0
Pinterest LinkedIn

L’antica tradizione della birra dei piccoli produttori chiavennaschi torna in evidenza con l’evento ‘Beer-retica’, inserito nel programma di proposte ideate per il 2016 dall’Associazione Mandamentale di Chiavenna dell’Unione Cts tramite l’Associazione Valchiavenna Shopping.

beer-retica-programma

La manifestazione, che nella passata edizione ha riscosso un notevole successo, interesserà la città di Chiavenna per un’intera settimana, da lunedì 20 a domenica 26 giugno.L’iniziativa vedrà la partecipazione di 9 birrifici artigianali che saranno ‘ospitati’ in diversi pubblici esercizi della città e saranno coinvolti inoltre 11 tra ristoranti, pizzerie e crotti della città cui si uniscono 2 enoteche in cui le birre saranno in vendita. Il programma con tutti i partecipanti, di seguito, sarà incentrato su una serie di percorsi di degustazione che interesseranno il centro storico e che vedranno bar, ristoranti, crotti e cantine ‘mettersi in rete’ per proporre eventi correlati alla birra (ad esempio, vendite, degustazioni, show cooking, incontri tematici di approfondimento, laboratori didattici, musica dal vivo ecc.).

Inoltre, venerdì 24 e sabato 25 giugno dalle ore 20 a mezzanotte in alcuni locali sarà possibile ascoltare musica dal vivo. Anche per questa edizione di ‘Beer-retica’ è atteso un pubblico numeroso, soprattutto nella serata di sabato 25 giugno: pertanto,invitiamo gli esercizi commerciali a valutare l’opportunità di un’apertura serale straordinaria, dalle ore 20.30 fino alle 23 (chi lo volesse può effettuare l’apertura a orario continuato), sia per contribuire a creare un clima di accoglienza nella città, sia per cogliere una valida occasione commerciale per la propria attività.

Infine, per gli amanti dei social, l’evento propone l’iniziativa ‘Inquadra la tua bionda’, che mette in palio una selezione di birre artigianali, offerte dai birrifici partecipanti, per la foto con protagonista la birra che (postata con #inquadralatuabionda entro le ore 18 di domenica 26 giugno) avrà ricevuto più like su Facebook.

 

+info:  gli uffici dell’Unione Cts
(Luca Borzi, tel. 0342-533311 –luca.borzi@unione.sondrio.it)

Scarica gratis l'Annuario Microbirrifici
Annuario Microbirrifici

GLI STORICI BIRRIFICI DELLA VALCHIAVENNA

La Valchiavenna in provincia di Sondrio ha una storia importante nella produzione di birra. A  Chiavenna, cittadina alla confluenza dei fiumi Liro e Mera sulla strada che porta al Passo Spluga, nascono nel 1.800 diverse fabbriche di birra. Lo sviluppo di queste fabbriche è favorito dalla presenza di buona acqua e di ‘crotti’ (grotte naturali) che permettono di conservare il prodotto in condizioni ottimali. La più antica fabbrica di cui si ha notizia è la Tunesi che nasce nel 1833. L’avventura di questa birreria dura circa vent’anni quando un certo Hans Ritter austriaco intuisce le possibilità che offre il luogo e rileva l’azienda con tutte le attrezzature trasferendosi nella zona denominata Bottonera. Il successo di Ritter porta alla nascita di altre birrerie. Nel volgere di pochi anni nascono ben sette birrifici situati fra Chiavenna, Piuro e Villa di Chiavenna: Mattoi-Vanossi e C., Giacomo De Steffani, Silvera e C., G. Coray e C, Giovanni Dolcino, Franz Hagen e C., Fratelli Gianotti. La presenza di tante birrerie comporta una battaglia commerciale senza esclusione di colpi con il risultato, complice anche la nascita in altre città di nuove birrerie più moderne, che all’inizio del 900 sopravvive solo il Birrificio Spluga subentrato a Mattoi e Vanossi. Il periodo che precede la prima guerra mondiale vede il maggior splendore e successo commerciale di questo birrificio che produceva con il marchio Splügen. Questo è  il nome tedesco di Spluga, il celebre passo posto sul confine italo-svizzero a 2.114 m. Nel dopoguerra (1950) il birrificio fu acquistato dalla Poretti che più tardi chiuse la birreria di Chiavenna, concentrando la produzione nella più moderna birreria di Induno Olona (VA). Il birrificio Poretti è poi passato alla multinazionale Carlsberg che negli ultimi anni ha smesso la produzione del marchio storico Splügen per concentrare le proprie risorse nel rilancio dei marchi Poretti.

 

Per maggiori notizie storiche sui birrifici italiani consultare: STORIA DELLE BIRRERIE – BIRRIFICI IN ITALIA