Beverfood.com
| Categoria Documenti | 3618 letture

INTERNATIONAL COFFEE ORGANIZATION: RAPPORTO MERCATO MONDIALE CAFFE’ OTTOBRE 2010

International Coffee Organization Rapporto Mercato Mondiale Caffè Ottobre

Organization Coffee Caffè Ottobre International Mondiale Rapporto Mercato

documento pubblicato
in inglese, francese, portoghese e spagnolo
da INTERNATIONAL COFFEE ORGANIZATION
www.ico.org/http://www.ico.org/
www.ico.org/documents/cmr-1010-e.pdf

SOMMARIO: In ottobre i prezzi del caffè sono rimasti fermi, nonostante un rallentamento generale dovuto alla diminuzione dei prezzi di Arabica. La media mensile del prezzo indicativo ICO è stata pari a 161,56 cents di dollaro per libbra, che rappresenta una leggera diminuzione del 1,3% rispetto a 163,61 cents registrato nel mese di settembre. Tuttavia, il prezzo indicativo composto ICO giornaliero indicatore ha raggiunto livelli elevati verso la fine del mese, 172,57 centsper libbra, il 29 ottobre, il livello più alto dal 9 giugno 1997. Il comportamento del mercato nel mese di ottobre è stato anche caratterizzato da un aumento significativo dei prezzi Robusta, che hanno registrato il livello più alto in due anni, riducendo il divario con il Arabica. La volatilità è aumentata del 24,1% e 71,3% rispettivamente sui mercati a termine dei futures di New York e Londra. I problemi di approvvigionamento , a causa di condizioni meteorologiche avverse in diversi paesi, hanno contribuito alla fermezza del prezzo del caffè. In particolare, le forti piogge nei paesi produttori di robusta , tra cui Vietnam, Indonesia e India, hanno inoltre sostenuto la crescita del prezzo del Robusta. Precipitazioni impreviste hanno inciso sulla produzione in America Centrale e in Colombia, che ha registrato tre stagioni consecutive di bassa produzione. Nel mese di settembre, le esportazioni di tutti i paesi esportatori sono stati pari a 8 milioni di sacchi, portando il totale cumulativo per l’annata 2009/10 a 93,8 milioni di sacchi, contro 97,4 milioni dell’annata 2008/09, in calo del 3,8%. Le esportazioni totali per i primi nove mesi dell’anno solare 2010 sono state pari al 71,5 milioni di sacchi, contro 73,9 milioni sacchi durante lo stesso periodo del 2009.
MOVIMENTI DEI PREZZI – I FONDAMENTALI DEL MERCATO (PRODUZIONI, ESPORTAZIONI, SCORTE, CONSUMI) – CONCLUSIONI

periodo di riferimento: ottobre 2010

MOVIMENTI DEI PREZZI

La media mensile del prezzo indicativo composto ICO è scesa dell’1,3% da 163,61 cents di dollaro per libbra nel mese di settembre a 161,56 cents in ottobre. Questo calo è dovuto al comportamento dei prezzi di Arabica, che ha perso in media il 3,5% rispetto a settembre, mentre i prezzi di caffè Robusta sono aumentato del 4,9%. Dopo un calo iniziale ai primi di ottobre, il prezzo di Arabica e Robusta sono aumentati gradualmente con il prezzo indicativo composito ICO che ha raggiunto 172,57 cents il 29 ottobre, il livello più alto dal 9 giugno 1997..I mercati a termine a New York e Londra hanno registrato prezzi giornalieri più alti alla fine del mese, aumentando la loro volatilità al 24,1% e 71,3% rispettivamente, rispetto a settembre. Come conseguenza dell’aumento dei prezzi Robusta, le differenze di prezzo tra Arabica e Robusta si sono ridotte. A causa di un forte calo nei Dolci colombia, le differenze tra i prezzi di questo gruppo,e le Altre Naturali si sono ridotte


