Pinterest LinkedIn

La 19a edizione dell’European Beer Star, una delle competizioni annuali di birra più prestigiose al mondo, si è conclusa nella giornata di ieri 14 settembre con la cerimonia di premiazione a Monaco di Baviera in occasione del drinktec, la fiera internazionale che propone le ultime novità del settore delle bevande e degli alimenti liquidi. La gara ha potuto contare sulla partecipazione di 2.168 birre, provenienti da 40 paesi, che si sono sfidate in 73 categorie per le ambite medaglie. Risultato storico per Birra Perugia, il birrificio umbro che con tre ori, due argenti e un bronzo, è stato quello di maggior successo nel concorso di quest’anno.

Medagliere European Beer Star 2022

IL CONCORSO

La European Beer Star è nata nel 2004 ed è organizzata dalla Private Breweries Association. La competizione segue il principio di valutazione olimpica, tant’è che solo le migliori tre birre di ogni categoria possono essere premiate in medaglie, disponibili in oro, argento e bronzo. Poiché il mondo della birra è in continua evoluzione, le categorie dell’European Beer Star vengono riviste e aggiornate ogni anno. Tutti i birrifici commerciali del mondo, che siano essi locali, regionali, nazionali e internazionali, possono partecipare all’European Beer Star.

La giuria internazionale, composta da 130 esperti tra mastri birrai, giornalisti del settore e sommelier di birra, ha valutato le birre partecipanti in un blind tasting durato due giorni,  basandosi esclusivamente su criteri sensoriali.

“Nonostante il difficile contesto in cui si trova attualmente l’industria della birra internazionale, siamo orgogliosi di aver infranto il traguardo di oltre 2.000 birre presentate quest’anno”, ha dichiarato Stefan Stang, Direttore Generale dell’Associazione dei birrifici privati ​​in Baviera, principale organizzatore del concorso fin dalla prima edizione.

Lo staff di Birra Perugia

La 19a edizione dell’European Beer Star ha contato un totale di 21 paesi partecipanti in tutto il mondo. Il paese più premiato è stato la Germania (823 birre in concorso), con un totale di 82 medaglie di cui 32 oro. L’Italia, con 294 birre partecipanti, ha conquistato il secondo posto con 35 medaglie totali, tra cui 10 d’oro, 9 d’argento e 16 di bronzo. 

Il nostro paese si è distinto in particolare grazie al record di Birra Perugia, birrificio umbro insignito di ben 6 medaglie, un risultato mai raggiunto prima e tra le migliori performance di tutta la competizione. Con tre ori, due argenti e un bronzo, il birrificio perugino figura oggi tra i migliori al mondo.

Le medaglie d’oro sono state assegnate a Golden Ale, ILA (Scotch Ale) e Insolita (Italian Grape Ale), quelle d’argento a Golden Jazz e Suburbia (English IPA), il bronzo all’American Red Ale. Tutte “birre di alta qualità, genuine e ricche di carattere”, come ha sottolineato la giuria.

Riconoscimenti anche per molti altri birrifici italiani, tra cui spicca in particolare 50&50 con 2 ori con God of Laif (Session Beer) e Mr Crocodile (New Style Lager) ed 1 argento con  Graziella (IGA). Birrificio Lambrate di Milano conquistato 1 argento con la birra Quarantott (Imperial India Pale Ale) e 2 bronzi con le birre Ghisa (Smoke Beer) e Einfahrt (German – Style Dunkler Bock).

 

 

Ma sono piovute molte medaglie anche per il birrificio dell’Alta Baviera Camba Bavaria (2 ori, 3 argenti, 1 bronzo) e il birrificio Stiegl di Salisburgo (1 oro, 2 argenti, 3 bronzi). Inoltre, un set completo di medaglie andrà al Batzen-Bräu di Bolzano, al birrificio Ottakringer di Vienna e al Birrificio Vetra di Milano.

Inoltre, l’IPA Progusta di Braufactum è stato premiato per la quarta volta consecutiva nella classe regina dei birrifici artigianali. “Siamo molto orgogliosi di essere stati ancora una volta in grado di vincere nella categoria ‘Traditional-Style India Pale Ale’. Il fatto che noi siamo tra i primi 3 per la quarta volta dimostra la nostra eccezionale qualità a livello internazionale”, ha affermato Marc Rauschmann, Mastro birraio e Amministratore Delegato di Braufactum.

 

 

Schneider Weisse e la Schlossbrauerei Unterbaar hanno dimostrato ancora una volta la loro competenza nel campo della birra di frumento, conquistando tre premi ciascuno per specialità di birra di frumento di ogni tipo. Su un totale di 27 premi nelle categorie di birra di frumento, 21 vanno a Germania. Tuttavia, il birrificio cinese “Urbrew” di Handan si è assicurato la medaglia d’oro nella categoria “Hefeweizen Hell in stile sud-tedesco”, autentica rivelazione dell’anno.

“Siamo felici dell’eccezionale risposta da parte di un totale di 40 paesi. I birrifici partecipanti non hanno risparmiato sforzi per inviare le loro birre per la degustazione in tempo, nonostante le catene di approvvigionamento attualmente interrotte”, ha detto il Project Manager Kilian Kittl.

+info:
www.european-beer-star.com/ebs-en/

Scheda e news: Drinktec

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Nino Negri Vigna Francia - Valtellina Superiore - Vite di Roccia - Segui su Instagram

Scrivi un commento

cinque − uno =