0
Pinterest LinkedIn

Si concluso il primo anno di lavoro della filiale italiana del Gruppo francese Vranken-Pommery Monopole – leader nella produzione di Champagne – per conquistare il mercato italiano. Guidata dall’imprenditore Ilario Iannone (cfr foto), che ricopre la carica di Amministratore Delegato, affiancato da una squadra di prim’ordine composta da Mimma Posca alla Direzione Commerciale, dal GDO Manager Massimo Fraschina, dalla responsabile marketing Martina Tomasig e da una capillare rete vendita specializzata nelle “bollicine importanti”, Pommery Italia (con sede a Rivergaro in provincia di Piacenza) ha attuato una brillante strategia di conquista e ha segnato importanti traguardi in questo primo anno di lavoro.

L’Italia è un mercato fondamentale per lo Champagne: è infatti tra i primi mercati di riferimento a livello mondiale per le importazioni ed è composto da consumatori affezionati e molto attenti alla qualità del prodotto. Nonostante le ricerche di mercato abbiano registrato una sensibile frenata dello Champagne sul mercato italiano, Pommery Italia ha registrato una crescita importante, valorizzando al meglio la qualità e la storicità del marchio Pommery nella penisola: oltre 300 mila bottiglie vendute suddivise in percentuali uguali tra canale tradizionale e moderno hanno permesso di raggiungere un fatturato di 7 milioni di euro.

Databank Database Tabella csv excel xls Case Vinicole Cantine

Da segnalare in particolare l’inserimento del marchio Pommery in oltre 1.500 nuovi punti vendita top, risultato di una precisa strategia commerciale finalizzata alla conquista del canale tradizionale, a cui la Maison francese ha dedicato in esclusiva una nuova etichetta di Champagne, Pommery Noir. Forte di questi dati, Champagne Pommery è oggi nelle prime posizioni tra i prodotti più venduti nel mercato delle bollicine in Italia. Le basi per realizzare questo disegno ambizioso ci sono e i primi passi in questa direzione sono stati mossi da subito. Pronti gli obiettivi 2010 ed il business plan per il prossimo triennio, per raggiungere una posizione di leadership e un’affermazione sempre più importante ed incisiva del marchio Pommery sul mercato italiano.

Ufficio Stampa – Studio Suitner Tel. 011/8196450 (r.a.) – segreteria@studiosuitnersrl.191.it
+ INFO: Vranken-Pommery Italia Via Roma 44, Rivergaro PC Tel. 0523-385358 – iiannone@vrankenpommery.itpress@vrankenpommery.it -www.vrankenpommery.it

INFOFLASH SUL GRUPPO VRANKEN-POMMERY MONOPOLE

Originario del Belgio, è in Francia che Paul-François Vranken fonda nel 1976 la sua maison di champagne Vranken . Negli anni seguenti il gruppo si espande notevolmente grazie anche a numerose acquisizioni di piccole e medie maison di champagne. Nel 1983 acquista il cognac Charles Lafitte che diventerà poi anche marca di champagne. Nel 1985 lancia lo champagne Demoiselle e nel 1986 crea la marca di Porto Sao Pedro. Ma le acquisizioni più strategiche avvengono successivamente: champagne Heidsiek-Monopole (nel 1996), porto Rozès (nel 1999) e champagne Pommery (nel 2002). Le acquisizioni effettuate dalla maison Vranken gli hanno dato, poco per volta, anche accesso ad un approvvigionamento d’uva garantita sul lungo termine. Vranken-Pommery vanta oggi tra i suoi possedimenti ca 300 ettari di vigne nel territorio dello champagne e altrettanti nel Portogallo per la produzione di Porto. Con 21 milioni di bottiglie di champagne vendute annualmente ed un giro di affari 2008 di 286 milioni di euro, Vranken-Pommery è oggi il terzo più grande gruppo produttore di champagne nel mondo. Il gruppo, inoltre, svolge una attività di distribuzione mondiale dei Vins des Sables (Listel) e dei Vins de Provence (la Gordonne); se si tiene conto anche di questa attività, il giro d’affari annuale del gruppo si eleva a 350 mio euro. Vranken-Pommery Monopole è una società quotata su NYSE Euronext Paris. + info: www.vrankenpommery.fr

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

nove − 7 =