Pinterest LinkedIn

Lo scorso anno (2021) le vendite di birra sono cresciute di ben il 13% sull’anno precedente, fino ad un volume di 46 milioni di ettolitri (le vendite 2020 sono attestate in 41 milioni di ettolitri), mentre sono diminuite le vendite di vino e di superalcolici.

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

A pompare il ritorno alle buone vendite delle birre sarebbe stata la riapertura dell’on-trade ed in particolare del pub. A fine 2021 dunque, la ripresa delle vendite di birra è stata del 98% circa, rispetto al periodo pre-covid (le vendite attestate per il 2019 sono infatti pari a circa 47 milioni di ettolitri. Occorre notare anche che con buona probabilità molti piccoli birrifici, soliti a distribuire nei pub i loro prodotti, potrebbero non avere avuto le licenze necessarie per la vendita diretta al consumatore durante le chiusure covid.

 

Annuari Agra Distribuzione Alimentare Industria Alimentare

 

Di contro, le vendite di vino e di superalcolici sono diminuite lo scorso anno: le prime del 3% (fino a 5,8 milioni di bottiglie) e le seconde del 12%. (fino a 1,8 milioni di bottiglie). Perdite queste che seguono ad una crescita nel 2020 (anno delle “chiusure) del 33% per il vino (da 840.000 hl stimati per il 2019 ai 1,12 milioni di ettolitri nel 2020) e del 47% per i superalcolici (fino 109.000 ettolitri dai 74.000 del 2019). La pandemia – così ha commentato James Simmonds, analista presso l’ufficio di Nottingham di UHY) – ha visto un improvviso cambiamento delle abitudini di consumo, con un allontanamento dalla birra. Un cambiamento che tuttavia sembra essere stato temporaneo, visto che i consumi tornano ora di nuovo a crescere.

Fonte: www.unioneitalianavini.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo: No. 3 London Dry Gin  - Food is The Key - distribuito in Italia da Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina