Erika Mantovan
| Categoria Notizie Vino | 706 letture

Vinchio – Vaglio Serra: non una semplice cantina ma un’inesauribile fonte di risorse ed energie

Vinchio Inesauribile Barbera Cantina Monferrato Vinchio - Vaglio Serra Vaglio Fonte Serra Risorse Energie

Vinchio - Vaglio Serra Vaglio Inesauribile Risorse Energie Serra Fonte Barbera Cantina Monferrato Vinchio

© Riproduzione riservata

Per la cantina sociale più importante della barbera dell’astigiano non è solo occasione per festeggiare i 60 anni di attività ma anche quella di inaugurare un sentiero naturalistico che unisce i due borghi, destinati a diventare una bella, nuova, meta per i turisti appassionati di enogastronomia.

 

 

Non una semplice cantina, quella della Vinchio – Vaglio Serra, inesauribile fonte di risorse ed energie. Una sicurezza, una certezza indiscussa e costante fonte di reddito per i 192 soci odierni. Un numero che fa pensare, sopratutto se comparato a quello dell’anno di nascita della cantina: 19. Era il 1959 nel pieno di quello che sarà definito come il boom economico italiano, una rivoluzione industriale a cui hanno partecipato anche queste famiglie astigiane che hanno saputo cogliere l’opportunità di lanciare l’uva barbera unendola in un’unico prodotto raccolto oggi in 250 ettari a cui bisogna sommarne altri 448 destinati ad altre uve piemontesi: arneis, moscato, nebbiolo, albarossa e le internazionali chardonnay e pinot noir destinate sia a versioni di vini spumanti che fermi. Un patrimonio costruito nel tempo che ha permesso di mantenere vivo il tessuto sociale, e di non abbandonare le campagne in favore del lavoro in fabbrica, oggi venduto per il 70% nel mercato interno e il restante in 22 paesi stranieri.

Il focus è, ed è sempre stato, sull’uva regina delle colline monferrine con un’attenzione sempre più rivolta alla qualità, al mercato e all’esaltazione delle migliori vigne raccontandole in diverse e sfaccettate versioni proponendole in solo acciaio, come la freschissima Vigne Vecchie 50° o in legno, come I Tre Vescovi o la Superiore Vigne Vecchie a cui si aggiungono altre numerose etichette per arrivare a un totale di 22 a cui si sommano le due di Nizza. Tra queste, per festeggiare il compleanno, è stata scelta la Barbera d’Asti Docg Superiore ‘Sei Vigne Insynthesis’ in una verticale suggestiva, allestita in vigna, condotta da Mauro Carosso, responsabile delle docenze Ais in Piemonte. Un vino che prima di essere tale, è un progetto. Desiderato sul finire degli anni novanta, quando la barbera era ancora in cerca di un’identità. E per farlo Vinchio-Vaglio ha deciso di sfidare i suoi soci, ricercando tra di essi i migliori, e destinarli a un vino de garde, come, peraltro richiedeva il mercato all’epoca. E la barbera, molto amata all’estero per il suo colore e succo, era perfetta.

 

 

Alla presentazione della prima annata, nel 2001, anche Gino Veronelli decise di partecipare perché non si trattava di un vino qualsiasi ma di un piano di lavoro intelligente, la cui realizzazione si era resa più difficile per l’ampia quantità di vigne a disposizione tra cui scegliere. Fatto sta che a distanza di diciott’anni la patente è più che guadagnata, come hanno dimostrato i vini scelto in rappresentanza del passaggio del tempo delle annate 2009, 2007, 2006, 2004, 2003 e 2001. Un insieme di elementi, fondanti, in cui c’è anche la storia, i fatti. E più si andava indietro e più cresceva lo stupore. È stata ottima la tenuta di tutti i vini, prodotti con lo stesso metodo: dopo la macerazione di 12 giorni e il travaso in piccole botti di rovere francese, fino al completamento della fermentazione, ne segue un affinamento nelle stesse per 18 mesi.

In linea generale in ogni bicchiere la densità, il frutto e i profumi dolci della barbera con violetta e note boisé si scoprivano nettamente superata la barriera minerale tutta rilasciata in uno stampo salato e di energia sferzante ancora, tutta da smaltire come nel caso della 2007, il più bel esemplare in batteria seguito dall’equilibrio ed eleganza, sopratutto nella beva, del 2006 e la gioventù, dolce, della 2009.

 

+info: www.vinchio.com

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Recoaro Bio: quando la purezza del bio incontra il lato ribelle del frizzante

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Fonte Vinchio Monferrato Energie Serra Vinchio - Vaglio Serra Barbera Inesauribile Vaglio Risorse Cantina


ARTICOLI COLLEGATI:

Monferrato autentico drink list: nascono i tre primi cocktail di territorio!

Monferrato autentico drink list: nascono i tre primi cocktail di territorio!

20/07/2019 - Un Americano ad Ovada, Sparkling Acqui, Monferrato Lemon Cherry: nascono, ispirati alle tre Enoteche Regionali, i tre cocktail dedicati alle loro città (Ovada, Acqui Term...

Cantine Aperte 2019 presso Mazzetti d’Altavilla: un’esperienza totalizzante in Monferrato

Cantine Aperte 2019 presso Mazzetti d’Altavilla: un’esperienza totalizzante in Monferrato

20/05/2019 - Mazzetti d’Altavilla si prepara all’edizione 2019 di “Cantine Aperte”, l’evento promosso dal Movimento Turismo del Vino che, nella sede storica dei “Distillatori dal 1846...

Ritorna “Nizza è Barbera”, la due giorni dedicata alla Barbera d’Asti docg e al Nizza docg

Ritorna “Nizza è Barbera”, la due giorni dedicata alla Barbera d’Asti docg e al Nizza docg

29/04/2019 - Sabato 11 e domenica 12 maggio torna Nizza è Barbera, la due giorni dedicata alla Barbera d’Asti docg e al Nizza docg. C’è un motivo in più quest’anno per festeggiare: è ...

L’Astemia Pentita a Vinitaly, stand e packaging innovativi per vini tradizionali

L’Astemia Pentita a Vinitaly, stand e packaging innovativi per vini tradizionali

15/04/2019 - L’Astemia Pentita è un progetto di un’azienda moderna e innovativa in Piemonte nel cuore della Langa e anche la sua presenza al Vinitaly si notava con uno stand molto par...

Viva la Barbera! A Vinitaly la cantina piemontese Bava punta su ricerca e qualità

Viva la Barbera! A Vinitaly la cantina piemontese Bava punta su ricerca e qualità

11/04/2019 - Sono sempre tante le belle novità che vedono la cantina piemontese Bava aggiungere qualità alle proprie bottiglie. Roberto Bava quest’anno a Vinitaly ci presenta la Barbe...

Bava al Vinitaly 2019 presenta la nuova Barbera Viva

Bava al Vinitaly 2019 presenta la nuova Barbera Viva

05/04/2019 - Stessa posizione (Padiglione 10 Piemonte Stand Q3) ma uno stand totalmente rinnovato, in cui sono protagonisti materiali di riuso in linea con una filosofia aziendale “gr...

Barbera La Torre mostra un lato rock. DonnaLia protagonista di Street Food @Isola

Barbera La Torre mostra un lato rock. DonnaLia protagonista di Street Food @Isola

22/03/2019 - Sdoganare il vino. Conservatrice, esclusiva ed elitaria: appare così nell'immaginario collettivo l'idea che si attribuisce al mondo enologico. Street Food @Isola è la mos...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

4 × 3 =