortese Giuseppe, Rabajà di Rocca Bruno, Castello di Verduno, Poderi Colla, Albino Rocca, Cascina delle Rose, Produttori del Barbaresco – 114 Bottiglie, 17 Magnum, 3 Jeroboam

Base d’Asta: 8.000€

Vendita: 8.000€

Ricavato devoluto interamente alla Scuola Enologica di Alba.

Lotto 7 – Barrique 4

Una delle botti preferite da Galloni, assieme alla 5 e alle 6. Il vino si presenta “con una densità fruttata meravigliosa. Frutti di colore più scuro, blu e viola, molte spezie, cuoio, tabacco. Ma ciò che mi colpisce veramente è la densità al centro del palato. Il tannino è presente, ma è davvero ben levigato dai sentori di frutta. Questo è il mio vino preferito della collezione, e promette molto bene.”

Base d’Asta: 26.000€

Vendita: 36.000€

Ricavato destinato alla Cascina Aquilone ETS, che si occupa di ragazzi adolescenti e giovani adulti con difficoltà psicofisiche e comportamentali, nelle delicate fasi di transizione ed inserimento al mondo del lavoro e delle autonomie.

Lotto 8 – Lotto comunale di Neive

Aziende: Castello di Neive, Adriano Marco e Vittorio, Negro Angelo & Figli, Paitin, Poderi Luigi Einaudi, Antica Casa Vinicola Scarpa, Cascina Vano, Sarotto, Francone, Bera, Cecilia Monte – 163 Bottiglie. 27 Magnum, 2 Jeroboam

Base d’Asta: 7.000€

Vendita: 9.000€

Ricavato devoluto interamente alla Scuola Enologica di Alba.

Lotto 9 – Barrique 5

Come per la barrique precedente, “ritroviamo frutti blu e spezie più scure, chiodi di garofano e cannella. Sentiamo la ricchezza al centro del palato, ma forse un po’ più di tannino, molta concentrazione e spinta, la tipica austerità giovanile: è un vino forse un po’ meno affascinante rispetto a quello della botte numero 4, ma anche un po’ più classico. La prospettiva è interessante.”

Base d’Asta: 22.000€

Vendita: 38.000€

L’aggiudicatario del lotto potrà scegliere il progetto non-profit a cui devolvere il ricavato.

Lotto 10 – Lotto comunale Verduno, Roddi, Grinzane Cavour

Aziende: Fratelli Alessandria, Castello di Verduno, Comm. G.B. Burlotto, Bruna Grimaldi, Oliviero Mario, La Spinetta

Base d’Asta: 9.000€

Vendita: 11.000€

Ricavato devoluto interamente alla Scuola Enologica di Alba.

Lotto 11 – Barrique 6

La migliore botte per Galloni, “in questa botte ritroviamo le stesse caratteristiche della numero 4. Ritroviamo quell’espressione di frutti più scuri, dai toni blu e viola, chiodi di garofano, cannella, una forte nota di cuoio, liquirizia. Anche questo vino off re un buon equilibrio tra fruttato, acidità e tannino, soprattutto per un vino così giovane. Come i due precedenti, anche questo proviene dalle pendici più basse del vigneto. Di solito le sezioni più fresche non sono considerate le migliori di una vigna, ma in un anno come il 2022, molto caldo e secco, sono state effettivamente favorite. Quindi questo è un altro vino che offre il meglio dell’annata. Ed è strepitoso. “

Base d’Asta: 18.000€

Vendita: 35.000€

Il ricavato sarà devoluto alla Robert F. Kennedy Human Rights Italia, una fondazione nata per realizzare il sogno di un mondo più giusto e pacifi co, promuovendo risorse educative sui diritti umani, la giustizia sociale, la solidarietà e la sostenibilità, incoraggiando il dialogo attraverso attività formative.

Lotto 12 – Lotto comunale Castiglione Falletto

Aziende: Paolo Scavino, Cavallotto, Mascarello Giuseppe e Figlio, Massolino, Monchiero Fratelli,  Arnaldo Ravera, Livia Fontana – 84 Bottiglie, 9 Magnum, 1 Jeroboam

Base d’Asta: 6.000€

Vendita: 10.000€

Ricavato devoluto interamente alla Scuola Enologica di Alba.

Lotto 13 – Barrique 7

Per Galloni, “un vino davvero affascinante da degustare dopo le botti 4, 5 e 6, tutti vini dai frutti scuri, molto potenti. Questo vino ha un profilo di frutta rossa un po’ più evidente, più vicino a quello dell’arancia rossa. Ci sono note intense di menta e di spezie come cannella e pepe bianco. È un bellissimo vino con un palato medio denso e profondo. Ma è anche un po’ più elegante e raffinato dei tre precedenti. È un altro dei miei preferiti di questa gamma, soprattutto per il suo equilibrio.”

Base d’Asta: 15.000€

Vendita: 32.000€

L’aggiudicatario del lotto potrà scegliere il progetto non-profit a cui devolvere il ricavato.

Lotto 14 – Lotto comunale Monforte d’Alba

Aziende: Cascina Adelaide, Costa di Bussia, Giacomo Fenocchio, Pauroso, Poderi Colla, Poderi Luigi Einaudi, Silvano Bolmida, Fortemasso, Sara Vezza, Domenico Clerico, Benevelli Piero, Cascina del Monastero di Grasso Giuseppe –  115 Bottiglie, 23 Magnum, 12 Jeroboam

Base d’asta: 10.000€

Vendita 10.000€

Ricavato devoluto interamente alla Scuola Enologica di Alba.

Lotto 15 – Barrique 8

Per Galloni, “un vino davvero affascinate da assaporare in questa selezione, che mostra quanto un Barolo possa essere espressivo e dinamico, anche in una piccola vigna come Gustava e anche in un’annata molto calda e secca come quella del 2022. In questa botte troviamo una bella sintesi tra i frutti più scuri di alcuni dei vini precedenti, soprattutto quelli delle botti 4, 5 e 6, e la struttura intermedia della settima botte. C’è un bel bilanciamento: molta potenza, molta intensità, ma forse non la stessa ampiezza di alcuni dei vini più grandi. Un equilibrio davvero convincente.”

Base d’Asta: 25.000€

Vendita: 38.000€

Ricavato sarà devoluto all’Associazione Mondo Qui, che favorisce il dialogo e l’azione comune tra donne e uomini con diverse origini e nazionalità, patrimoni di esperienze, educazione, linguaggi, conoscenze, sensibilità, valori, nel rispetto reciproco e valorizzandone le differenze.

Lotto 16 – Lotto comunale La Morra

Aziende: Ellena Giuseppe, Bosco Pierangelo, Enzo Biglietti, Mauro Molino, Corino Giovanni, San Biagio, Cascina Adelaide, Voerzio Roberto, Renato Ratti, Rocche di Costamagna, Ramello, Antica Casa Vinicola Scarpa, Elio Altare, Oddero, Cordero di Montezemolo – 102 Bottiglie, 50 Magnum, 13 Jeroboam

Base d’Asta: 8.000€

Vendita. 12.000€

Ricavato devoluto interamente alla Scuola Enologica di Alba.

Lotto 17 – Barrique 9

Per Galloni, “un vino davvero unico, perché in questa particolare botte la fermentazione malolattica è stata un po’ tardiva, il che significa che stiamo degustando un vino ancora un po’ acerbo. E tuttavia, dopo un po’ di tempo nel bicchiere, ha già iniziato ad amalgamarsi molto bene. Mi piace la sua lucentezza, la sua energia. Ha un profilo di frutta più tendente al rosso e al viola, con una nota di arancia rossa in primo piano, pepe bianco, corpo medio, quindi non così potente come alcuni dei vini precedenti, soprattutto il 4, il 5 e il 6. Ma questo ha un ottimo equilibrio e sta iniziando ad amalgamarsi bene È uno di quei vini che ora assaggio in botte sperando di poterlo degustare un giorno in bottiglia, perché oggi è ancora a uno stadio embrionale, ma mostra già il suo potenziale.”

Base d’Asta: 28.000€

Vendita: 35.000€

L’aggiudicatario del lotto potrà scegliere il progetto non-profit a cui devolvere il ricavato.

Lotto 18 –  Lotto comunale Serralunga d’Alba

Aziende: Enzo Bottiglietti, Conterno Giacomo, Cascina Adelaide, Ettore Germano, Garesio, Villadoria, Boassio, Sordo, Fontafredda, Reva, Pio Cesare, Azelia, Ascheri – 126 Bottiglie, 36 Magnum, 11 Jeroboam

Base d’Asta: 10.000€

Vendita: 16.000€

Ricavato devoluto interamente alla Scuola Enologica di Alba.

Lotto 19 – Barrique 10

Per Galloni è “uno dei vini più particolari di questa selezione 2022. Qui c’è una nota fl oreale decisamente esotica, con un mix speziato. Molta cannella, scorza d’arancia, pepe bianco. Davvero accattivante dal punto di vista aromatico, con tonalità di frutta più tendenti al rosso e una struttura intermedia. Questo vino presenta così tante sfumature da farmi pensare che potrà essere gustato anche presto, benché, come ogni Barolo, necessiti ovviamente di tempo per assestarsi. Ma ha qualcosa di decisamente esotico, che trovo davvero interessante.”

Base d’Asta: 30.000€

Vendita: 50.000€

Il ricavato sarà devoluto alla China-Italy Philanthropy Forum, una piattaforma di dialogo cross-culturale dedicata alla promozione di dialogo e collaborazione tra realtà filantropiche europee e cinesi, con l’obiettivo di agevolare sforzi comuni nei campi della tutela dell’ecosistema, della sostenibilità, dell’istruzione, della valorizzazione del ruolo sociale delle donne, e della costruzione di percorsi di filantropia intergenerazione.

Lotto 20 – Lotto comunale Barolo

Aziende: Fratelli Serio e Battista Borgogno, Famiglia Anselma, Cascina Adelaide, Damilano, Marrone, Barale Fratelli, Marchesi di Barolo, Sansilvestro, Bric Cenciurio, Casa E. Mirafiore, Brezza, Scarzello, Bartolo Mascarello, E.Pira, Giuseppe Rinaldi – 150 Bottiglie, 35 Magnum, 8 Jeroboam

Base d’Asta: 18.000€

Vendita: 20.000€

Ricavato devoluto interamente alla Scuola Enologica di Alba.

Lotto 21 – Barrique 11

Per Galloni, “il vino è un po’ un mistero. Non ha esattamente la purezza di colore di alcuni degli altri vini della selezione. È un po’ torbido, il che significa che non è ancora del tutto chiarificato. Naturalmente questi vini vengono prelevati direttamente dalla botte, quindi potrebbe essere un problema legato al modo in cui è stata eff ettuata la campionatura, o magari può dipendere dalla parte della botte da cui è stato preso il vino. Oppure potrebbe essere una caratteristica sviluppata in un secondo momento. O semplicemente un tratto distintivo del vino. Non lo sappiamo ancora, è troppo presto per dirlo. Ma questo vino, per me, non è ancora del tutto amalgamato, non è proprio al livello degli altri. Gli aromi sono interessanti ma il vino, al momento, mi sembra un po’ disomogeneo.”

Base d’Asta: 30.000€

Vendita: 50.000€

L’aggiudicatario del lotto potrà scegliere il progetto non-profit a cui devolvere il ricavato.

Lotto 22 – Barrique 12 TONNEAUX

È il lotto più importante, il più sentito del progetto Vigna Gustava

“L’ultimo della collezione 2022. Come il precedente, questo vino sembra un po’ fragile, non del tutto omogeneo. Gli aromi sono gradevoli, ma c’è un po’ di spigolosità nei tannini. Il colore non sembra ancora del tutto stabile: potrebbe migliorare con il tempo oppure no. Vedremo. Ha un buon potenziale ma è ancora molto embrionale. La mia impressione è che alcuni degli altri vini si mostrino un po’ più completi. Questo vino non è altrettanto maturo, e in questa degustazione si presenta ancora un po’ disomogeneo. È impossibile non cogliere la lieve aggressività del tannino. Vedremo i futuri sviluppi.”

Base d’Asta: 100.000€

Vendita: 280.000€

Il ricavato sarà devoluto a Mother’s Choice, un ente di beneficenza nato a Hong Kong nel 1987 per sostenere bambini senza famiglie e adolescenti in gravidanza. Mother’s Choice is a charity established in Hong Kong in 1987 to support children without families and pregnant adolescents.

Video dell’Asta:

Barolo en primeur 2023

+info: www.langhevini.it/eventi-del-consorzio/barolo-en-primeur/

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

diciassette + venti =