Pinterest LinkedIn

L’anticipazione dei premiati della nuova guida Vini d’Italia 2018 oggi ci porta a scoprire i migliori vini della Liguria.

Per tanti la Liguria è solo sole, mare, cene rilassate e divertimento estivo. Che la Liguria produca invece ottimi vini sfiora la mente di pochissimi. Eppure è così. Questa regione incastrata tra mare e montagna è in grado di offrire vere e proprie perle enologiche, anche se i vigneti non danno nell’occhio e sono spesso nascosti da boschi o colline. I viticoltori liguri hanno saputo, sovente a costo di sforzi economici e personali ingenti, recuperare la poco terra disponibile per metterci a dimora i classici vitigni autoctoni (vermentino, pigato, bianchetta, bosco, rossese) e qualche bel outsider (ormeasco, granaccia, syrah) che si è felicemente ambientato al clima della regione. Dopo decenni poco gloriosi durante i quali la qualità media dei vini non è sempre stata degna degli sforzi dei contadini e della bellezza mozzafiato di certi versanti vitati, si assiste da una decina di anni a una crescita percepibile e costante che permette alle produzioni regionali di confrontarsi senza timori reverenziali con il meglio dell’enologia nostrana.

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

L’arrivo, in qualche caso, dell’ultima generazione all’interno di aziende storiche o più semplicemente l’apertura di nuove piccole realtà vitivinicole ha dato linfa vitale a tutto il comparto. Le giovani leve non si accontentano più di vendere l’intera produzione in loco, spesso hanno la sana e stimolante ambizione di piacere alla stampa italiana e straniera. Hanno capito che, nell’era della globalizzazione, piacere solo ai tuoi vicini può non essere sufficiente. Tornando invece all’attualità, la vendemmia 2016 è senza alcun dubbio ottima, anche se difetta un po’ dell’immediata piacevolezza della 2015. Insieme queste ultime due annate regalano alla regione 7 Tre Bicchieri. Un ottimo risultato per una regione che può contare su poco più di 1500 ettari vitati. Come sempre i premi si dividono quasi equamente tra Levante e Ponente, tra Vermentino e Pigato, con l’unica aggiunta rossa del Dolceacqua di Ka’ Manciné. Questo palmarès rispecchia fedelmente la viticoltura ligure: i bianchi regionali – ad est brilla il vermentino, mentre a ovest il pigato non teme rivali – rappresentano circa il 70% dell’intera produzione regionale.

 

I vini della Liguria premiati con Tre Bicchieri

Colli di Luni Vermentino Costa Marina ’16 – Ottaviano Lambruschi
Colli di Luni Vermentino Lunae Et. Nera ’16 – Cantine Lunae Bosoni
Colli di Luni Vermentino Sup. Fosso di Corsano ’16 – Terenzuola
Dolceacqua Beragna ’16 – Ka’ Manciné
Riviera Ligure di Ponente Pigato Albium ’15 – Poggio dei Gorleri
Riviera Ligure di Ponente Pigato Bon in da Bon ’16 – BioVio
Riviera Ligure di Ponente Pigato U Baccan ’15 – Bruna

 

Fonte: www.gamberorosso.it/it/vini/1045879-anteprima-tre-bicchieri-2018-liguria

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Prohibito by Bevande Futuriste - The new way of mixing - Sperimenta, Mixa, Shakera - La scelta futurista per i tuoi cocktails

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

cinque × tre =