Beverfood.com
| Categoria Notizie Caffè - Tè - Bevande Calde e Coloniali | 3127 letture

Caffè americano, a regola d’arte anche a casa

caffe-americano

Caffè Americano Regola Americano Caffè Eataly Arte Casa Filter Coffee Vergnano

È il più bevuto al mondo e sempre più italiani stanno imparando ad apprezzarlo. Ecco come farlo a casa, a regola d’arte. Un pregiudizio ricorrente serpeggia fra gli italiani che si ritrovano all’estero a bere lunghissime tazze di caffè negli hotel: solo acqua sporca. Un vero peccato che l’impatto con il filter coffee (caffè estratto con il filtro) sia questo perché sarebbe come far assaggiare un caffè del distributore automatico ad uno straniero – il suo amore per l’espresso sarebbe per sempre compromesso…

Annuario Coffitalia Caffè Italia Scarica Gratis
Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi Scarica Gratis in versione PDF
Ci sono hotel e hotel, questo è ovvio, ma mediamente nella grandi quantità la qualità di perde, e si finisce per bere qualcosa di non propriamente fatto a regola d’arte. Il caffè americano, o filter coffee nella dicitura internazionale, è ottimo se fatto bene e una bevanda che andrebbe provata e rivalutata, anche dai noi popolo del ristretto.

L’interesse verso caffè diversi dall’italianissimo espresso è però in rapida crescita, lo dimostra l’affluenza agli incontri organizzati presso gli store Eataly dall’Accademia del caffè Vergnano dedicati al caffè internazionale: un viaggio alla scoperta di usi, costumi, e tradizioni al di fuori del Bel Paese.
Da Damian Burgess, responsabile dell’Accademia del caffè Vergnano, abbiamo raccolto i consigli per farselo in casa.

1 – Scegliere la miscela
Serve una macinatura più grossolana di quella per la moka, quindi o ce la si fa a casa con il macinino o si chiede in torrefazione. Serve una macinatura più grossa per permettere all’acqua di percolare lentamente per un’estrazione più completa. Se il caffè è macinato troppo fine (trucco che si usa per diminuire il tempo e la dose necessaria, e risparmiare) si rischia di bruciare il caffè e di avere un cattivo sapore. Arabica o robusta la scelta della miscela è invece una questione di gusto personale.

2 – Procurarsi una macchina
Il filter coffee funziona in modo molto semplice, si mette un filtro sopra ad un recipiente, si versa la dose di miscela, l’acqua calda e si aspetta che questa coli al di sotto, diventando caffè. Le macchine elettriche scaldano l’acqua e mantengono in temperatura la brocca già piena– che però nel giro di pochi minuti si inacidisce e cambia di sapore. Il metodo migliore, e il più in voga nelle caffetterie di livello, è manuale. Si usano sistemi come il V60, economici e pratici, e usati per preparare una sola tazza, a regola d’arte e con la miscela selezionata dal cliente.

3 – Temperatura e acqua
L’acqua deve essere versata a 92-96°, quindi non in ebollizione, e produce alla file del processo una bevanda a circa 70°. Meglio non usare l’acqua di rubinetto, perché il cloro rende amaro il caffè, e aprire una bottiglia di acqua mediamente minerale. Ben spesa, per qualunque tè o caffè.

Queste le regole di base, ma nelle caffetterie specializzate, all’estero, il procedimento è talmente accurato e la ricerca avanzata da poter osservare sistemi come il bypass, ossia la miscelazione di acqua limpida nel caffè per bilanciare l’estrazione, l’uso di filtri in carta selezionati, un sistema a pioggia per evitare che troppa acqua si riversi sul caffè nello stesso momento e così via.

Per sfatare il mito del caffè americano “solo acqua sporca” è oramai dimostrato che per farlo bene serve molta più esperienza che con la moka.

Fonte: www.coffeeandnews.espresso1882.com/blog_new/how-to/caffe-americano-regola-darte/

+ COMMENTI (0)

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Eataly Filter Coffee Americano Regola Arte Vergnano Caffè Caffè Americano Casa


Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi

ARTICOLI COLLEGATI:

“La Taverna del Re”, un nuovo bistrot per i fratelli Alciati

“La Taverna del Re”, un nuovo bistrot per i fratelli Alciati

24/10/2019 - I fratelli Ugo e Piero Alciati, fedeli compagni del progetto Eataly, inaugurano un nuovo bistrot. E lo fanno non in una sede qualsiasi ma nella Casa Madre: il Lingotto. E...

Le novità green di Caffè Vergnano a HostMilano

Le novità green di Caffè Vergnano a HostMilano

24/10/2019 - Si è conclusa con numeri record l’ultima edizione di Host, la manifestazione leader del settore dell’ospitalità organizzata da Fiera Milano. Tra gli espositori anche Caff...

Caffè Vergnano a Host 2019 per presentare tutte le novità

Caffè Vergnano a Host 2019 per presentare tutte le novità

16/10/2019 - Dal 18 al 22 ottobre Caffè Vergnano sarà presente ad HostMilano, la fiera leader mondiale dedicata al mondo della ristorazione e dell’accoglienza. L'azienda esporrà al Pa...

Mr Joe by Natfood: il vero americano filtrato a Host 2019

Mr Joe by Natfood: il vero americano filtrato a Host 2019

07/10/2019 - Anche quest’anno Natfood prenderà parte alla fiera Host di Milano, con uno stand ricco di proposte innovative per il canale bar. Nel padiglione 14, lo stand D20/E19 ospit...

Scenario competitivo mercato caffè Italia: i principali produttori

Scenario competitivo mercato caffè Italia: i principali produttori

16/08/2019 - In Italia si segnalano ca. 800 imprese che lavorano principalmente il caffè e altri infusi, ma i primi quattro gruppi produttivi del settore assorbono circa la metà del t...

Pausa Caffè: Serenissima Ristorazione sceglie Caffè Vergnano

Pausa Caffè: Serenissima Ristorazione sceglie Caffè Vergnano

28/06/2019 - Il rito del caffè si è insidiato nella tradizione italiana: la bevanda ambrata non è un semplice drink, è un momento importante durante la giornata, una pausa, una rifles...

“Il mio Negroni è differente” – Intervista a Marco Colonnelli, Best Signature Cocktail alla FCW19

“Il mio Negroni è differente” – Intervista a Marco Colonnelli, Best Signature Cocktail alla FCW19

19/06/2019 - Il premio "Best Signature Cocktail" nell'ultima Florence Cocktail Week 2019 e tanta voglia di continuare a stupire. Il giovane barman Marco Colonnelli ha idee rivoluziona...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

1 × uno =