0
Pinterest LinkedIn

Il riconoscimento di Patrimonio dell’Unesco va al Paesaggio vitivinicolo del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato, le zone tipiche della produzione del Barolo e Barbaresco. Lo ha deciso il Comitato Mondiale Unesco riunito in Qatar per esaminare le candidature arrivate da tutto il mondo. Così, dopo un iter durato undici anni e la consegna del dossier di candidatura nel gennaio 2013 al centro del Patrimonio Mondiale di Parigi, il Paesaggio vitivinicolo di Langhe-Roero e Monferrato è entrato nella prestigiosa World Heritage List. Con questo riconoscimento, l’unico in Italia per questa sessione, i siti italiani Unesco salgono a quota 50. Su queste colline, dove si producono due dei vini più conosciuti al mondo, il Barolo e il Barbaresco, la viticoltura è da secoli l’anima dell’economia. L’Unesco viene quindi assegnato a un territorio di vigne, di castelli, di torri medievali, ma anche al lavoro di uomini e donne.

Grossisti importatori distributori bevande alimentari Banchedati Database excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Tabella Campi records Industria Alimentare e Ingrosso

“E’ il giusto riconoscimento ai vignaioli che hanno preservato le colline di Barolo e Barbaresco con i loro vigneti sapientemente coltivati nel rispetto delle tradizioni e del sapere contadino – dice Pietro Ratti, presidente del Consorzio di tutela Barolo e Barbaresco – Per noi l’Unesco è uno stimolo a continuare a fare bene con ancora maggiore responsabilità al fine di lasciare ai nostri figli questo meraviglioso territorio che ci hanno consegnato i nostri padri”. Il nuovo sito Unesco comprende, nella Docg Barolo, i comuni di Barolo, Castiglione Falletto, Grinzane Cavour, La Morra, Monforte d’Alba, Novello, Serralunga d’Alba; nella Docg Barbaresco, i comuni di Barbaresco e Neive. Una piccola area altamente vocata alla viticoltura, i cui vigneti sono stati per la prima volta in Italia anche riconosciuti con le Menzioni Geografiche Aggiuntive (cru).

 Altre info: www.langhevini.it, www.paesaggivitivinicoli.it

 LE LANGHE VITIVINICOLE

 · 2 mila aziende vitivinicole

 · 10 mila ettari di vigneti

 · Principali vitigni autoctoni coltivati: Dolcetto, Barbera, Nebbiolo, Arneis

 · 66 milioni di bottiglie

 · 60% del vino prodotto nelle Langhe viene venduto all’estero

 I NUMERI DEL BAROLO

 · 11 Comuni dove si produce

 · 700 aziende vitivinicole

 · 2 mila ettari di vigneti

 · 13 milioni bottiglie

 · 80% Barolo venduto all’estero

 I NUMERI DEL BARBARESCO

· 4 Comuni dove si produce

· 350 aziende vitivinicole

· 700 ettari di vigneti

· 4 milioni e 300 mila bottiglie

· 70% Barbaresco venduto all’estero

Contact: Fiammetta Mussio ufficio stampa Consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe Roero www.langhevini.it

UNESCO_LANGHE

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia - The Art of Perfection - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

quattro × 3 =