Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

L’elegante Via Monferrato, tra negozi d’abbigliamento, cafe e bistrot per una notte è diventata il red carpet del vino più in voga del momento: le bollicine. Metodo Classico e Charmat. Gli Spumanti da uve piemontesi e francesi trapiantate in Piemonte ossia Pinot Noir e Chardonnay sono stati i protagonisti di un evento ideato quest’estate quando la testa era proiettata già alla vendemmia. Un segnale di ripartenza dopo la pausa forzata del coronavirus che non ha fermato il team di To-Be. Buona infatti la risposta sia da parte della città – evento sold out in pochi giorni – che delle cantine che hanno aderito (Araldica, Avezza, Bel Colle, Cantine Daffara & Grasso, Cantine Terre del Barolo, Contratto, Fontanafredda, Ivaldi Dario & Andrea, Pianbello, Pecchenino, Poderi Cusmano, Tosti, Roccasanta, San Silvestro, Vite Colte, Batasiolo, Bonzano; dell’ Enoteca Regionale di Caluso: Azienda Vitivinicola l’Autin, La Masera e Tenuta Roletto).

 

 

“La scelta di questa via non è casuale” – afferma Alessandro Felis, giornalista enogastronomo che ha condotto piccoli ed efficaci seminari di approfondimento svelando i segreti della spumantizzazione, le aree piemontesi più vocate, le tecniche di degustazione e molto altro ancora.

 

 

Quello di “Monferrato” è un nome propiziatorio di uno dei territori più emergenti del Piemonte che non contempla solo in vino ma anche ricette e paesaggi mozzafiato.
Per questo, in degustazione anche le proposte dei locali presenti nella via: Locanda della Regina, Aroma, Monferrato, Roby & Roby, l’Orto già Salsamentario, Cannavacciuolo Bistrot Torino, Chicchisani, Marilù fa il gelato e Bar Briac.

Una notte effervescente in cui qualche cantina ha colto occasione per presentare nuovi progetti come lo spumante Neboise della Tenuta San Silvestro; il nuovo spumante, un futuro Alta Langa, di Terre di Barolo, prodotto dalla selezione di 8 conferitori, l’Alta Langa Extra Brut della Cantina Bel Colle 2017, in uscita a novembre, a cui seguiranno i 48 e 60 mesi Pas Dosé. Novità anche per Vite Colte, qui al debutto con il suo Alta Langa, e Pianbello con il suo primo Pas Dose Orme. Dulcis in fundo, a Calamandrana Tenute Rade che si cimenta anche nei colli torinesi, lancia il suo nuovo Alta Langa.

 

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

1 + diciassette =