Tag

Vini del Monferrato

Browsing

Degustazioni guidate, blind tasting e incontri coi vigneron. Questa, la proposta del Consorzio di tutela vini Colline del Monferrato Casalese per la 61ma edizione della Festa del Vino di Casale Monferrato. Sei appuntamenti, distribuiti su tre fine settimana, organizzati in collaborazione con l’Ais (Associazione Italiana Sommelier) di Casale Monferrato e l’Enoteca Regionale del Monferrato, tutti presso il Castello Paleologo. Protagonisti unici degli incontri enoici saranno: il Grignolino del Monferrato Casalese doc (tradizionale, Riserva e Metodo Classico), la Barbera del Monferrato Superiore docg, il Gabiano doc (Riserva) e il Rubino di Cantavenna doc.

“Abbiamo sempre creduto insieme alla mia famiglia in questo vitigno importante per il Monferrato, il Ruchè per scoprire e valorizzare il territorio”. Così ai nostri microfoni Franco Morando al Vinitaly, il leader del Ruchè di Castagnole Monferrato, visto che tra tutti i produttori di Ruchè siamo 150 ettari totali di superficie vitata, Montalbera ne produce il 60%, su una compagine aziendale di 110 ettari. Prodotti iconici che hanno fatto crescere Montalbera come il Laccento,…

E’ al via una nuova campagna promozionale del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ‘My name si Barbera and I have a story to tell’, che con lo slogan ‘il mio nome è Barbera e ho una storia da raccontare’ presenta anche una nuova veste grafica. L’idea, spiegano gli ideatori, è quella di “dare il benvenuto nel Monferrato, dove la storia italiana ha lasciato orme antiche e preziose, e dove paesaggio e lavoro da sempre condividono una medesima anima”. Lo fa l’immagine di una donna che regge un calice di vino, guardando oltre i filari di un vigneto di collina.

Lo scenario vede un cielo quasi sempre blu pastello, una nuvola s’infrange sulle colline pianeggianti. Insieme formano un’atmosfera inedita, un richiamo alla natura da ricordare tutta la notte. Sempre, in realtà. Ci sarà inevitabilmente un passaparola che riecheggerà nel ricordo degli interlocutori, e che nessuno smentirà. Da giostra, c’è un brillio dei “primi sguardi”.  Mah, dove siamo? A Cascina Faletta a Casale Monferrato, a metà di una collina, che fa della sua estetica un valore, certamente impattante nel marketing ma ancor più nel gusto una volta a tavola.

E’ il turismo esperienziale il cavallo di battaglia del Monferrato, la terra divenuta Patrimonio dell’Umanità quattro anni fa. Qui ci si prepara a lanciare nuove proposte turistiche che entreranno nel vivo con il prossimo autunno, una delle stagioni nelle quali si registrano i maggiori flussi nelle aree a cavallo fra le colline del vino piemontese, la piana del Po e la vicina Lomellina.