Tag

Confida

Browsing

CONFIDA espone le sfide della transizione ecologica e digitale: CAM, obbligo di POS, e invio telematico dei corrispettivi preoccupano il comparto. Partnership con EY per affrontarle. Nei primi nove mesi del 2022 ai distributori automatici d’Italia (oltre 820mila) sono stati consumati oltre 1,7 miliardi di caffè e quasi 439 milioni di snack che hanno trainato la lenta ma progressiva ripresa del settore (+8,2% vs 2021).

Cercare nelle tasche una monetina per conquistarsi l’agognato caffè alla macchinetta potrebbe essere un’immagine relegata nel passato. Una ricerca sui pagamenti digitali nella distribuzione automatica presentata oggi nel corso di un convegno presso Venditalia Worldwide Vending Show, la più importante manifestazione dedicata alla distribuzione automatica che si tiene fino al 14 maggio 2022, nei padiglioni 3 e 4 di Fieramilanocity, ha mostrato le evoluzioni digitali dei pagamenti nella distribuzione automatica: ormai in un distributore su quattro si può pagare anche con l’APP.

RiVending, il progetto di economia circolare promosso da CONFIDA (Associazione Italiana Distribuzione Automatica), Corepla e Unionplast, dopo il successo e l’esperienza presso l’Università di Parma – città in cui l’iniziativa è nata nel 2019 – verrà presentato in 10 atenei italiani grazie alla partnership stretta con #NonCiFermaNessuno Italia TALK 2022, la campagna sociale nelle Università ideata da Luca Abete, lo storico inviato di Striscia la Notizia.

APP di pagamento contactless che consentono l’acquisto senza contatti col distributore automatico, lampade a raggi UV integrate che sanificano il vano di prelievo dei bicchieri, “chiavette per il caffè” evolute che si collegano al web e avvisano il gestore in caso di guasti, distributori che si trasformano in vere e proprie enoteche o mense automatiche, vending machine dotate di schermi che possono trasmettere qualsiasi contenuto video, piccole macchine per il caffè da ufficio controllabili dallo smartphone e grandi vending machine indistruttibili per gli spazi pubblici.

Il settore della distribuzione automatica non è stato incluso dal Governo nel DL Ristori.  E tuttavia a causa dello smart working e delle altre limitazioni nelle scuole e negli altri uffici pubblici, il settore sarà pesantemente penalizzato. Pertanto, CONFIDA, Associazione Italiana Distribuzione Automatica, chiede che siano previsti interventi a favore anche della distribuzione automatica

Uno dei pilastri della strategia di sicurezza della “fase 2” è la comunicazione a dipendenti, clienti e consumatori. Per questo motivo, al fine di usufruire di una pausa caffè in completa sicurezza, CONFIDA ha realizzato la campagna #pausasicura che delinea le 5 precauzioni che gli operatori della distribuzione automatica seguono per garantire ai consumatori una #pausasicura:

Il settore della distribuzione automatica è duramente colpito dagli effetti dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 (“Coronavirus”). “I distributori automatici – spiega il presidente di CONFIDA Massimo Trapletti – si trovano prevalentemente all’interno di scuole, università, palestre e centri di aggregazione che per effetto di Decreti e Ordinanze sono chiusi nelle principali Regioni del Nord Italia.

Distributori automatici: pratici, veloci e sempre aperti. Dalle bevande ai gelati, dai prodotti parafarmaceutici ai gadget, sono oltre 6 mila le attività del settore in Italia, tra sedi (3.620) e unità locali (2.676), e crescono del 4,1% in un anno e del 17,7% in cinque, grazie soprattutto all’apertura di nuove unità locali mentre le sedi di impresa restano stabili rispetto al 2018 e aumentano dell’1% dal 2014, passando da 3.588 a 3.620. È quanto emerge da un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati registro imprese al secondo trimestre 2019, 2018 e 2014.

L’ economia circolare entra nel vending grazie al progetto RiVending, un ciclo virtuoso di recupero e riciclo di bicchieri e palette in plastica per distributori automatici voluto da CONFIDA – Associazione Italiana Distribuzione Automatica, COREPLA – Consorzio Nazionale per la Raccolta e il Recupero degli Imballaggi in Plastica, UNIONPLAST – Unione Nazionale Industrie Trasformatrici Materie Plastiche (Federazione Gomma Plastica).

Un riconoscimento al Comune italiano che ha ideato e realizzato il migliore progetto di sviluppo sostenibile applicato al mondo dei distributori automatici: c’è tempo fino al 15 luglio per partecipare alla seconda edizione del premio “Vending sostenibile” promosso da Confida, Associazione Italiana Distribuzione Automatica nell’ambito del “Cresco Award – Città sostenibili” organizzato da Fondazione Sodalitas e Anci Associazione Nazionale Comuni Italiani.