Pinterest LinkedIn

Il Panettone resta il Re delle Feste, il bomber indiscusso del Natale, capace di andare a segno ogni anno e anche in questo 2023. In previsione si stima un aumento dei consumi, anche se bisognerà stare attenti ad eventuali rincari per portare sulle tavole questi simboli di festa e tradizione. Secondo l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, che come ogni anno ha realizzato un’indagine sui prezzi dei dolci tradizionali e delle loro varianti, quest’anno a lievitare non sarà solo l’impasto: +8% è l’aumento medio di prezzo rispetto al 2022. Per quanto riguarda il panettone artigianale, il costo medio quest’anno è 43 euro, con la crescita dei prezzi che si è stabilizzata dopo il balzo dello scorso anno. Una panettone mania che non sembra risentire di crisi, sono sempre più pasticceri e anche chef che si cimentano con la realizzazione dei grandi lievitati. Ecco la nostra carrellata con nove proposte tutte da gustare.

Panettone Olivieri 1882

Ricca come sempre la proposta del Natale di Olivieri 1882, una collezione di panettoni e pandori puntando sempre più anche al mercato americano. Cavallo di battaglia è il Panettone Classico, artigianale al 100% e quindi fatto interamente a mano solo con lievito madre vivo. Un prodotto molto ricco, ma estremamente digeribile, grazie ad un processo di fermentazione naturale di 4 giorni e alla selezione di materie prime di assoluta qualità. Non vengono infatti utilizzati conservanti, semilavorati, aromi e grassi vegetali. È farcito con Uvetta Sultanina Australiana 5 Corone e impreziosito all’interno con vaniglia Bourbon del Madagascar e Burro della Bretagna. Conquista e sorprende fin dal primo morso per la sua struttura, estremamente soffice, e per il gusto elegante ma deciso.

Panettone Moschino Martesana

Ecco il “Panettone d’oro” Moschino e Pasticceria Martesana, una super limited edition per il Natale 2023. Il Panettone Tradizionale Martesana si presenta in un’inedita veste interamente d’oro realizzata dalle sapienti mani del Maestro Vincenzo Santoro ispirate e guidate dall’inconfondibile creatività della maison Moschino. Una glassa al cioccolato Gold, nocciole IGP Piemonte e granella di nocciole, avvolge l’iconico lievitato dell’Alta Pasticceria di Quartiere per dare vita ad una dolce creazione senza precedenti, custodita all’interno di una preziosa cappelliera da collezione. Un seducente incontro tra due eccellenze milanesi per una Limited Edition ispirata alla creatività e all’arte manifatturiera italiana.

Panettone Luminist

Anche i grandi chef si lanciano sempre di più nel mondo dei lievitati, come Giuseppe Iannotti che con il suo Luminist lancia due interessanti versioni della classica ricetta del panettone, solo su ordinazione. L’obiettivo è quello di proporre due ricette goduriose ma equilibriate, senza eccedere nella dolcezza, dove ogni ingrediente è piacevolmente percepito ed esaltato. Sono stati selezionati gli ingredienti di maggior pregio per la realizzazione della versione classica, con burro francese d’Isigny, canditi, uvetta sultanina australiana, cedro e arancia di Sicilia e vaniglia di Tahiti. E lo stesso è stato fatto anche per la versione al cioccolato, dove il burro francese e la vaniglia restano la base, ma vengono abbinati al bergamotto candito e al cioccolato fondente Valrhona Tulakalum 75%. Verranno realizzati solo 400 pezzi e solo su ordinazione, che sarà possibile effettuare da tutta Italia dalla metà di novembre fino al 20 dicembre.

Panettone Pasticceria Grué

Natale è un periodo magico che trasporta grandi e piccini in un mondo da favola. Alla Pasticceria Grué di Roma, Marta Boccanegra e Felice Venanzi raccontano la loro versione delle favole natalizie, attraverso il simbolo del Natale per eccellenza, il panettone. Al re dei grandi lievitati si dedica la massima cura che comincia con la sapiente gestione del lievito madre, ingrediente senza il quale alcun panettone potrebbe esistere. L’immancabile tra i panettoni è il Classico: tre giorni di lavorazione per un impasto dal colore dorato perché ricco di tuorlo d’uovo, leggero e soffice grazie al lievito madre, dal sapore avvolgente per il burro di latteria e la ricchezza di uva passa sei corone e grossi canditi d’arancia come Re Panettone comanda. Due le versioni: con glassa mandorlata o senza affinché tutti possano essere accontentati. Un altro dei must di Grué, diventato ormai uno dei preferiti dagli affezionati clienti della pasticceria, è il Gianduioso: lievito madre, cioccolato fondente monorigine Ecuador 60% e nocciola IGP del Piemonte nell’impasto nel quale sono aggiunte gocce di cioccolato monorigine Costa d’Avorio 62%.

