Pinterest LinkedIn

La vendemmia è uno dei momenti clou per il ciclo vinicolo, in chiave enoturistica sono sempre più le realtà che decidono di aprire le proprie porte per far vivere la magia di un rito collettivo che si ripete ogni anno. Come nel caso della cantina umbra Roccafiore Wine Resort & SPA che si trova a Todi, in Umbria, nella strada dei vini del cantico in omaggio a San Francesco che in queste colline aveva tracciato le linee della spiritualità.

Roccafiore anche per quest’anno si accinge alla stagione della vendemmia, uno dei momenti più importanti per l’azienda, con il solito entusiasmo che caratterizza la famiglia Baccarelli. Nel 1999 ha scelto questo luogo incontaminato per sviluppare il suo sogno sulla vision di Leonardo Baccarelli, imprenditore umbro, appassionato di arte, di natura e del bello, che ha dato via a un resort, una spa olistica, un ristorante e una cantina dove produrre vini secondo natura e con una vocazione fortemente sostenibile.

Credits: Pier Paolo Metelli

La raccolta dell’uva è senza dubbio uno dei momenti più importanti e romantici del lavoro in vigna e la famiglia Baccarelli, da quest’anno ha deciso di condividerlo con gli enoturisti. Nel ciclo di vita della vite e del vino, è questo il frangente che maggiormente identifica l’essenza dell’essere vigneron. Per chi non è pratico di enologia, rappresenta certamente un’occasione imperdibile, per vivere le emozioni della raccolta ed approfondire tutti i passaggi che compongono questo momento delicato e tanto atteso, che si perde nella memoria e si ripete da millenni, rinnovando emozioni di gioia e convivialità in un’amalgama di profumi e colori.

Luca Baccarelli – Credits: Pier Paolo Metelli

Per vivere al meglio questa esperienza totalmente a contatto con la natura, Roccafiore ha ideato un pacchetto fatto di amore per i dettagli, accoglienza accurata e passione per la natura, che comprende due pernottamenti in camera matrimoniale, prima colazione a buffet, esperienza della vendemmia in vigna con degustazione del mosto dalla vasca e colazione del contadino, un pranzo tipico con menù dello chef, una cena romantica con scelta à la carte, accesso ai percorsi Spa, massaggio defaticante all’olio di vinaccioli, il Kit Spa con accappatoio e ciabattine. Un modo diverso per vivere il sogno di Roccafiore, una realtà che si è distinta sul territorio sia per l’alta qualità dell’ospitalità che dei vini prodotti, un marchio che continua a far parlare di sé in Italia e nel mondo.

Un modo anche per scongiurare un’annata sicuramente non semplice, come spiega Luca Baccarelli, patron di Roccafiore classe ’84, che si occupa della cantina e del marketing, mentre la sorella Ilaria, annata ‘87, gestisce il wine resort e la spa olistica. “Dal punto di vista climatico è stata un’annata complicata per la produzione, caratterizzata da una primavera molto piovosa seguita da un luglio molto caldo che ha rischiato di provocare alla pianta uno stress termico. Ci aspettiamo una produzione nella media dal punto di vista quantitativo, mentre per quanto riguarda la qualità, siamo piuttosto ottimisti. Dai test di maturazione fatti in questi giorni prevediamo di iniziare la vendemmia alla fine di questa settimana, dobbiamo aspettare gli ultimi, eventuali cambi climatici per capire la quantità e la qualità finale. Nei prossimi giorni sono previste piogge che possono cambiare la situazione soprattutto sul Grechetto”.

INFO Cantina – Roccafiore

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

3 × 2 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina