Pinterest LinkedIn

L’amministratore delegato Fabio De’Longhi afferma che il caffè è destinato a essere il “motore principale” della crescita di De’Longhi, con il segmento che ora genera oltre il 60% delle vendite del gruppo.

Il primo semestre del 2023 si è concluso con un fatturato in flessione rispetto al periodo precedente, prevalentemente a causa di alcuni fattori straordinari e temporanei (una riduzione dei livelli di stock detenuti dai rivenditori e un’ uscita di 56 milioni di euro dalla sua attività di climatizzazione mobile negli Stati Uniti) che hanno impattato in maggior misura i primi mesi dell’anno. In crescita invece i principali indicatori economici: Adjusted Ebitda a € 160,1 milioni, pari al 12,4% dei ricavi (in crescita dal 10,3%); ed un utile netto a € 82,7 milioni, pari al 6,4% dei ricavi (in miglioramento dal 5%).

Da segnalare che il totale caffè, sia consumer che professionale, ormai rappresenta poco meno del 60% del fatturato di Gruppo, una soglia che è ragionevolmente destinata ad essere superata nei prossimi 12-18 mesi.  Il gruppo trevigiano ha rilevato in particolare  le performance ‘straordinarie’ di Eversys, business delle macchine da caffè superautomatiche, che nel periodo ha registrato una crescita dei ricavi del 58% e ha incrementato la propria incidenza sui ricavi del gruppo dal 3% al 5,2%.

CFR: Il Gruppo De Longhi ha acquisito il controllo della Eversys (macchine per caffè)
.

Relativamente all’evoluzione della profittabilità del Gruppo, il semestre ha visto un sostanziale miglioramento dei margini nonostante un fatturato in calo. Le azioni di aumento dei prezzi implementate lo scorso anno, il miglioramento del mix ed un’attenta gestione dei costi hanno consentito di compensare l’effetto negativo della flessione dei volumi. Nel corso degli ultimi 12 mesi, l’area europea ha risentito pesantemente sia degli effetti del conflitto russo-ucraino (e del collegato deterioramento del consumer sentiment) che dell’indebolimento del potere d’acquisto dei consumatori. Tuttavia, nel corso degli ultimi mesi la regione ha mostrato segnali di miglioramento rispetto alle precedenti dinamiche, ritornando in territorio positivo.

Fabio De’Longhi, Amministratore Delegato

“Stiamo tornando alla normalità delle dinamiche aziendali, pur in uno scenario macroeconomico caratterizzato nel breve periodo dai potenziali impatti dell’inflazione e dell’aumento dei tassi di interesse sulla ricchezza e sui consumi delle famiglie”, ha dichiarato Fabio de’ Longhi, amministratore delegato di De’Longhi. “Tuttavia, il gruppo può contare sulle intatte potenzialità di sviluppo dei segmenti del caffè e della nutrizione a marchio Nutribullet, che hanno rappresentato nel semestre quasi il 65% del fatturato totale e che sono destinati a rappresentare nel medio termine il principale motore per la crescita e la redditività del gruppo”, ha aggiunto.

DE’LONGHI

De’ Longhi è uno dei principali player mondiali nel settore dei piccoli elettrodomestici ed è attivo principalmente nei segmenti delle macchine di caffè e della preparazione dei cibi, che rappresentano circa l’80% dei ricavi totali del Gruppo.

Il portafoglio marchi del Gruppo comprende:

  • De’ Longhi, storico marchio nato nel 1974 e leader mondiale nelle macchine da caffè per uso domestico;
  • Kenwood, marchio britannico acquisito nel 2001 e tra i leader mondiali nel settore della preparazione dei cibi;
  • Braun, il marchio tedesco, in licenza perpetua dal 2012, nei segmenti cucine ed elettrodomestici;
  • Nutribullet, brand americano acquisito nel 2020 e leader mondiale nel segmento dei personal blender;
  • Ariete, acquisita insieme a Kenwood nel 2001, offre soluzioni innovative nei settori cottura, stiratura e pulizia;
  • Nel corso del 2021 De’ Longhi ha acquisito anche Eversys (macchine caffè superautomatiche), rafforzandosi ulteriormente nel business del caffè.

De’Longhi distribuisce i suoi prodotti in oltre 120 mercati nel mondo e impiega oltre 10.000 persone. Nel 2022, il Gruppo ha generato ricavi per.3.158 Mni € milioni di euro un utile netto di 177 Mni € milioni. Le macchine per caffè sono al centro della strategia del Gruppo, poiché rappresentano oltre il 54% del fatturato totale., sono in continua espansione e il marchio De’ Longhi è leader mondiale in questo mercato.

+INFO: www.delonghigroup.com

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Coffitalia 2022 Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi

Scrivi un commento

7 + nove =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina