0
Pinterest LinkedIn

Resi noti i risultati del “Challenge International du vin” svoltosi nei giorni scorsi a Bordeaux (Francia). Si tratta del più grande concorso internazionale di vini: ogni anno, oltre 800 degustatori giudicano, alla cieca, oltre 4.000 vini, provenienti da 28 paesi.  Poco meno di 50 i vini italiani premiati, fra questi la parte del leone la fa l’Azienda Agricola G. Milazzo, di Campobello di Licata (Agrigento), che porta a punteggio ben sette referenze. Gli spumanti metodo classico dell’azienda di Campobello di Licata continuano ad ottenere grandi riconoscimenti. Dopo i successi al concorso enologico del Vinitaly, risultano vincitori anche nella patria dello Champagne, con le medaglia d’oro per Fancello rosso 2010 e Federico II metodo classico millesimé 2003.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

Ben quattro i metodo classico premiati. Si conferma prodotto d’eccellenza il Federico II Rex Sicilie millesimato 2003: il metodo classico più prestigioso dell’azienda di Campobello di Licata,  nato nel lontano 1994, che ottiene la medaglia d’oro. Medaglia d’argento per Milazzo Classico; medaglia di bronzo per Terra delle Baronie Gran Cuvée e Milazzo Classico Riserva. Grande exploit per il più recente dei vini rossi dell’azienda, il Fancello 2010, che conquista la medaglia d’oro. Un vino giovane e accattivante, che nasce con l’obiettivo di conquistare il pubblico internazionale. “Siamo davvero molto soddisfatti – dichiara Giuseppina Milazzo – abbiamo appena ritirato i diplomi del concorso 2012 Vinitaly ed ecco la notizia che sette nostri vini hanno ottenuto medaglie a Bordeaux. Riconoscimenti che ci stimolano a fare ancora di più e meglio, sia in termini di sviluppo di nuovi prodotti che di ricerca dell’eccellenza”. Ancora una medaglia, questa volta d’argento, per il Grand CRU Duca di Montalbo 2002. Un vino rosso da lungo invecchiamento di grande struttura e complessità. Premiata per la prima volta anche la linea Castello Svevo. Ottiene la medaglia di bronzo il bianco, un blend di Inzolia e Catarratto, annata 2012. “Questa è la testimonianza – conclude Giuseppina Milazzo – del fatto che anche i vini di prima fascia, possono essere prodotti di grande qualità ed ottenere riconoscimenti internazionali.” Si arricchisce quindi il medagliere dell’Azienda Agricola G. Milazzo, che supera la quota di 190 riconoscimenti ottenuti dal 1994 ad oggi nei più importanti e prestigiosi concorsi, sia in Italia che all’estero, con grande soddisfazione dei produttori Giuseppe Milazzo, Saverio Lo Leggio e Giuseppina Milazzo.

+info:
press@milazzovini.com
www.milazzovini.com
www.twitter.com/MilazzoVini
www.facebook.com/MilazzoVini
www.pinterest.com/MilazzoVini
www.youtube.com/MilazzoVini1

caffepagato.com - Il tuo bar a portata di App - Ancora non sei affiliato?

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

17 − quindici =