Tag

enoturismo

Browsing

Winescape, l’area speciale dedicata al vino e all’enoturismo, torna ad Hospitality – Il Salone dell’Accoglienza e amplia l’offerta con l’oleoturismo. La fiera internazionale leader in Italia nel settore Ho.Re.Ca., in programma a Riva del Garda dal 6 al 9 febbraio 2023, affiancherà alle cantine, ancor più numerose, 10 selezionati frantoi accomunati dalla capacità di fare turismo attraverso esperienze che valorizzano il patrimonio culturale, paesaggistico ed economico del territorio.

830 cantine selezionate, 8 Premi Speciali, 251 Impronte Go Wine. Questi i numeri della nuova edizione della Guida per l’Enoturista di Go Wine Cantine d’Italia 2023 presentata giovedì 1 dicembre a Milano all’Hotel Melià. Non è una classica guida tradizionali di vini, ma uno strumento pensato per l’enoturista, con oltre 4.550 vini segnalati, circa 1.600 indirizzi utili per mangiare e dormire. Una guida edita dall’associazione Go Wine che ha sempre guardato con attenzione il mondo del vino partendo dalla cantina, diventata nel corso degli anni un luogo di promozione del territorio, perché invita al viaggio e comunica con la sua realtà un’identità territoriale fatta di tutto quanto ruota attorno, per promuovere la grande accoglienza italiana in cantina e comunicare anche attraverso un volume l’identità dell’associazione.

Lo spettacolo della Sforzato Wine Stage ha infiammato il Giro d’Italia. La sedicesima tappa della corsa rosa è stata vinta dal ceco Jan Hirt, che si è imposto sul traguardo di Aprica dopo 202 km dalla partenza di Salò. Uno spot per il vino valtellinese i suoi terrazzamenti in piena regola, una frazione con tante salite, tra cui il temutissimo Passo del Mortirolo e il Valico di Santa Cristina. Vino e ciclismo, un binomio importante per la Valtellina che ha sfruttato la vetrina della corsa rosa per fare ammirare il suo paesaggio e i suoi vigneti.

Una settimana di visite in cantina, a motore spento (solo e-bike) e pieno contatto con la natura, per raccogliere le testimonianze delle imprese vitivinicole e capire come cambierà l’accoglienza nel dopo Covid. Iniziativa di due “firme” del settore in partnership con MTV-Movimento Turismo del Vino Toscana, FIAB-Federazione Italiana Ambiente Bici e Unione Montana Comuni del Mugello, con il patrocinio di Unarga-FNSI.

C’è un settore del turismo enogastronomico che questa estate è ripartito con visite e degustazioni in distilleria. Stiamo parlando di “Grappaturismo”, un modo di vivere in diretta dal vivo il mondo della grappa, il distillato per eccellenza italiano, andando a trovare i produttori. Una menzione speciale la merita la Distilleria Marzadro, un gioiello nel cuore del Trentino la casa della Famiglia Marzadro, una struttura costruita e pensata per l’ospitalità per i visitatori alla scoperta del più tipico distillato d’Italia. Un vero spettacolo tra ambicchi in rame, il silenzio delle sale d’invecchiamento dove la grappa riposa per anni, le sale dedicate alla degustazione guidata ed il punto vendita dove assaggiare e scegliere un ricordo da condividere con le persone più care.

In questa nuova estate c’è spazio anche per i cosiddetti nuovi turismi e nuove interpretazioni dell’enoturismo dove le cantine – quelle con ampi spazi verdi – possono offrire non solo la visita in cantina e la degustazione, ma un momento di relax contornati da cimasi fantasiose create dalla magia dei paesaggi. Tutto ciò prende il nome di Wine Glamping. Di cosa si tratta?

Sono stati presentati i dati economici per la Denominazione Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG che evidenziano per il 2019 l’annata migliore di sempre con produzione e vendite per 92 milioni di bottiglie (+1,6% sul 2018) e 524 milioni di euro (+1,2% sul 2018). Altrettanto lusinghieri i dati di vendita della GDO nel primo trimestre 2020

Scenari unici e diversi, il Friuli Venezia Giulia è un territorio di cui ci si innamora facilmente. Il turista seppur in una regione così piccola può ritrovare un territorio narrato attraverso i racconti che si incontrano sul fiume, in riviera, in montagna, sui colli e sul Carso del Friuli Venezia Giulia. La strategia video che PromoTurismoFVG ha ideato, sviluppato e realizzato, vuole dare voce a queste tipicità. “Da noi in Carso”, “da noi in Pianura”, “da noi sul Fiume”, “da noi in Riviera”, “da noi in Montagna”, “da noi sui Colli”, i sei ambiti territoriali della Strada.

Alcuni numeri del volume: oltre 750 cantine selezionate, 230 “Impronte d’eccellenza” per l’enoturismo, oltre 4.200 vini segnalati, 1.600 indirizzi utili per mangiare e dormire. Un volume che racconta luoghi e storie di uomini e donne del vino. Conduce al vino attraverso la cantina come sito da visitare e come fattore che concorre alla promozione del turismo del vino.

Si è alzato il sipario domenica 2 aprile sulla BIT, la Borsa Internazionale del Turismo. Tre lettere con un unico denominatore, il viaggio, grande protagonista sino al 4 aprile nella sede storica di Fieramilanocity. Un calendario a stretto contatto con un altro evento di richiamo come il Salone del Mobile, nel cuore della capitale economica d’Italia. Da turisti a viaggiatori: questa la trasformazione del travel in atto.