I FONDAMENTALI DEL MERCATO: LA PRODUZIONE

La produzione totale nel 2009/10 è stato leggermente inferiore a 120 milioni di sacchi contro 128,4 milioni nel 2008/09 , in diminuzione del 6,7% . Il decremento è dovuto al calo della produzione in Africa, Messico e America Centrale e Sud America. Diversi fattori, tra cui le condizioni climatiche avverse e alti costi di produzione, hanno contribuito a questa caduta. La campagna 2010/11, che ha iniziato in tutti i paesi esportatori, è anche influenzata da regimi climatici inaspettati nelle regioni di produzione più importanti, che stanno causando preoccupazioni sugli approvvigionamenti a breve termine. Le forti piogge possono avere effetti negativi sulla campagna in corso in Vietnam e in Colombia e America Centrale. La Colombia si sta muovendo verso una terza stagione consecutiva di bassa produzione. La produzione dovrebbe scendere in altri paesi esportatori, in particolare l’Indonesia. Questa combinazione dovrebbe indebolire l’aumento della produzione mondiale prevista nel 2010/11 a causa della elevata produzione del Brasile (ciclo biennale caratteristico della sua produzione di Arabica). In attesa di ulteriori informazioni da parte di paesi membri, la stima della produzione totale della campagna di commercializzazione 2010/11 rimane invariata a circa 133 milioni di sacchi.

I FONDAMENTALI DEL MERCATO: LE ESPORTAZIONI

Nel mese di settembre, le esportazioni sono ammontate a 8 milioni di sacchi, portando il totale delle esportazioni nell’annata 2009/10 a 93,8 milioni di sacchi, contro 97,4 milioni dell’annata precedente, in calo del 3,8%. Le esportazioni tra gennaio e settembre sono state pari a 71,5 milioni di sacchi, contro 73,9 milioni nello stesso periodo del 2009, con un decremento del 3,3%. Il valore delle esportazioni nel corso dell’anno solare 2009 è stimato a 13,3 miliardi di dollari per un volume di 96,2 milioni sacchi, contro 15,4 miliardi nel 2008 relativi a un volume del 97,6 milioni di sacchi.

I FONDAMENTALI DEL MERCATO: LE SCORTE

La scarsità di caffè ha portato ad una riduzione sostanziale degli stocks di apertura dei paesi produttori per la campagna 2010/11. Si stima che le scorte hanno raggiunto un minimo storico di meno di 12 milioni di sacchi. I bassi livelli di stoccaggio e i ritardi nella raccolta in diversi paesi (a causa di forti precipitazioni) continueranno ad alimentare le preoccupazioni sugli approvigionamenti nel mercato a breve termine. Le riserve di caffè nei paesi importatori sono stimate in 19,2 milioni di sacchi a fine giugno 2010.

I FONDAMENTALI DEL MERCATO: I CONSUMI E I PREZZI

IL consumo totale mondiale di caffè è pari a 129,1 milioni sacchi nel 2009, contro 130,6 milioni nel 2008 Il consumo medio annuo globale degli ultimi dieci anni è stato di circa 119 milioni di sacchi e segue un tendenza positiva trainata principalmente dai paesi esportatori di caffè e dalle economie emergenti. Rispetto ai livelli del giugno 2009, i prezzi al dettaglio di giugno 2010 sono più bassi in quasi tutti i paesi importatori. Tuttavia, l’attuale livello dei prezzi del caffè dovrebbero incoraggiare i torrefattori di aumentare i prezzi.

IN CONCLUSIONE

Va osservato che i fondamentali di mercato continuano ad essere favorevoli per la tenuta dei prezzi del caffè, una situazione che sembra essere dovuto alle crescenti preoccupazioni circa gli approvigionamenti a breve termine, mentre il consumo globale rimane forte. Per quanto riguarda le scorte dei produttori ‘, il loro recupero non dovrebbe essere possibile in un prossimo futuro a causa della avverse condizioni meteorologiche che interessano numerose regioni produttive

Per scarciare il rapporto completo in inglese con relativi grafici e tabelle cfr.
www.ico.org/documents/cmr-1010-e.pdf

+ COMMENTI (0)

Recoaro Bio: quando la purezza del bio incontra il lato ribelle del frizzante

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Coffee Mercato Ottobre Caffè International Rapporto Organization Mondiale


Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

dieci + 16 =