Pinterest LinkedIn

Il mercato statunitense delle caffetterie a marchio da 49,5 miliardi di dollari raggiunge il 104% del valore pre-pandemia, registrando una crescita delle vendite dell’8% negli ultimi 12 mesi.  Il mercato registra una forte crescita netta dei punti vendita, aumentando del 4% per raggiungere 40.062 negozi.

Il World Coffee Portal prevede che le vendite totali del mercato statunitense delle caffetterie a marchio supereranno i 52,4 miliardi di dollari nei prossimi 12 mesi e i 61,6 miliardi di dollari entro il 2028, guidate dal fatturato del segmento incentrato sul caffè. Si prevede che il mercato statunitense supererà i 45.200 punti vendita entro settembre 2028, registrando una crescita quinquennale del 2,5% CAGR.

Il leader di mercato Starbucks ha aggiunto 494 nuovi negozi netti negli ultimi 12 mesi per raggiungere 16.144. La catena di caffè con sede a Seattle mantiene una quota di mercato totale del 40%, davanti a Dunkin’; che ha aperto 172 nuovi negozi netti per raggiungere 9.434 e Panera Bread che ha chiuso 22 siti netti e ora ne gestisce 2.151.

Anche il mercato delle caffetterie a marchio statunitense ha raggiunto il 104% del suo valore pre-pandemia negli ultimi 12 mesi, crescendo dell’8% a 49,5 miliardi di dollari; tuttavia, il 19% degli operatori dichiara di non essersi ancora ripreso completamente dalle pressioni commerciali legate alla pandemia.

 

 

I LEADER DEL SETTORE SONO SEMPRE PIÙ OTTIMISTI

La forte ripresa del numero di clienti negli ultimi 12 mesi significa che la maggior parte degli operatori statunitensi sono ottimisti riguardo al trading. Tre quarti (76%) dei leader del settore intervistati segnalano un contesto di vendita positivo nel 2023, rispetto al 49% dello scorso anno. Inoltre, solo l’11% ha definito difficili le condizioni commerciali, il 10% in meno rispetto al 2022.  Oltre, il 70% degli operatori intervistati ha segnalato una crescita delle vendite negli ultimi 12 mesi. Tuttavia, a seguito di una forte ripresa delle vendite post-pandemia nel 2022, il numero che ha segnalato una crescita delle vendite superiore al 5% è sceso dal 46% al 28%. Il 23% dei consumatori intervistati ha dichiarato che ora visitano o ordinano quotidianamente dai bar, rispetto al 16% di 12 mesi fa, mentre il numero di visitatori almeno una volta alla settimana è aumentato dal 5% al ​​69%.

 

 

IL CAFFÈ FREDDO È UNA TENDENZA DI PRODOTTO CHIAVE

I consumatori più giovani continuano a guidare la crescita del caffè freddo e ghiacciato, con il 79% dei giovani sotto i 35 anni intervistati che in genere acquistano una bevanda ghiacciata almeno una volta alla settimana. L’indagine condotta dal World Coffee Portal su oltre 5.000 clienti di coffee shop statunitensi ha rilevato che il consumo giornaliero di caffè freddo è aumentato dell’8% negli ultimi 12 mesi, con il caffè freddo secondo solo al caffè filtrato in termini di frequenza degli ultimi ordini al coffee shop. Con il 24% dei consumatori intervistati che consuma caffè freddo ogni giorno, rispetto al 17% nel 2022, la metà dei leader del settore ora considera il caffè freddo la tendenza di mercato più importante attualmente, prima dell’aumento del caffè speciality (32%) e del drive-thru. crescita (29%).

Ricevi le ultime notizie! Iscriviti alla Newsletter


IL TEMPO DI PERMANENZA IN NEGOZIO È IN AUMENTO

I consumatori statunitensi trascorrono più tempo nei bar, con la percentuale che ha trascorso meno di 10 minuti in un bar durante la loro ultima visita in calo del 5% negli ultimi 12 mesi al 46% e quella di coloro che si trattengono fino a 30 minuti in aumento del 13%. Tuttavia, a dimostrazione del fatto che la comodità e la velocità del servizio rimangono elementi chiave del servizio negli Stati Uniti, solo il 4% dei consumatori statunitensi intervistati è rimasto in negozio per più di 30 minuti, anche se i consumatori di età inferiore ai 35 anni hanno maggiori probabilità di fermarsi per 11 minuti o più rispetto ai dati demografici più anziani. Inoltre, il 36% dei consumatori intervistati ha acquistato una bevanda da asporto durante l’ultima visita, rispetto al 23% che ha acquistato una bevanda da consumare in negozio. Evidenziando ulteriormente la forte domanda di comodità, il 56% dei consumatori intervistati ha dichiarato di preferire il drive-thru piuttosto che entrare fisicamente nel bar – con le catene drive-thru Scooter’s Coffee e Dutch Bros tra gli operatori in più rapida crescita negli ultimi 12 mesi – apertura 224 e 167 nuovi negozi netti rispettivamente.

 

 

Project Café USA 2024: è lo studio annuale definitivo del World Coffee Portal sul mercato delle caffetterie a marchio statunitense in tutti i 50 stati. La ricerca comprende il dimensionamento del mercato, analisi settore per settore, prezzi delle bevande, profili dei marchi e un sondaggio approfondito condotto su oltre 5.000 consumatori di caffè negli Stati Uniti.

 

Fonte: www.worldcoffeeportal.com/Latest/News/2023/October/Buoyant-US-branded-coffee-shop-market-exceeds-40,0

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Coffitalia 2022 Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi

Scrivi un commento

4 × 4 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina