Pinterest LinkedIn

A dicembre 2012 l’indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) ha segnato un aumento congiunturale dello 0,2%. …Nella media del trimestre ottobre-dicembre 2012 l’indice è diminuito dell’1,6% rispetto al trimestre precedente. …Nel confronto con novembre 2012, le vendite aumentano dello 0,2% sia per i prodotti alimentari sia per quelli non alimentari. …Rispetto a dicembre 2011, l’indice grezzo del totale delle vendite segna una diminuzione del 3,8%, sintesi di flessioni del 2,7% per i prodotti alimentari e del 4,2% per quelli non alimentari. …Le vendite per forma distributiva mostrano, nel confronto con dicembre 2011, una diminuzione sia per la grande distribuzione (-2,0%) sia, di maggiore intensità, per le imprese operanti su piccole superfici (‑5,3%). …Nel complesso del 2012, l’indice grezzo diminuisce del 2,2% rispetto al 2011, come risultato di un calo delle vendite di prodotti alimentari (‑0,8%) e di una flessione più marcata di quelle di prodotti non alimentari (-2,8%).

Catering Ristorazione Databank excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Aziende Beverage Bevande Tabella Campi records

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice Nel confronto con il mese di dicembre 2011 si registra una diminuzione del 2,0% per le vendite delle imprese della grande distribuzione e del 5,3% per quelle delle imprese operanti su piccole superfici.

Nella grande distribuzione le vendite segnano una variazione tendenziale negativa sia per i prodotti alimentari (-0,8%) sia per quelli non alimentari (-2,6%). Anche nelle imprese operanti su piccole superfici si evidenzia una diminuzione sia delle vendite di prodotti alimentari (-5,5%) sia di quelle di prodotti non alimentari (-5,2%). Nel mese di dicembre 2012, tra le imprese della grande distribuzione (Prospetto 2) si registrano diminuzioni tendenziali del 2,0% per gli esercizi non specializzati e dello 0,9% per quelli specializzati. Nei primi le vendite degli esercizi a prevalenza alimentare diminuiscono dell’1,9%, quelle degli esercizi a prevalenza non alimentare del 2,5%. Con riferimento agli esercizi non specializzati a prevalenza alimentare si registra una diminuzione negli ipermercati (-1,9%) e nei supermercati (-2,2%), mentre si rileva un aumento nei discount (+0,6%). Nella media del 2012, le vendite degli esercizi non specializzati diminuiscono, rispetto all’anno precedente, dello 0,8%, quelle degli esercizi specializzati dell’1,0%.

A dicembre 2012 l’indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) ha segnato un aumento congiunturale dello 0,2%. Nella media del trimestre ottobre-dicembre 2012 l’indice è diminuito dell’1,6% rispetto al trimestre precedente. Con riferimento alla dimensione delle imprese della distribuzione commerciale al dettaglio, nel mese di dicembre 2012 il valore delle vendite diminuisce, in termini tendenziali, del 6,7% nelle imprese fino a 5 addetti, del 3,5% in quelle da 6 a 49 addetti e del 1,7% nelle imprese con almeno 50 addetti. Nel confronto tra la media del 2012 e quella dell’anno precedente, il valore delle vendite diminuisce del 3,3% nelle imprese fino a 5 addetti, del 2,6% in quelle da 6 a 49 addetti e dello 0,9% nelle imprese con almeno 50 addetti.

Per scaricare il rapporto completo con testi e tabelle: www.istat.it/it/archivio/83260ufficiostammpa@istat.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

5 − quattro =