Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

C’è un settore del turismo enogastronomico che questa estate è ripartito con visite e degustazioni in distilleria. Stiamo parlando di “Grappaturismo”, un modo di vivere in diretta dal vivo il mondo della grappa, il distillato per eccellenza italiano, andando a trovare i produttori. Una menzione speciale la merita la Distilleria Marzadro, un gioiello nel cuore del Trentino la casa della Famiglia Marzadro, una struttura costruita e pensata per l’ospitalità per i visitatori alla scoperta del più tipico distillato d’Italia. Un vero spettacolo tra ambicchi in rame, il silenzio delle sale d’invecchiamento dove la grappa riposa per anni, le sale dedicate alla degustazione guidata ed il punto vendita dove assaggiare e scegliere un ricordo da condividere con le persone più care.

Guida Guidaonline Bibite e Succhi Beverfood bevande analcoliche energy sport drink thè caffè freddi succhi nettari
GuidaOnline Bibite e Succhi Beverfood.com Bevande Analcoliche bibite mixology thè e caffè freddi energy sport drinks Succhi Nettari Bevande Frutta Funzionali Horeca Concentrati

 

STORIA Lo scorso anno nel 2019 la Distilleria Marzadro ha festeggiato i 70 anni di storia, l’inizio come in un film in bianco e nero, il racconto di un’epoca che appare remota. Anni difficili, quelli dopoguerra, anni in cui nel 1949 nasce in Trentino la distilleria familiare oggi più grande della regione. Nella vecchia casa di Brancolino di Nogaredo la costruzione di un piccolo alambicco a fuoco, nel cortile di casa iniziarono ad arrivare i primi carri colmi di vinacce. Una visione chiara che per farsi conoscere nel mondo delle distillerie era fondamentale produrre grappa di qualità a prezzi contenuti, filosofia ancora  valida. Sabina e il fratello Attilio Marzadro gettano le basi di una grande tradizione di distillatori trentini, oggi giunti alla terza generazione con tanti familiari che lavorano all’interno dell’azienda dividendosi compiti e responsabilità, una famiglia che investe e innova in uno scenario sempre più competitivo.

Gli Alambicchi della Distilleria Marzadro

SOGNO MARZADRO Una distilleria per gli appassionati di distillati che è un vero e proprio sogno, ma prima di tutto è il sogno della famiglia Marzadro che si realizza, creare una distilleria efficiente e grande abbastanza per svolgere tutti i compiti al suo interno e accogliere i numerosi visitatori. Lavori partiti nel 2004 a Nogaredo, a 1 km da Brancolino, dove parte della campagna coltivata a vite di Attilio si trasformò in pietra, legno e vetro. La Distilleria Marzadro è un vasto e arioso complesso fatto di pietra, legno e vetro, che si esprime con la sua armoniosa architettura immersa nel verde dei vigneti. La realizzazione della struttura è stata affidata dalla famiglia Marzadro agli architetti bolzanini Walter Maurmayr e Günther Plaickner, basandosi sul concetto di “artigianalità contemporanea” hanno dato vita ad una struttura completamente integrata nel territorio circostante. Il tetto per esempio è stato ricoperto da un tappeto verde formato da 60.000 piante precoltivate, appartenenti alla specie dei licheni, soluzione adottata non solo per ragioni estetiche, ma anche per garantire un migliore isolamento termico della struttura, e quindi consentire un importante risparmio energetico.

La barricaia di Distilleria Marzadro

100 GIORNI Un impianto di distillazione di forma circolare e composto da 8 alambicchi a Bagnomaria, una foresta di rame illuminata dalla cupola in vetro che la sovrasta. 100 giorni di lavoro ininterrotto, 24 ore su 24, tra poco inizierà ad entrare nel vivo un periodo intenso da settembre e dicembre durante i quali vengono distillati quintali di vinacce fresche selezionate ogni giorno, per una produzione di circa 7.000 litri di grappa al giorno. Una materia prima che viene attentamente selezionate, le vinacce giungono alla Distilleria ancora grondanti di mosto, per preservare le caratteristiche organolettiche dei vitigni di origine, proveniente per circa l’80% dai migliori vitigni classici autoctoni del Trentino, il 10% dalla Valpolicella e il 10% dall’Alto Adige. La distillazione avviene mediante il sistema tradizionale a “bagnomaria” in alambicco discontinuo, proprio della cultura trentina. Sono alambicchi costruiti artigianalmente in rame, un ottimo conduttore di calore che conferisce i caratteristici profumi e aromi sono esaltati al massimo delle loro peculiarità. Ogni fase della produzione è monitorato mediante un sistema di controllo computerizzato che impedisce alle vinacce di subire sbalzi di calore e mantenere in tal modo una temperatura costante, a favore della morbidezza e della fragranza proprie dello stile Marzadro. Tecnologia sofisticata e cura artigianale sono così in armonica fusione per garantire un livello di qualità assolutamente superiore, senza dimenticare i controlli esterni sulla produzione ben visibile dagli oltre 2.700 sigilli dell’Agenzia delle Dogane per controllare il sistema di accise.

Zenith Diciotto Lune Grappa Distilleria Marzadro
Diciotto Lune Marzadro

TURISMO E BRAND Un turismo della grappa che è andato bene nei mesi di luglio e agosto con la riscoperta di tanti italiani, in Distilleria Marzadro sono ricominciate le visite che nel 2019 avevano registrato oltre 65.000 le presenze. Un segmento in ripresa in Trentino dove vengono prodotti circa 7.500 ettanidri di grappa, il 10% del totale nazionale in bottiglie da 70 cl, ovvero circa 2,5 milioni di bottiglie equivalenti, distillando a 130 mila quintali di vinaccia, secondo i dati dell’Istituto di Tutela Grappa del Trentino che recentemente ha visto insediarsi un nuovo Consiglio con il neo-presidente Bruno Pilzer affiancato da Alessandro Marzadro nominato vice-presidente in rappresentanza dell’azienda di famiglia. Un target di turisti che frequentano il Trentino e amano la grappa, con particolare attenzione al mercato tedesco che storicamente rappresenta una fetta importante dell’export della Distilleria Marzadro che guarda anche oltre i propri confini, attenta a cogliere opportunità. Un pezzo importante nello sviluppo del brand il lancio sul mercato 2002 della Grappa Stravecchia Le Diciotto Lune, il prodotto di punta ancora oggi a cui viene destinata una buona percentuale delle bottiglie prodotte. Una grappa che si è imposta sul mercato come il classico delle grappe di alta gamma, ruolo che mantiene grazie al restyling di packaging fatto nel 2019 abbassando il collo della bottiglia e allargando la base del piede. Diciotto Lune è frutto della selezione delle migliori vinacce trentine, provenienti da vitigni selezionati e distillate nel tipico alambicco discontinuo a Bagnomaria, ottenuta affinando un minimo di diciotto mesi in piccole botti di diversi legni pregiati. Focus sulla liquoristica con ‘ultimo prodotto nato nel 2020 il “Corretto”, un liquore di caffè in grappa dove grani di caffè tostati incontrano la pregiata Grappa Stravecchia Diciotto Lune conferendo un delicato aroma che riporta alla memoria l’antica usanza italiana della correzione del caffè con la grappa.

INFO www.marzadro.it

© Riproduzione riservata

Scheda e news: DISTILLERIA MARZADRO S.P.A.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

sei + 10 =