Pinterest LinkedIn

Femminilità, vino e alta cucina: questi gli elementi che hanno caratterizzato l’appuntamento milanese dedicato al Lugana, il vino simbolo del basso Gard, che si è tenuto mercoledì 25 ottobre presso l’elegante Hub Internazionale di Gastronomia Identità Golose. Le ospiti d’onore sono state “Le donne del Lugana”, quattro produttrici dell’omonimo Consorzio Tutela che hanno raccontato la loro visione del vino Lugana tra due sponde del lago e due province (Brescia e Verona).

Giorgia Corbari (Tenuta Corbari, Desenzano del Garda), Anna Palvarini (Cantina Corte Anna, Lugana di Sirmione), Ambra Zanetti (El Citera, Peschiera del Garda) e Nadia Zenato (Zenato, Peschiera del Garda) sono state protagoniste della serata tutta al femminile in cui competenza e qualità hanno accompagnato i sapori degli ottimi piatti proposti per gli abbinamenti.

Vogliamo portare il Lugana fuori dai confini di produzione e promuoverne la conoscenza su un pubblico sempre più ampio – ha spiegato il Direttore Edoardo Pedutopuntando su eventi che possano tratteggiare le diverse sfumature, le caratteristiche e la personalità eclettica di questo vino che si presta ad accompagnare l’alta cucina, ma anche occasioni conviviali più informali. Identità Golose Milano è il luogo ideale per celebrare le donne produttrici di Lugana, e fare cultura del vino.

La serata ha avuto inizio con un aperitivo e l’assaggio di alcune etichette abbinate a sfiziosi finger food, seguita dalla masterclass condotta da Cristina Mercuri, wine educator diplomata WSET (Wine & Spirit Education Trust), durante la quale si è discusso delle varie caratteristiche e personalità dei Lugana in degustazione insieme alle produttrici e al pubblico presente.

La cena è stata ideata e curata da Edoardo Traverso, Executive Chef dell’Hub Identità Golose Milano, che per l’occasione ha presentato un percorso in quattro passaggi studiato per esaltare l’eleganza, la freschezza, ma anche la longevità dei vini scelti. L’antipasto, Fiore di Ricciola, emulsione di pomodoro datterino e finocchietto è stato affiancato al Lugana Doc Santa Cristina di Zenato; come primo piatto, Spaghettino mantecato con emulsione all’astice e limone accompagnato da Lugana Doc di Tenuta Corbari; nella seconda portata un grande classico della tradizione rivisitato in chiave contemporanea: Petto di Faraona su fondo rosa di patata e dragoncello che si è sposato perfettamente con Lugana Doc Riserva Antico Vigneto di Corte Anna e Lugana Doc L’artigianale di El Citera. Ha completato la cena il Cremoso al cioccolato ivoire, mango e lime, accompagnato da un delizioso cocktail.

Durante il pasto, ogni produttrice ha dedicato qualche momento per raccogliere domande, dubbi e curiosità sul proprio vino tra i commensali, dando vita a piacevoli scambi e rendendo questo appuntamento ancora più speciale.

 

+ info: www.consorziolugana.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

undici + 4 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina