Pinterest LinkedIn


[img align=center]http://www.coffeeurope.eu/news/pianeta.gif[/img]

Si è conclusa a Rimini Fiera l’8a edizione di Pianeta Birra, Beverage & Co., inserita nel contesto de “L’alimentazione a 360° – 4 fiere in contemporanea a Rimini”, il più grande panorama fieristico europeo sul Food, Seafood, Beverage & Logistics.

Della kermesse facevano parte anche la 36a edizione della Mostra Internazionale dell’Alimentazione, dedicata al mercato alimentare del fuoricasa, il 5° MSE Seafood & Processing e il 2° Food & Beverage Logistics Expo: un contesto espositivo non più solo orientato all’horeca, ma anche alla grande distribuzione organizzata. Le quattro manifestazioni sono state inaugurate dal presidente di Rimini Fiera spa, Lorenzo Cagnoni, e da Duccio Campagnoli, assessore alle Attività Produttive Sviluppo Economico, Piano Telematico della Regione Emilia Romagna. In base ai dati certificati ISF*, novità 2006, i visitatori totali sono stati 80.239 (+1,6% rispetto all´edizione 2005), di cui 2.725 esteri.

“Siamo molto soddisfatti – commenta Lorenzo Cagnoni, presidente di Rimini Fiera Spa – perché la manifestazione si è confermata un punto di riferimento strategico per il mercato e anche in questa edizione ha messo insieme ottimi flussi di visitatori e volumi d’affari di soddisfazione per gli espositori, nonostante la defezione di qualche importante marchio commerciale. Siamo ovviamente consapevoli che il settore è interessato anche dalla competitività fieristica, acuitasi recentemente, ma da diversi mesi stiamo lavorando ad un progetto di ulteriore valorizzazione di Pianeta Birra e dialogando con i grandi espositori per mettere a punto, come sempre, la migliore risposta alle domande del mercato. Ci poniamo due obiettivi di fondo: il primo è quello di evidenziare un focus mirato sulla birra, il secondo è quello di favorire la partecipazione diretta del maggior numero di titolari di locali serali, pub e pubblici esercizi nei quali la birra ma anche gli altri prodotti del beverage svolgono un ruolo da protagonista. Ad un primo briefing in fiera, svolto con due colossi del settore come Heineken e Carlsberg, seguiranno appuntamenti in tempi ravvicinati con le altre aziende ed associazioni protagoniste del mercato.

Da una parte, la nuova fisionomia di Pianeta Birra Beverage & Co. ritarerà la bussola commerciale; dall’altra si punterà a riunire a Rimini, territorio che storicamente esprime le tendenze per i locali frequentati dai giovani, un pubblico più vasto che comprenda anche il cliente finale. Infine, ascoltiamo con attenzione tutti i suggerimenti che gli operatori del territorio ci rivolgono. Assicuro che stiamo producendo uno sforzo importante per progettare il consolidamento della manifestazione, patrimonio importante di Rimini Fiera e dell’economia indotta sul territorio”.

L’ottava edizione di Pianeta Birra Beverage & Co. quest’anno si è sviluppata su 49mila mq.
I padiglioni coinvolti sono stati 7 nei quali hanno esposto oltre 700 aziende provenienti da tutta Europa. Al fine di rendere più facile la visione agli operatori, sono state individuate ben otto aree tematiche:
 Le birre,
 Disseta (succhi di frutta e nettari, bevande analcoliche, energy drink),
 Berebio (bevande biologiche),
 Gocce di vita (distillati e vini),
 snack pub (snack salati e cibi per pub e pizzerie),
 equipment (arredamenti, attrezzature e tecnologie per pub e pizzerie),
 espresso e hot drink (caffè, coloniali, infusi, tisane e bevande calde)
 Le acque.

Durante la manifestazione oltre alla fase espositiva si sono svolti molteplici incontri, dibattiti e tavole rotonde che sottolineato la dinamicità di un settore, quello del beverage, che esercita un costante confronto tra tutti gli addetti ai lavori che vi ruotano intorno.

Per quanto concerne la birra artigianale, durante i quattro giorni di manifestazione Unionbirrai, l’associazione che raggruppa i produttori di birra artigianale, ha programmato diverse degustazioni, coordinate e dirette con grande maestria e profonda competenza da Lorenzo Dabove (in arte Kuaska), che come noto svolge anche la delicata funzione di Direttore Culturale di Unionbirrai. Le degustazioni hanno evidenziato quanto sia in aumento l’accostamento tra la bevanda al luppolo e la gastronomia tipica legata non più solo alla pizza, bensì a secondi ricercati ed anche a dolci e formaggi.

Sempre nel campo della birra, la rivista ‘Il mondo della birra’ ha dato vita al tradizionale appuntamento con le premiazioni de ‘L’accademia della birra’. A consegnare le targhe ai locali premiati è stato il direttore della rivista Silvano Rusmini. Un viaggio lungo tutto lo stivale, quello dell’Accademia della Birra, che alla fine ha scelto i 25 locali che, secondo la giuria, meglio hanno risposto all’evoluzione del settore, individuando il modo per rendere la birra protagonista, valorizzandola e trasmettendo alla clientela la sua unicità.

Acceso ma molto utile è stato invece l’incontro promosso da Italgrob, la federazione che riunisce i grossisti e distributori di bevande, e moderato dal giornalista televisivo Alessandro Cecchi Paone. L’occasione ha segnato il passaggio di consegne nel ruolo di presidente da Angelo Cortesi a Giuseppe Cuzziol. Il talk show aveva l’obiettivo di fare il punto sulla situazione attuale che segna un momento importante per la categoria: la contrazione dei consumi da parte degli italiani negli ultimi due anni, determina solo un momento congiunturale oppure segna l’inizio di un nuovo ciclo economico. Secondo i dati diffusi dal presidente Italgrob, il settore del beverage (acqua, birra, bevande dissetanti, succhi di frutta, alcolici e vino) ha prodotto nel 2005 (dati aggiornati ad ottobre 2005) 152 milioni di ettolitri di cui il 22,3% sviluppato nel canale grossisti bevande. Il fatturato nel medesimo periodo nel canale grossisti bevande è stato di oltre 3 milioni di euro con la birra che sviluppa un terzo del fatturato di settore (1.089) seguita da acqua minerale (501) e bevande gassate (490).

Nel campo delle acque minerali, Mineracqua ha organizzato un incontro “Qualità e sicurezza delle acque minerali naturali´ nel quale il presidente di Mineracqua Ettore Fortuna, affiancato nel ruolo di moderatrice dalla conduttrice Rai del Tg2 Maria Grazia Capulli, ha presentato il nuovo manuale di corretta prassi igienica voluto dall´associazione di produttori di acque minerali e realizzato successivamente al secondo manuale HACCP.

Dopo il successo della scorsa edizione, anche quest’anno lo scenario di ‘Espresso e Hot drink’ ha ribadito lo stato di grande salute del settore ricco anche di curiosità. Nell’ambito del forum scientifico sul caffè promosso dall’istituto internazionale assaggiatori del caffè in collaborazione con l’istituto nazionale espresso italiano e il centro studi assaggiatori, sono stati presentati innovativi metodi di analisi del caffè valutato sia dal punto di vista sensoriale che affettivo. Tra questi vi è il Big Sensory Test (BST) in grado di fornire un ritratto delle caratteristiche sensoriali del caffè in base all’analisi delle note aromatiche dell’albero degli aromi. E’ ancora più curioso il BST analogico – affettivo, in grado di cogliere l’impatto che ogni caffè ha sull’emotività e sull’immaginazione degli assaggiatori.

Quello del caffè è stato anche il settore più ‘spettacolare’ con i corsi e i concorsi de la ‘tazzina dei campioni’ ed “espresso e status tasting’. Lunedì invece è andata in scena la finale italiana del campionato italiano baristi caffetteria.

—————————————————————————————————————————————-

Per ulteriori info:
Servizi di Comunicazione e Media Relation Rimini Fiera spa + 39-0541-744510 n.evangelisti@riminifiera.it
Responsabile: Elisabetta Vitali;
Addetto Stampa: Marco Forcellini; Servizio Stampa e p.r. Italia/Estero: Nicoletta Evangelisti; Media Consultant: Andrea Cicchetti (Mac Srl).
www.pianetabirra.it

La nona edizione di Pianeta Birra Beverage & Co. si terrà a Rimini Fiera dal 10 al 13 febbraio 2007.

(*) Da quest´anno Rimini Fiera aderisce all´ISF – Istituto di certificazione dei dati Statistici Fieristici – creato per rispondere alla esigenza di certezza dei dati delle manifestazioni fieristiche internazionali e nazionali. L´ISF è stato costituito dalle associazioni che rappresentano il sistema fieristico italiano (AEFI -Associazione Esposizione e Fiere Italiane, CFI – Comitato Fiere Industria e CFT/Assomostre – Associazioni Mostre specializzate) e dall´Unioncamere (Unione Italiana delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura) allo scopo di mettere a confronto, valutare e scegliere le manifestazioni fieristiche attraverso dati certi e comparabili. La certificazione attesta che un servizio o un prodotto risulta conforme ad una specifica normativa che ne stabilisce i requisiti. Il marchio ISF assume così sinonimo di trasparenza e garanzia.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

tre × due =