Pinterest LinkedIn

I risultati dell’ultimo anno di Cantina Tollo sono stati resi noti durante la presentazione dell’esercizio di bilancio 2022/2023 ai soci, tenutasi domenica 17 dicembre al CiakCity Polycenter di Rocca San Giovanni (Chieti).

La cooperativa abruzzese, che commercializza 18 milioni di bottiglie all’anno, vanta circa 620 soci e 2.500 ettari coltivati, ha archiviato l’anno fiscale 2022-23 con un fatturato di 49,9 milioni di euro, contro i 47,6 milioni dell’esercizio precedente. L’export ha trainato i ricavi della realtà di Tollo mettendo a segno un aumento del 18,4% raggiungendo una quota del 48% sul fatturato complessivo.

Tra i Paesi di riferimento si contano: Germania, Paesi Bassi, Francia, Danimarca e Regno Unito e, oltreoceano, in Giappone, Stati Uniti, Canada. Il restante 52%, invece, è da attribuirsi alla grande distribuzione (34%) e all’Horeca (18%) italiani. In crescita anche il valore del vino biologico che, con un incremento del 6% rispetto al 2022, rappresenta ad oggi il 7% della produzione totale.

Ricevi le ultime notizie! Iscriviti alla Newsletter


“I nostri vini raccontano la bellezza e le tradizioni delle terre abruzzesi oltre i confini nazionali, racchiudendone il fascino nel calice”, dichiara Luciano Gagliardi, presidente di Cantina Tollo. “L’aumento della quota export ne è la prova evidente, così come lo sono i riconoscimenti ottenuti da parte della critica internazionale su prestigiose testate come James Suckling, Falstaff e Vinous”.

Durante l’incontro con i soci è stato inoltre presentato anche il secondo bilancio di sostenibilità di Cantina Tollo, strumento che ha lo scopo di misurare le performance in fatto di sostenibilità ambientale, economica e sociale. In quest’ottica è quindi stato adottato il Codice Etico, che disciplina molti aspetti della vita aziendale e introduce nuove norme di condotta individuali e collettive, con l’obiettivo di definire la qualità e la competitività sostenendone lo sviluppo nel tempo.

CANTINA TOLLO

Cantina Tollo nasce nel 1960 da un gruppo di vigneron abruzzesi. Lo scopo principale era quello di produrre vini locali che esprimessero le loro migliori caratteristiche, tipiche di questa zona vinicola privilegiata. Offrire un vino al mercato è un modo di comunicare il proprio modo di essere e la propria filosofia, di trasmettere attraverso profumi, emozioni e ricordi una cultura antica. È un dono per migliorare la qualità della vita, attraverso una promessa che Cantina Tollo ha sempre mantenuto: che i suoi vini raccontino una storia. Se la missione di Cantina Tollo si basa sulla volontà di mantenere vivo il rapporto tra l’uomo e la terra, i suoi prodotti trasmettono naturalmente lo spirito di questa missione pur utilizzando le più moderne tecnologie. I metodi e la ricerca moderni non possono conferire un’atmosfera fredda e distante a quello che è in realtà un mondo e un modo di lavorare riccamente poetico e gioioso. Ogni bottiglia non contiene solo vino, ma migliaia e migliaia di carezze, il cambiamento di umori e stati d’animo, il trascorrere delle stagioni, un anno di lavoro e la paziente attesa del risultato finale. La produzione e concentrata sui vitigni tipici e autoctoni del territorio (montepulciano, trebbiano, pecorino, passerina, maiolica e
cococciola), coltivati tradizionalmente a pergola (h 2.20 m.), con una spiccata vocazione alla sperimentazione in campo e in cantina. Oggi la cooperativa abruzzese vanta circa 620 soci e 2.500 ettari coltivati, con un fatturato di 49,9 milioni di euro nell’esercizio 2022-23  e 18 Mni di bottiglie vendute all’anno.

+ INFO: www.cantinatollo.it/

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

due × due =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina