Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Il mondo del bere prosegue nella sua marcia verso i consumi del domani. L’hard seltzer sembra essere già esploso, e da qualche tempo si attendeva il definitivo boom della controversa categoria del CBD, bevande con contenuto legale di cannabidiolo (meno dell’1%). Il gigante Molson Coors è il primo a muoversi.

Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

Il nome del prodotto è Verywell, chiaro riferimento al benessere (legale) che dovrebbe derivare dal consumo: si tratta di un’acqua rinforzata con CBD, derivata da canapa e adattogena, quindi utile a combattere stanchezza e astenia. Zero calorie, zero zuccheri: Verywell è stata lanciata sotto il marchio di Truss CBD USA, una joint venture con HEXO Corp della quale Molson Coors è azionista di maggioranza. Ogni lattina (36cl) contiene venti grammi di CBD, e sono disponibili tre varietàFocus (pompelmo e dragoncello con aggiunta di ginseng), Mind&Body (fragola e hibiscus con aggiunta di sambuco) e Unwind (mirtillo e lavando, con teanina). Per adesso, è disponibile solo in Colorado, USA, dove il CBD è regolamentato.

“Per un consumatore già esperto, o per chiunque sia curioso di avvicinarsi al CBD per la prima volta, Verywell è un invito a trascorrere un momento prendendosi cura di se stessi”, racconta Jane Armstrong Hockman, general manager di Truss CBD USA. “Una pausa dal flusso della giornata con un mix equilibrato e rinfrescante di estratto di canapa e aromi naturali”. Stando alle parole di Hockman, “ogni proposta della gamma offre una miscela unica di CBD e adattogeni, permettendo al consumatore di scegliere la soluzione che più gli si addice. Siamo ottimisti circa il nostro ingresso, con la nostra esperienza, in un settore emergente come questo”.

Pur nota come colosso nel campo birrario, grazie a brand come Coors Light, Miller Light e Blue Moon presenti nel suo portfolio, Molson Coors ha già segnalato la volontà di abbracciare l’intero spettro del bere: già lo scorso anno l’evidenza si era manifestata con un cambio di nome emblematico, passando da Molson Coors Brewing Company a Molson Coors Beverage Company. Al 2018 risale la prima collaborazione con l’azienda incentrata sulla cannabis HEXO, in Canada, con la quale si è poi stabilita la joint venture in questione, in Colorado.

Molson Coors si è inoltre dimostrata già attivissima lo scorso anno nell’ormai deflagrante comparto dell’hard seltzer: prima con una propria linea di probiotici che include Vizzypoi con la enorme partnership con Coca-Cola per la distribuzione del brand Topo Chico negli Stati Uniti. Nel mezzo, ci sono stati investimenti per lattine di caffè ready to drink insieme a La Colombe e il lancio di un energy drink sponsorizzato dall’attore ed ex wrestler Dwayne “The Rock” Johnson. E il futuro è ancora tutto da vedere.

fonte: beveragedaily.com

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (1)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Acquista

1 Commento

Scrivi un commento

2 × 3 =