Tag

Monferrato

Browsing

Dodici aziende vinicole situate su un territorio Patrimonio dell’Unesco (Accornero, Alemat, Angelini Paolo, Cascina Faletta, Cinque Quinti, Fratelli Natta, HIC et Nuc, Liedholm, Sulin, Tenuta La Tenaglia, Tenuta Santa Caterina, Vicara) riunite in un’associazione chiamata Monferace. Parola storica con il quale si chiamava il Monferrato una volta, il cui significato è Monte Generoso.

Dopo lo stop imposto dalla pandemia, i produttori del Monferrato casalese tornano ad esprimersi in grande stile, in occasione dell’evento Monferace en Primeur, organizzato presso…

Al via la 56ª edizione della Douja d’Or che, dal 9 al 18 settembre, riempirà le vie, le piazze e i palazzi del centro storico di Asti. Una non-stop di 10 giorni che riprende lo schema diffuso collaudato nella scorsa edizione proponendo una formula capace di offrire al pubblico di astigiani e turisti numerose e imperdibili esperienze legate al vino. Una manifestazione storica e molto attesa che si inserisce nel calendario del tradizionale settembre astigiano. Saranno giorni intensi e ricchi di eventi con un programma più lungo nei due weekend (10 e 11, 17 e 18 settembre) e concentrato nelle sere (dalle ore 18:00) dei giorni infrasettimanali.

Un’azienda di famiglia con 111 vendemmie alle spalle in Piemonte, un anniversario importante per Cantine Bava al Vinitaly festeggiato senza mai fermarsi. “Negli ultimi mesi abbiamo lavorato per ristrutturare e riformulare tutti i nostri percorsi di visita, l’accoglienza è sempre stata una parte fondamentale della nostra esperienza-spiega Francesca Bava, ultima generazione dell’azienda familiare- abbiamo ripensato l’itinerario nella nostra cantina storica a Cocconato d’Asti, con più valorizzazione alla nostra bottaia centenaria, un percorso tra i…

Da tempo si sentiva il bisogno di mappare le due zone confinanti del Piemonte, Gavi e Colli tortonesi. Si è partiti dal Gavi, zona più affine e calpestata dall’agrotecnico Davide Ferrarese, che con un’iniziativa personale, ha messo su carta le colline del Monferrato (bianco). Un primo momento di confronto sul tema risale a un Vinitaly di qualche non fa. Tra gli stand si vocifera tanto dell’intenzione quanto dell’esigenza di una mappa, oggi diventata realtà.

Monferrato Christmas Gift nasce da un’idea di Valentina Ronsisvalle, che in pochi giorni, dopo innumerevoli telefonate e scambi email, è riuscita a mettere insieme una “squadra” di 20 produttori ed attività locali per questa bellissima iniziativa che oltre a voler sfatare un po’ il mito che in Monferrato c’è poca collaborazione tra le aziende, fa anche del bene.

Lo scenario vede un cielo quasi sempre blu pastello, una nuvola s’infrange sulle colline pianeggianti. Insieme formano un’atmosfera inedita, un richiamo alla natura da ricordare tutta la notte. Sempre, in realtà. Ci sarà inevitabilmente un passaparola che riecheggerà nel ricordo degli interlocutori, e che nessuno smentirà. Da giostra, c’è un brillio dei “primi sguardi”.  Mah, dove siamo? A Cascina Faletta a Casale Monferrato, a metà di una collina, che fa della sua estetica un valore, certamente impattante nel marketing ma ancor più nel gusto una volta a tavola.

Il successo di una realtà a conduzione familiare, che non ha sbagliato un colpo.” Con queste parole Mazzetti d’Altavilla festeggia l’inserimento nella raccolta delle “100 Eccellenze Italiane 2020” selezionate dalla prestigiosa ed autorevole rivista Forbes Italia. Questa ha celebrato “la cultura del bello e ben fatto” con un evento avvenuto lunedì a Roma nello scenografico spazio del MAXXI – il Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo.

Che il Piemonte sia una terra di eccellenze è ormai arcinoto. E finalmente si inizia a parlare di questa regione come brand, una grande, enorme scatola cinese in cui non si finisce mai di scoprire quanto in profondità e indietro nel tempo si può arrivare. Una vanità che non è un’illusione. Non più. Nel Monferrato – in grande tourbillonnement in questo momento – un piccolo gruppo di produttori si è unito in un’Associazione, Albugnano 549. Albugnano oltre ad esser il nome del vino, è quello di uno dei comuni in cui lo si produce mentre 549 sono i metri registrati nel verde Belvedere Motta anche noto come il “balcone del Monferrato” dal quale si può ammirare tutta la cintura delle Alpi. Informazioni distanti e ignote ai più che devono esser ridotte.