Pinterest LinkedIn

Brau Holding International, il gruppo birraio bavarese che controlla numerose birrerie della Germania meridionale (Paulaner, Hacker-Pschorr, Kulmbacher, Fürstenberg e altre), ha chiuso l’esercizio 2010 con un giro d’affari complessivo di 711 milioni di euro, con una crescita del 2,3% rispetto al precedente esercizio. Il gruppo ha realizzato vendite complessive per 6,1 milioni di hl, di cui 5,3 milioni di hl di birra, in calo dell’1.6% rispetto allo scorso anno, mentre il proprio mercato di riferimento ha perso l’1,7% dei volumi . Le vendite sui mercati esteri sono cresciute di quasi il 6%. E’ migliorata anche la redditività del gruppo per il settore birra.

Annuario Birre Italia Birritalia Beverfood.com
Annuario Birra Italia Birritalia beverfood.com

I risultati conseguiti nel 2010 consentono all gruppo BHI di consolidare la propia leadership di mercato in Baviera dove attualmente detiene una quota del 15,6% del mercato totale. Il gruppo inoltre detiene quote significative anche nelle seguenti altre regioni: Baden-Wuerttemberg, Assia, Turingia e Sassonia. Paulaner, top brand del gruppo Brau Holding International, ha prodotto il 5% in più rispetto all’anno precedente. La crescita è stata guidata soprattutto da Paulaner Hefe-Weissbier senza alcool che ha registrato incrementi a due cifre. Nonostante le prospettive complessivamente positive per l’economia tedesca e la ripresa dei consumi interni, la pressione sull’industria tedesca della birra è destinata a continuare a causa del declino del consumo di birra e dell’aumento dei costi delle materie prime. Tuttavia, Roland Tobias, A.D. BHI, è ottimista sul futuro: “Il nostro portafoglio di marchi è forte e gode di simpatia e apprezzamento da parte dei consumatori, e noi abbiamo una posizione di forza nella nostra regione di base. Questo ci consente di essere ben posizionati per le sfide che ci attendono”.

 

INFOFLASH/BHI
Brau Holding International GmbH & Co. KGaA è la più grande associazione di produttori di birra regionale e uno dei più grandi gruppi birrari in Germania. Esso controlla il gruppo Paulaner (che opera con i marchi Paulaner, Hacker-Pschorr, Thurn und Taxis, Auerbräu, Hopf), il 63% del gruppo Kulmbacher (operativa con i marchi Kulmbach, Mönchshof, EKU, Kapuziner, Sternquell, Würzburg, Scherdel, Braustolz, Bad Brambacher) e il gruppo Sud-Ovest (birrerie Fürstenberg, Hoepfner, Schmucker). Brau Holding International è una joint venture tra il gruppo bavarese Schörghuber (50,1 per cento) e il gruppo Heineken NV (49,9 per cento). BHI opera commercialmente sul mercato italiano attraverso la Paulaner Distribuzione di San Donà di Piave (VE), che commercializza i marchi del gruppo Paulaner e quelli del gruppo Sud Ovest, e l’ufficio Kulmbacher di Nogara (VR) che commercializza i marchi del gruppo Kulmbacher-Scherdek -Würzburg. La controllante Schörghuber è una conglomerata che opera, oltre che nel settore delle bevande, anche nei settori della costruzione e immobiliare e in quello alberghiero.

+info: www.brauholdinginternational.dewww.schoerghuber-unternehmensgruppe.de

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Vuoi un caffè sostenibile? Scegli Fairtrade!

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

17 − quattordici =