Panettone al Vin Recioto

Fondata nel 1970, la Pasticceria Lorenzetti è tra le più rinomate pasticcerie del veronese a San Giovanni Lupatoto. Daniele Lorenzetti, classe 1975 e Maestro pasticcere Ampi, lavora con un lievito madre del 1960 e da quando è entrato nella gestione della pasticceria ha bandito per sempre conservanti e coloranti. La ricetta che proponiamo è il Panettone al Vin Recioto. Più di 48 ore di lievitazione per un panettone realizzato con farina di grano tenero 00, burro, uvetta, recioto della Valpolicella (vino tipico della tradizione veronese), acqua, zucchero, tuorlo d’uovo, lievito madre naturale, miele Thun della Val di Non, mandorle, pinoli, nocciole, cacao, farina di granoturco. Il panettone al Recioto non è per altro alcolico, dato che il vino viene ristretto con una lavorazione a bassa temperatura in sottovuoto fino a formare una glassa che viene usata al posto del miele e senza altri zuccheri aggiunti.

Panettone Pasticceria Dolcemascolo

La Pasticceria Dolcemascolo, azienda ciociara che a breve inaugurerà il suo primo store a Roma in Viale Mazzini, è online con tutte le novità del Natale 2023. Matteo Dolcemascolo continua a portare avanti la filosofia fatta di tempi lenti, rispetto delle materie prime e delle tecniche manuali del pasticcere. Il Panettone Artigianale è prodotto rispettando ogni fase di produzione, richiede 72 ore di lavorazione che inizia dalla cura del lievito madre al quale vengono aggiunti la farina italiana macinata a pietra, il burro di centrifuga delle Alpi, le uova certificate da allevamenti a terra e senza antibiotici, la vaniglia naturale del Madagascar estratta a mano e i canditi di prima qualità. Ogni passo della produzione viene eseguito a mano, dal rinfresco del lievito al confezionamento.Disponibile nelle varianti classico e cioccolato, anche nel formato magnum, ai frutti di bosco, cioccolato e pera, cioccolato e lamponi e al pistacchio con crema spalmabile.

Panettone Gianduia Denis Dianin

Grande fermento in vista del Natale nel laboratorio della pasticceria del Maestro Denis Dianin. Ogni panettone è un capolavoro di morbidezza dalla texture impeccabile, frutto di una lenta lievitazione, decennale esperienza e meticolosa ricerca di materie prime d’eccellenza. Due le novità in tema panettone del Natale 2023. La prima è il Gianduia, dove il gianduia è l’ingrediente principale, accostato al cioccolato biondo Dulcey: il primo è presente nell’impasto, al quale dona un aroma avvolgente, mentre il secondo dona una nota biscottata, appena salata, con un gusto di latte caramellato. La seconda novità è il panettone Albicocca, cioccolato al latte e cioccolato Dulcey Valrhona con albicocche e cioccolato al latte e Dulcey in sospensione e in glassa.

Panettone Eataly

Eataly presenta la sua prima linea di grandi lievitati dedicati alle feste: tre panettoni e un pandoro realizzati con ricette esclusive per regalare esperienze di gusto intense e avvolgenti. Nascono il Panettone Classico, quello Arancia e Cioccolato, la versione accompagnata da Crema al Pistacchio e il Pandoro, preparati con un processo produttivo attento e una lunga lievitazione data dall’utilizzo di lievito madre naturale. L’attenzione nella scelta delle migliori materie prime ha privilegiato solo burro da panna piemontese, uova fresche, nocciole Piemonte IGP delle Langhe, pregiate gocce di cioccolato fondente italiano, scorze d’arancia italiana candite, morbida uvetta, vaniglia del Madagascar e la crema al pistacchio tostato da spalmare al momento. Le quattro novità sono racchiuse in un packaging perfetto per portare in tavola l’eleganza firmata Eataly.

Panettone Pantesco

Il progetto Pantesco rappresenta un percorso che celebra l’unicità dell’isola di Pantelleria, con la valorizzazione dell’uva passa, con la proposta di un viaggio gastronomico che abbina un panettone eccellente, Dammuso, a un vino profumato, complesso e naturalmente dolce, Giardino Pantesco. La scelta di utilizzare per Dammuso esclusivamente l’uva passa di Pantelleria, insieme a Giardino Pantesco per impreziosire l’impasto. Il panettone Dammuso diventa d’autore, nascendo dalle abili mani dei maestri pasticceri Giuseppe e Mauro Lo Faso. Padre e figlio, che guidano con passione la rinomata Pasticceria Delizia situata nel cuore della Sicilia Occidentale, hanno reinterpretato questo dolce natalizio per eccellenza in una creazione straordinaria, impreziosita dalla vera essenza di Pantelleria: le uve zibibbo.

 

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

5 × quattro =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina