Pinterest LinkedIn

Le birre più popolari al mondo non sono necessariamente quelle che la maggior parte degli americani si aspetterebbe.

 

Annuario Birre Italia Birritalia Beverfood.com
Annuario Birra Italia Birritalia beverfood.com

 

A livello globale, l’industria della birra ha venduto 661 miliardi di dollari di birra nel 2017. Mentre la birra artigianale è in aumento, rappresenta solo una piccola percentuale di quelle vendite.

Invece, i più grandi marchi di birra dominano il settore. Secondo una relazione di Bank of America Merill Lynch, i 50 principali marchi di birra più importanti al mondo rappresentano il 48% del consumo di birra.

 

Databank Birrifici Birra Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web Aziende Produttori

 

E alcuni di questi top player sono nomi che probabilmente gli americani non hanno mai sentito nominare, né tanto meno assaggiato. Delle 10 birre più famose al mondo, la metà sono quasi sconosciute negli Stati Uniti.

Ecco i 10 marchi più importanti della birra nel 2017, secondo le vendite globali in termini di volume stimati da GlobalData Consumer:

10. Coors

Ettolitri stimati 2017: 26,5 milioni

MillerCoors, con sede a Chicago – di proprietà di Molson Coors – sta lottando per aumentare le vendite di Coors Light. All’inizio di settembre, il birrificio ha annunciato la ristrutturazione, eliminando circa 350 posizioni salariali all’interno dell’azienda.

“Ci stiamo muovendo rapidamente e in modo decisivo per riportare la nostra attività in pista”, ha dichiarato il CEO di MillerCoors Gavin Hattersley in una e-mail ai distributori, secondo un rapporto sul sito Web della società.

 

9. Corona

Ettolitri stimati 2017: 28,8 milioni

Gli affari di Corona stanno esplodendo al di fuori del Messico, con le importazioni che costituiscono una parte crescente del business del marchio. Constellation Brands, che importa, commercializza e distribuisce Corona negli Stati Uniti, ha riferito che le vendite di birra sono cresciute del 10% nel 2017, trainate in parte dalla crescente richiesta da parte degli americani di birra messicana.

 

8. Yanjing

Ettolitri stimati 2017: 29,7 milioni

Yanjing è un marchio cinese creato nel 1980. Nella prima metà del 2018, Yanjing Beer ha registrato entrate per $ 6,64 miliardi di HK durante il periodo, ovvero circa $ 850 milioni, con un aumento su base annua dell’8,9%.

“Yanjing Beer ha seguito positivamente le nuove tendenze dell’essere più giovani, alla moda e personalizzati nel consumo di birra in Cina e ha raggiunto un aumento del prezzo medio di vendita per tonnellata di birra”, ha dichiarato la società madre Beijing Enterprises Holdings Limited in un comunicato stampa a fine agosto.

 

7. Harbin

Ettolitri stimati 2017: 29,9 milioni

Harbin sostiene di avere il più antico birrificio della Cina. La birra ha un grande seguito nel nord-est della Cina, dove è stata originata, ma è attualmente di proprietà di Anheuser-Busch InBev.

AB InBev e SAB Miller hanno combattuto per Harbin nel 2004 in una guerra di offerte in cui AB InBev (la società madre di Budweiser e Bud Light) è emerso vittorioso con un accordo che ha valutato il birrificio di Harbin a $ 720 milioni.

 

6. Heineken

Ettolitri stimati 2017: 34,3 milioni

Mentre la birra omonima dell’omonimo birraio tedesco Heineken è tra i primi 10 marchi di birra più grandi al mondo, nel 2018 l’azienda si sta sempre più dilettando in alcune birre inaspettate.

Ad agosto, Lagunitas, l’etichetta della birra di Heineken in California, ha presentato una bevanda analcolica prodotta con THC, denominata Hi-Fi Hops. La bevanda da $ 8 è disponibile in una manciata di dispensari di marijuana in California, dove il farmaco è legale.

 


5. Skol

Ettolitri stimati 2017: 35,1 milioni

Skol è stato realizzato da una combinazione di birrifici britannici, canadesi, svedesi e belgi, con l’obiettivo di creare una birra internazionale. Oggi, il marchio AB InBev è quasi interamente venduto in Brasile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4. Bud Light

Ettolitri stimati 2017: 44,8 milioni

Mentre Bud Light è ancora il numero 1 nelle vendite negli Stati Uniti, è nella slot numero 4 in tutto il mondo. Nonostante la sua popolarità, il marchio ha faticato a incrementare le vendite negli ultimi anni.

Nel 2017, la casa madre AB InBev ha costruito il ronzio attorno al marchio con la campagna virale “Dilly Dilly”. Tuttavia, non è stato in grado di fermare la tendenza negativa continua nella quota di mercato di Bud Light.

 

3. Tsingtao

Ettolitri stimati 2017: 49,0 milioni

Tsingtao viene venduto quasi interamente in Cina, dove viene spesso servito in bottiglie da 640 millilitri insieme a un bicchiere di ghiaccio o, forse, anche sorseggiato con una cannuccia da un sacchetto. La storia della birra inizia nel 1903, sotto il nome di Germania-Brauerei.

Tsingtao Brewery ha riferito a fine agosto che i profitti sono cresciuti del 13,4% nella prima metà del 2018, grazie in parte a misure di riduzione dei costi.

 

2. Budweiser

Ettolitri stimati 2017: 49,2 milioni

Il re delle birre non è proprio il re del mondo, ma è vicino.

Tuttavia, Budweiser sta lottando per mantenere il controllo. Le vendite di Anheuser-Busch InBev sono diminuite del 3,1% nel secondo trimestre, poiché Bud Light e Budweiser non sono riusciti a far crescere la quota di mercato.

 


1. Snow

Ettolitri stimati 2017: 101,2 milioni

Di gran lunga la birra più popolare al mondo è la snow, più che raddoppiando le vendite di Budweiser per volume.

Il potere di Snow attira l’attenzione di altri giganti della birra. All’inizio di agosto, Heineken ha annunciato l’intenzione di aggiudicarsi una partecipazione del 40% in CRH Beer Limited (CBL), il più grande produttore di birra in Cina e nella casa madre di Snow.

 

Fonte: www.businessinsider.com/most-popular-beers-in-the-world-2018-9?IR=T#1-snow-10

 

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

18 − uno =