0
Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Mettete un marchio di birra più antichi al mondo, uno chef stellato e un dj famoso. Sono stati questi gli ingredienti del party “Unconventinal by tradition”, andato in scena lo scorso 5 dicembre a Milano per conoscere meglio Grolsch Lager, la birra olandese che della reinterpretazione della tradizione ha fatto la propria storia.

 

Annuario Birre Italia Birritalia Beverfood.com
Annuario Birra Italia Birritalia beverfood.com

 

Uno dei marchi birrari più antichi al mondo, nato in Olanda nel 1615 e da sempre vicino alla creatività e alle sue forme d’espressione. Insieme a Grolsch lo chef stellato Eugenio Boer e il dj Alessio Bertallot hanno reso speciale la serata e non convenzionale. La presenza di Grolsch Lager in Italia si sta sviluppando grazie all’attività di Peroni, con il lavoro della Business Unit dedicata alla promozione dei marchi di punta. È stata scelta Milano, con un party nello stesso stile che la marca rappresenta nel mondo birrario, in un percorso di valorizzazione che toccherà le grandi città italiane con delle iniziative dedicate nei locali.

 

GROLSCH

Grolsch, è uno dei marchi birrari più antichi al mondo, nato in Olanda nel 1615. Già il mastro birraio Peter Kuijper nel 1676 decise di usare non uno, ma due tipi di luppoli diversi, il primo per il sapore e il secondo per l’aroma, al fine di dare alla birra un gusto vivace e un finale ‘croccante’. Theo de Groen creò poi nel 1897 l’iconico ‘Swingtop’, perché la sua birra speciale meritava una bottiglia altrettanto speciale e con un tappo esclusivo. Nel 2004, Grolsch trasferì la produzione nel nuovo birrificio a Enschede, progettato per essere il più possibile green, esaltando la qualità del prodotto. È attualmente il primo birrificio in Europa e uno dei primi al mondo per eco-sostenibilità, con un riutilizzo degli scarti pari al 99%. Tutto ciò che è stato fatto negli scorsi 400 anni, dalla selezione all’aggiunta tardiva dei luppoli, dalla scelta di qualità e quantità del malto alla cura del confezionamento, per un gusto che ha sempre contraddistinto la Grolsch Premium Lager. I luppoli utilizzati sono i Magnum, tradizionali e provenienti dalla rinomata regione bavarese dell’Hallertau, che donano alla Grolsch un sapore vibrante ma leggero, mentre gli Emerald, luppoli tedeschi che vengono aggiunti negli ultimi momenti del processo, regalano alla birra un piacevole aroma fresco e fragrante. I malti sono olandesi al 100% e vengono selezionati con grande accuratezza tanto che i sentori si rivelano al primo sorso, conferendo alla birra il colore dorato ed il gusto pieno e corposo. La Grolsch è realizzata con uno specifico ceppo di lievito che viene controllato e mantenuto nelle condizioni climatiche perfette per dare alla birra la sua tipica ed inconfondibile struttura. Nel birrificio di Enschede viene usata l’acqua dalla stessa sorgente di 400 anni fa, acqua di alta qualità che conferisce rotondità alla birra e ne mette in risalto le note fruttate.

 

ABBINAMENTO BY CHEF BOER E DJ BERTALLOT

Per ogni boccale di birra durante la serata sono state servite le bitterballen, specialità olandesi preparate dallo chef Eugenio Boer, proposte esclusivamente per la serata interpretando lo stile “Unconventional by tradition”. Lo chef classe 1978, metà olandese, metà ligure, racchiude nel suo racconto in cucina tutte queste caratteristiche in un colpo solo. Pochi giorni fa Eugenio Boer è stato premiato con la sua prima Stella Michelin con il ristorante Essenza a Milano in via Marghera, un riconoscimento importante che ha fatto notizia anche perché sembrerebbe che lo chef abbia lasciato il ristorante come trapelato su alcune testate del settore gastronomico. Boer non ha voluto commentare, mentre invece ha parlato della Grolsch. “E’ una birra iconica in Olanda, credo che anche in Italia possa trovare il suo spazio magari anche grazie ad abbinamenti come quelli che abbiamo proposto qui. In Olanda la birra accompagna a sempre il cibo, anche in Italia ci stiamo arrivando e forse è meglio farlo con delle birre ben equilibrate come la Grolsch”. Uno stile che unisce anche il conduttore radiofonico, cantante e dj italiano Alessio Bertallot, che ha proposto il suo DJ set ispirandosi al tema della serata e al mood di Casa Bertallot. Ricordo della serata il quadro realizzato che mette al centro la birra Grolsch insieme allo chef e al dj.

 

Scarica gratis la Guidaonline Birre & Birre 2019 Beverfood.com con schede di tutte oltre 2000 marche di birra

 

INFO birra Grolsch:
Press&PR: Savoirfaire- Via Senato, 45 – Milano
Valentina Brambilla: valentinabrambi@yahoo.it
Valeria Carbone: valeria@sfpr.it

© Riproduzione riservata

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

12 + 4 =