Pinterest LinkedIn

Pernod Ricard, il secondo venditore di vino e liquori al mondo, ha in programma di creare una business unit dedicata al whiskey americano per gestire il marketing e la produzione dei suoi marchi di whiskey americani premium.

La società ha affermato che la nuova unità sarà decisiva per capitalizzare il potenziale di crescita del whisky americano.

La nuova unità sarà responsabile del raggiungimento degli obiettivi aziendali e dello sviluppo delle future strategie per i marchi di whiskey americani di Pernod Ricard.

La business unit seguirà due entità simili, Gin Hub e House of Tequila, che Pernod Ricard ha creato negli ultimi anni per ottenere un successo ancora maggiore nelle rispettive categorie di alcolici.

Ann Mukherjee, Presidente e CEO di Pernod Ricard Nord America, ha affermato che la nuova entità accelererà il percorso dell’azienda per diventare un attore leader nel settore del whiskey sia negli Stati Uniti che nei mercati globali.

Mukherjee ha aggiunto che considerando che gli investimenti dell’azienda negli ultimi anni in Jefferson’s, Rabbit Hole, Smooth Ambler e TX si sono rivelati molto riusciti, è tempo di guidare una crescita ancora più smisurata per questi marchi.

Poiché il volume di whisky americano negli Stati Uniti è aumentato nell’ultimo decennio, passando da 16 milioni di casse da 9 litri nel 2011 a 29,7 milioni nel 2021, e le esportazioni di whiskey americano sono in forte crescita, con vendite annuali che ora superano i 20 milioni, la società prevede che le vendite di whiskey americano rappresenteranno una quantità significativa dei volumi totali di Pernod Ricard USA nei prossimi 5-10 anni, grazie all’enorme potenziale di crescita dell’attività di esportazione.

Per maggiori informazioni:
www.pernod-ricard.com

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Santi Crinaia - Dal 1843 Passione Valpolicella

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina